Innanzi tutto è necessario precisare che l'eiaculazione precoce non è una malattia. I gorilla e gli scimpanzé, i nostri più vicini parenti, copulano in pochi secondi.

Milano
07:40 del 13/12/2015
Scritto da Gerardo

Innanzi tutto è necessario precisare che l'eiaculazione precoce non è una malattia. I gorilla e gli scimpanzé, i nostri più vicini parenti, copulano in pochi secondi.Venire rapidamente alla prima esperienza è quindi assolutamente normale. Ritardare l'eiaculazione è il risultato della particolare capacità umana di vivere il sesso in modo più profondo degli animali. Il meccanismo fondamentale che bisogna attivare per fare questo è mentale. Ecco come arrivarci. C'è un sistema che funziona veramente. 1 - È necessario vedere l'incontro con un'altro essere umano come un momento magico che va centellinato. Se siete troppo ansiosi, troppo interessati solo a infilarlo dentro, se vedete una donna solo come cosa da conquistare, un modo di sfogarvi, non avete un reale interesse a far durare a lungo l'amplesso. Spesso proprio a causa di questo modo di vedere il sesso (aggravato dalla timidezza e dall'impazienza) mentre si fa l'amore ci si trova distaccati, non si partecipa veramente a quel che si fa. A volte ho sperimentato addirittura la sensazione di vedermi dal di fuori mentre facevo l'amore, come se potessi volare fuori di me e osservarmi dall'alto. Al contrario per prendere gusto al sesso bisogna avere veramente voglia di essere lì. Mettere tutta l'attenzione e la curiosità nel guardare, annusare, accarezzare, toccare, abbracciare. Tutto il problema sta nella passione. Le carezze iniziali non devono essere preliminari ma essere già l'obiettivo del tuo agire. Il piacere è già lì. Bisogna rilassarsi e ascoltare, assaporare e cercare i gesti che ci danno subito il piacere più forte. E più tu provi piacere a massaggiare, più lei proverà piacere a essere massaggiata (e viceversa). Se fin dai primi baci riesci ad ascoltare le sensazioni piacevoli che il suo corpo ti dà, allora hai già risolto in gran parte il problema. Infatti quel piacere ti trascinerà, così che non penserai più a fare bella figura, arrivare a penetrarla e farla godere. Se giocherete insieme godendone lievemente, fin da subito, avrete già raggiunto l'obiettivo principale: provare piacere. Se per te questo è difficile prova a dedicarti ai massaggi e scoprire così piano piano il piacere di toccare. Di toccare non per un minuto ma per un'ora. Così entrerai in un rapporto più piacevole con il tuo e il suo corpo. 2 - La seconda mossa è rilassarsi. Fare sesso è una cosa allegra, un godimento fatto di coccole e carezze. Troppo spesso lo si fa seri, cupi, spaventati. Con un'attitudine drammatica dentro. Butta via tutto. Ridi! Succedono una quantità di cose buffe mentre ci si spoglia, ci si bacia, ci si rotola sul letto. Cerniere lampo bloccate, nasi che si maciullano uno contro l'altro, ginocchiate, starnuti e attacchi di tosse, gomme americane che vanno di traverso, soffocamenti, reggiseni che non si slacciano (Dio stramaledica i progettisti di reggiseni). Ci sono decine di occasioni per ridere o per farsi il sangue cattivo. Dipende da voi. Comunque la capacità di inventare un gioco, una battuta, a letto vale mille volte di più della lunghezza del pene o di qualunque fantastica tecnica amatoria. Ridere fa bene, è piacevole e rilassa in modo eccezionale. E ne abbiamo bisogno tutti perché a letto serpeggia sempre, specie le prime volte, l'imbarazzo e la paura. Ridere sdrammatizza e ti mette nello stato d'animo giusto per godere al massimo ogni carezza. Solo se sei in questo spirito avrai veramente voglia che duri a lungo e non ci sarà nel tuo subconscio neppure un'ombra di desiderio che finisca il più presto possibile, perché farlo è uno strazio (sì uno strazio! Fare sesso come se fosse un esame è insopportabile). 3 - Fatta questa piccola rivoluzione mentale e culturale non restano che due dettagli tecnici. Per rallentare l'orgasmo devi respirare profondamente, riempiendo e svuotando i polmoni fino in fondo, lentamente e senza sforzo, in modo morbido. Più la respirazione è profonda e più ossigeno arriva al corpo, risvegliando i tuoi "sensori del piacere" e aumentando la tua capacità di percepire. Più ti piace e più ti verrà spontaneo dedicarti ad ascoltare il piacere invece di preoccuparti per il tuo essere coniglio. Per ottenere il massimo effetto della respirazione è necessario accompagnarla con movimenti lenti e fluidi. Dimenticatevi le performance amatorie delle star dei film erotici che si stantuffano come ossessi. Non è vero che le donne preferiscono questo. Invece respirando profondamente e muovendovi con lentezza faciliterai il fatto che la tua mente entri in uno stato più ricettivo e pacato. Ti rilasserai sempre di più muscolarmente (in special modo cerca di lasciare in stato di abbandono i muscoli del basso ventre). Ti renderai subito conto che le tue percezioni cambiano rapidamente in meglio. Aumenta la definizione. 4 - Per finire due accorgimenti tecnici molto utili. Quando senti che l'eccitazione sale, fermati e chiedi alla tua partner di fare altrettanto. Restare fermi è molto bello, ci si sente dentro fino in fondo. Si assapora il caldo abbraccio dei corpi. Poi quando ti sei calmato provate a muovervi lentissimamente, molto lentissimamente. Non fate un avanti e indietro, provate a muovervi verso destra e verso sinistra, lateralmente o a disegnare un cerchio con il pube, sfregando così il tuo pube contro la clitoride di lei.  Le ragazze andranno pazze per questo tuo nuovo modo di fare l'amore Le donne adorano questo e lo gradiscono anche di più del semplice su e giù. Questo movimento è piacevole anche per l'uomo ma porta più lentamente all'orgasmo. Ovviamente mettere in pratica questi consigli la prima volta sarà un po' noioso. E dovrai superare anche la forza dell'abitudine e la diffidenza per le novità. Ma poi vedrai ti diventerà spontaneo seguire questo modo di fare l'amore perché è più dolce e più piacevole. Certamente dovrai anche trovare la ragazza giusta e spiegarle che tu l'amore iperveloce non hai più voglia di farlo. Parlare di queste cose con lei ti aiuterà ulteriormente a entrare in intimità e a creare un'atmosfera di complicità. E vedrai che la stragrande maggioranza delle ragazze sarà entusiasta di questa novità. Infine non sperare di risolvere tutto in un giorno. Dovrai trovare il modo di sperimentare bene tutto questo e ci vuole qualche tempo. Soprattutto non pensare che questo sistema dia risultati anche dopo un mese che non fai l'amore e sei supereccitato. La prima volta fai l'amore con le Mani, con la bocca o come vuoi. E cerca di avere tempo a disposizione, almeno un paio d'ore ogni volta. Risolvere l'eiaculazione precoce con Incontri di quindici minuti è impossibile. L'ideale sarebbe avere tutta una settimana di vacanza, in un posto tranquillo, in mezzo alla natura e con buone cose da mangiare. Poi applicarsi diligentemente a godere come pazzi. Gradevoli terapie di supporto Se sei giovane e hai i tuoi primi rapporti sessuali o se fai poco sesso non ti stupire se raggiungi rapidamente l'orgasmo. Non vuol dire che tu abbia un serio problema. È normale che tu sia molto eccitato quando ti trovi con una ragazza. Non è il caso di preoccuparsi più di tanto. Tutti i discorsi fatti fino a qui ti saranno comunque utili ma è impensabile "resistere a lungo" dopo un'astinenza forzata. Il problema è, più che altro, quello di trovare una fanciulla gentile e passare con lei più tempo possibile. Non limitatevi a far l'amore. State abbracciati a lungo, pelle contro pelle. Guardala, accarezzala, scambiatevi massaggi. A volte, se non si è abituati, la semplice nudità femminile ti dà una tale emozione che qualunque tecnica di rilassamento è inutilizzabile. L'unica cura è prendere confidenza, entrare in intimità piano piano, organizzandosi per avere un posto tranquillo e tutto il tempo per familiarizzare. Se fai l'amore una volta al mese in fretta e furia, magari in macchina con la paura del mostro di Firenze in agguato, come puoi pretendete di essere tranquillo? Questo è un grosso problema per molti giovani... Mancano luoghi adatti ad amarsi, mancano i soldi per andare in albergo, e già per vedersi un'ora bisogna fare le corse ad ostacoli coi genitori. Come uscirne? Proprio non lo so. Quando mi nomineranno ministro, istituirò ostelli a ore per giovani amanti. Ma probabilmente non diventerò mai ministro. Per ora dovete avere fantasia... Comunque se le cose stanno così non caricatevi anche della preoccupazione di essere eiaculatori precoci. Il vostro problema non è sessuale, è logistico. Ai miei tempi ci si organizzava per piombare tutti nelle case degli amici che avevano i genitori fuori per il week end, si occupavano le case e le scuole, si fondavano centri sociali e si andava in vacanza in campeggio d'estate... Comunque quando sarete riusciti a risolvere le questioni materiali (il posto), sentimentali (la ragazza) e temporali (alcune ore a disposizione), dedicatevi il più possibile a lei. L'obiettivo è sciogliere lo shock dei primi contatti. Dormire sul suo seno ad esempio. O immergersi completamente nel suo capezzolo baciandolo per 35 minuti. Oppure contarsi reciprocamente i capelli o i peli del pube uno a uno. C'era una frase di una canzone di Vecchioni che diceva "E vorrei contare i tuoi capelli fino all'ultimo senza sbagliare e alla fine dire che son belli e confondermi e ricominciare". Dicono che il diavolo riesca a dormire solo se sua moglie gli prende la testa in grembo e gli conta i capelli. Oppure, dopo aver fatto l'amore, lei potrebbe mettersi dietro di te, mentre tu stai sdraiato sul fianco, prendere il tuo pene tra le dita e addormentarsi così senza fare nulla. È entusiasmante. E anche molto romantico. Qualunque cosa tu voglia fare cerca di immergerti totalmente nell'esperienza. E non voler copulare soltanto. Certo le prime volte sembra il tipo di rapporto sessuale più bello. Ma non è vero. Le carezze e i baci sono esperienze altrettanto importanti e gradevoli e ti creeranno molti meno problemi. La penetrazione è complessa e si impara col tempo. Cosa può fare lei per aiutare lui a rallentare Mi capitò una volta di far l'amore con una ragazza che era fidanzata con un certo Guglielmo. Dopo che io ebbi fatto la mia solita brutta figura lei, che non voleva ci restassi troppo male, disse: «Oh! Mi è piaciuto! Sei veloce come Guglielmo!» La cosa non mi consolò molto. Forse vorrai collaborare un po' di più ad aiutare il tuo amante veloce. Credo che sia importante, innanzi tutto, che lui riesca a farti venire senza ricorrere alla penetrazione. In questo modo si sentirà meno angosciato. Poi è molto utile dedicarsi con impegno a scoprire reciprocamente tutte le zone di piacere e i modi più graditi di amarsi. Darsi un obiettivo diverso dai semplici tempi. La questione non dev'essere quanto tempo dura ma quanto è piacevole, quando si scoprono i gesti più piacevoli la lentezza viene da sola. Infine fatelo il più possibile. Ci vuole molto esercizio. E non giocare a fare la scontrosa e a negarti. Questo o lo eccita troppo o fa sì che la sua mente si focalizzi sul risultato invece che sul piacere. Anzi, prova a prendere tu l'iniziativa, lo aiuterai moltissimo a sentirsi passivo e ad abbandonarsi all'estasi (cosa non facile per i maschi che si sentono in dovere di dare godimento ma non si concedono di riceverne... forse ci sembra poco virile...). Se poi siete tipe pragmatiche potete sperimentare il metodo Masters e Johnson contro l'eiaculazione precoce. Masters e Johnson sono due sessuologi americani (un uomo e una donna ma non ho mai capito chi è il maschio e chi la femmina). Essi hanno condotto un'enorme ricerca su centinaia di persone con interviste e sedute sperimentali durante le quali alcuni volontari copulavano con sensori collegati a tutto il corpo. Hanno realizzato così il primo colossale studio sulla sessualità "in diretta". Sono riusciti pure a elaborare un metodo ritardante che è abbastanza buono. Il metodo funziona più o meno così: per realizzarlo occorrono sette giorni. Il primo giorno lui accarezza lei per un'ora. I due amanti stanno nudi a letto ma non c'è contatto genitale. Il secondo giorno lei accarezza lui per un'ora. Niente sesso. Il terzo giorno lui accarezza lei per un'ora e poi la tocca fino a che lei non raggiunge l'orgasmo. Lui niente. Il quarto giorno lei fa lo stesso con lui. Il quinto giorno si accarezzano reciprocamente per un'ora. Il sesto giorno idem ma con orgasmo di entrambi. Il settimo giorno provano la penetrazione. Lei sta sopra di lui, posizione "a cavalcioni". Quando lui sente che l'eccitazione sale, glielo dice. Lei lo fa uscire, poi prende il glande tra il pollice e l'indice e lo strizza (senza ucciderlo). Aspetta 10-15 secondi. Infine lo prende di nuovo dentro di sé. È previsto che l'uomo perda in parte l'erezione e quindi la donna deve essere abile nel farlo entrare dentro di sé... Se è un po' imbranata rischia di non riuscirci subito. Così che esso perde consistenza ed è un dramma. L'operazione può essere ripetuta più e più volte. Già che ci siamo vi descrivo anche un altro metodo cinese. Consiste nel bloccarsi quando lui sente che l'eccitazione sale e premere nella zona tra l'ano e i testicoli (proprio in corrispondenza del punto L maschile che però i cinesi non conoscevano). Questa pressione blocca l'eccitazione e dopo un po' si ricomincia. L'uomo può farlo anche da solo. Tenete conto, però, che queste tecniche meccaniche, anche se funzionano, non risolvono il problema alla radice. Possono però aiutare nei primi tempi per rompere il circolo vizioso dell'ansia.


Articolo letto: 1356 volte
Categorie: Sesso


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Eiaculazione precoce - sesso - amore - trasgressione -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook