Come scegliere un televisore? Devi acquistare un nuovo televisore e non sai come districarti fra i tantissimi modelli di TV presenti nei negozi?

Firenze
07:00 del 11/12/2015
Scritto da Gerardo

Come scegliere un televisore

Devi acquistare un nuovo televisore e non sai come districarti fra i tantissimi modelli di TV presenti nei negozi? Prima di effettuare la tua scelta, ti piacerebbe avere qualche delucidazione sulle caratteristiche tecniche che deve avere un buon televisore al passo coi tempi? Se vuoi, posso darti io una mano.

Ecco per te alcune regole chiave su come scegliere un televisore in base ad esigenze, gusti e budget differenti. Seguile con attenzione ed eviterai di acquistare prodotti obsoleti o poco convenienti rispetto al prezzo di vendita al pubblico.

Prima di entrare nel vivo della questione, però, devi fare alcune scelte fondamentali: quelle relative alla cifra massima da spendere e alle dimensioni minime del televisore da acquistare. Tieni presente che fino ai 45 pollici si riescono ad acquistare ottimi televisori rimanendo in una fascia di prezzo non superiore ai 400 euro, superata tale soglia i prezzi lievitano. Una volta stabilito il tuo budget e la dimensione minima dello schermo da acquistare, puoi passare alla scelta del tuo prossimo televisore analizzando bene le caratteristiche tecniche di quest’ultimo.

Come scegliere un televisore - Plasma, LCD, LED o OLED?

Uno dei primi dubbi che potrebbe venirti passeggiando in un negozio di elettronica o sfogliando un volantino é: meglio un TV LED, un LCD o un plasma? La risposta a questa domanda é netta, per quanto mi riguarda.

Anche se riescono a garantire una resa dei colori migliore, i televisori al plasmausano una Tecnologia ormai superata che presenta diversi svantaggi rispetto ai TV a LED. Si esauriscono dopo un certo numero di ore, consumano molta più energia rispetto ai LED, sono più spessi e soffrono del fastidioso effetto ghosting che lascia sullo schermo le tracce di immagini riprodotte in precedenza.

Come scegliere un televisore - La differenza fra LCD e LED invece è minima. I primi sono retroIlluminati con lampade a fluorescenza, i secondi sono sempre LCD (cioè display a cristalli liquidi) ma con una retroilluminazione a LED che garantisce minori consumi energetici.

Ora, appurato che i LED rappresentano la soluzione migliore per un nuovo televisore, devi compiere un’altra scelta. Esistono due tipi di TV a LED: gli Edge in cui il pannello LCD viene illuminato da LED disposti lungo la cornice del TV e iFull LED in cui i LED sono disposti dietro il pannello LCD. I primi sono quelli più diffusi, i secondi assicurano una migliore qualità dell’immagine ma sono anche più costosi.

Come scegliere un televisore - E i TV OLED? Si tratta della tecnologia più avanzata fra quelle appena menzionate, acronimo di diodo organico a emissione di luce. I televisori OLED, a differenza di quelli LCD/LED, non usano fonti di luce esterne per l’illuminazione dello schermo. Ciascun pixel è in grado di emettere luce in Maniera autonoma e questo consente di avere consumi energetici ridotti, neri più profondi (perché i pixel neri si spengono del tutto) e televisori più sottili. Al momento costano ancora molto, diciamo pure troppo, ma probabilmente rappresentano il futuro.

Come scegliere un televisore - Risoluzione e connessione a Internet

Ora veniamo ad alcune cose da evitare. Quando bisogna scegliere un televisore, occorre stare alla larga dai TV HD Ready che hanno una risoluzione di 1280×720 pixel e non permettono di godere appieno dei contenuti in alta definizione. Per gustare Blu-Ray e contenuti in HD senza compromessi devi acquistare un TV Full HD, ossia con una risoluzione di 1920×1080 pixel.

Ancora meglio, ma non ancora fondamentali, sono i televisori UltraHD (detti anche 4K) che hanno una risoluzione di 3840×2160 pixel. Ce ne sono alcuni venduti a prezzi non esorbitanti, quindi possono essere presi in considerazione ma questa caratteristica per il momento può rimanere anche in secondo piano nella scelta di un TV.

Capitolo Smart TV. Ormai molti televisori supportano la connessione a Internet e posso dirti serenamente che valgono il prezzo leggermente superiore a quello dei TV non-Smart.

Difatti, collegando il tuo televisore alla grande rete potrai usufruire di contenuti video on-demand, noleggiare film, rivedere i programmi mandati in onda dalle principali emittenti nazionali e perfino comunicare sui social network. Inoltre, se hai un computer o un hard disk collegato con la rete wireless di casa potrai accedere ai video, alle foto e alla tua musica direttamente dal TV senza prima copiarla su una chiavetta USB o un hard disk esterno.

Anche gli Smart TV hanno fasce di prezzo differenti: quelli più economici spesso non supportano il Wi-Fi e se non si vuole usare un cavo Ethernet per collegarli a Internet occorre acquistare degli adattatori esterni (che costano sui 30 euro) o ricorrere ai dispositivi powerline.

Come scegliere un televisore - Si diffeRenziano inoltre per il sistema operativo utilizzato e per la potenza del proprio hardware. Il sistema operativo determina il numero e la qualità delle app disponibili su un televisore, nonché la sua facilitò di utilizzo. Tra le piattaforme software più diffuse al momento ci sono Tizen OS di Samsung, WebOS di LG e Android TV, attualmente adottato da Sony e altri produttori meno noti, grazie al quale è possibile scaricare sul televisore tutte le app disponibili per smartphone e tablet Android.

Le caratteristiche hardware dei televisori, come ad esempio il processore, influiscono sulla velocità con cui vengono eseguite le applicazioni e si può passare da un’operazione all’altra.

Altro fattore da prendere in considerazione negli Smart TV, quelli dotati di supporto wireless, è la loro compatibilità con tecnologie come Google CastMiracast e DLNA, le quali consentono di trasmettere contenuti audio/video al televisore in modalità wireless e di effettuare il mirroring di smartphone e tablet (eccetto DLNA). 

Come scegliere un televisore - Supporto 3D e TV curvi

Infine, parliamo dei TV 3D. Sempre più spesso, nei negozi di elettronica si vedono televisori di ultima generazione che permettono di guardare contenuti 3D tramite occhialini. Ce ne sono di due tipologie differenti: quelli con 3D attivo che assicurano maggiore qualità ma che possono essere usati solo con gli occhialini forniti dalla casa produttrice del TV (che in genere costano circa 50 euro) e quelli con 3D passivo che invece consentono l’utilizzo di occhialini low-cost, come quelli dei cinema. Ho trattato l’argomento in maniera più approfondita nel mio post sui TV 3D, ti consiglio di dargli un’occhiata.

Spesso si tratta di apparecchi costosi, anche perché per godere della visione 3D occorre che lo schermo sia molto grande e che tutti i dispositivi utilizzati supportino questa tecnologia. Ciò significa che se vuoi vedere dei film in Blu-Ray 3D devi avere anche il lettore Blu-Ray 3D e i film stessi in 3D.

Sta a te scegliere se vale la pena acquistarne uno o meno. Io ti dico che si può vivere tranquillamente senza, ma se vuoi costruire un mega-impianto di intrattenimento casalingo senza lasciare nulla al caso non puoi prescinderne.

Lo stesso discorso possiamo farlo per i televisori curvi, i quali assicurano un’esperienza di visione più avvolgente rispetto ai TV tradizionali – almeno per chi si trova di fronte allo schermo – ma sono ancora piuttosto costosi. Inoltre per essere efficaci devono avere dimensioni piuttosto importanti (diciamo dai 50″ in su). Al momento li consiglio solo a chi vuole il massimo della tecnologia e ha una stanza molto spaziosa in cui installarli.

Come scegliere un televisore - Luminosità, contrasto e altre caratteristiche

Ci sono anche altre caratteristiche tecniche da prendere in considerazione prima di acquistare un televisore, come ad esempio la presenza di un sintonizzatore digitale terrestre compatibile con il DVBT-2, lo standard del digitale terrestre che entrerà in vigore a partire dal 2016 (anche se almeno per i primi anni non sostituirà lo standard attuale). Alcuni TV includono includono anche un sintonizzatore satellitare (DVB-S/DVB-S2) che consente di captare i canali satellitari in chiaro senza l’ausilio di un decoder esterno. Se ne hai bisogno, accertati della sua presenza.

Altra caratteristica che non deve assolutamente mancare nel tuo prossimo televisore è la presenza dello slot Common interface Plus (CI+), l’alloggiamento nel quale si inserisce la CAM per leggere le smart card della pay TV digitale terrestre. Ormai questo componente è presente sulla stragrande maggioranza dei televisori ma prima di effettuare un acquisto è sempre meglio verificare la sua disponibilità.

Valuta con attenzione anche il numero di porte HDMI e porte USB disponibili sul televisore. Ormai sono tantissimi i dispositivi che necessitano di una porta HDMI per essere collegati al TV: decoder, console per videogiochi, set-top box, dongle HDMI (es. Chromecast) ecc. e trovarsi “a secco” di porte libere può essere un bel problema. Stesso discorso vale per le porte USB, che possono essere usate per riprodurre o registrare contenuti multimediali su chiavette o hard disk esterni oppure per alimentare/caricare vari dispositivi.

Se hai intenzione di collegare il tuo televisore a un sintoamplificatore o un impianto audio esterno ti consiglio di acquistarne uno con uscita audio ottica che permette di ottenere il meglio da questo tipo di dispositivi. In mancanza di un’uscita ottica puoi collegare casse e altri dispositivi audio al televisore tramite HDMI o tramite il jack per le cuffie.

Come scegliere un televisore - Per concludere ti segnalo alcuni parametri tecnici, relativi soprattutto alla qualità dell’immagine, che dovresti prendere attentamente in considerazione prima di acquistare un televisore.

  • Refresh rate – è la frequenza di aggiornamento delle immagini su schermo, che viene espressa in Hz. I valori standard del refresh rate per il mercato europeo sono di 50Hz, 100Hz e 200Hz, quelli per il mercato nordamericano di 60Hz, 120Hz e 240Hz ma alcuni produttori utilizzano anche cifre più alte (es. 400Hz, 800Hz o 1000Hz) per sottolineare l’adozione di tecnologie per il miglioramento dell’immagine che rendono più fluide le scene più frenetiche. In sostanza, più è alto questo valore e più risultano “fluide” le sequenze riprodotte su schermo.
  • Luminosità – se vuoi scoprire qual è il livello massimo di luminosità raggiunto da un televisore, controlla il relativo valore in Nit (cd/m2) presente nella scheda tecnica del dispositivo. Questa pagina di Wikipedia ti aiuterà a capire meglio come interpretare tali valori.
  • Contrasto – il rapporto di contrasto di un televisore, cioè la differenza di contrasto tra un’immagine bianca e un’immagine nera, viene espresso utilizzando la formula “x:1” dove al posto della “x” c’è un numero che indica il livello di luminosità del bianco rispetto al nero.
  • Angolo di visione – indica la massima angolazione dalla quale è possibile visualizzare le immagini riprodotte su un televisore senza distorsioni (senza perdita di colori ecc.). Viene indicato attraverso la formula “x:x”, dove al posto delle “x” c’è l’angolo di visione massimo.
  • Input lag – è un valore, espresso in millisecondi (ms), che indica il ritardo tra l’input di un comando e la sua visualizzazione su schermo. Fai molta attenzione a questo parametro se sei un videogiocatore con esigenze avanzate.
  • Consumo energetico – come tanti altri dispositivi elettronici, anche i televisori sono classificati in base ai loro consumi energetici. Quelli di classe D sono i peggiori (quindi quelli che consumano di più), quelli di classe A+++ i migliori (quindi quelli che consumano meno).
  • Garanzia – se hai deciso di acquistare il tuo prossimo televisore su Internet e hai scelto un modello d’importazione, assicurato che la garanzia sia conforme agli standard europei o potresti avere brutte sorprese in caso di guasti al dispositivo.

Quale TV acquistare

A questo punto dovresti avere le idee abbastanza chiare su quel tipo di televisore scegliere, lascia quindi che ti dia qualche “spunto” proponendoti alcuni dei TV che attualmente offrono il miglior rapporto qualità-prezzo.

Come scegliere un televisore - Philips 22PFH4000

Il Philips 22PFH4000 è uno dei televisori da 22” che offrono il miglior rapporto qualità-prezzo. Caratterizzato da un design semplice ma elegante, dispone di un pannello a LED, supporta la risoluzione Full HD e include la tecnologia Perfect Motion Rate che rende più fluide le sequenze su schermo (100 Hz). Ha 2 ingressi HDMI, 1 Component YPbPr/YCbCr, 1 SCART, 1 porta USB, 1 porta VGA per utilizzarlo come monitor del PC e permette di installare la CAM per la pay TV digitale terrestre. Supporta i canali del digitale terrestre in alta definizione ma non il nuovo standard DVB-T2.

Come scegliere un televisore - Samsung UE32J5100AK

Passando ai televisori da 32″ mi sento di consigliarti il Samsung Serie 5 UE32J5100AK, il quale è basato sulla tecnologia LED, è Full HD e include le tecnologie Wide Colour Enhancer e Picture Quality Index per migliorare i colori e rendere più fluide le sequenze su schermo (200 Hz). Include 2 porte HDMI, 1 Component YPbPr/YCbCr, 1 SCART, 1 porta USB e anche un’uscita audio ottica. Supporta l’installazione di CAM per la pay TV e lo standard DVB-T2. È disponibile anche in una variante “Smart”, denominata UE32J5500AK, con Wi-Fi integrato

Come scegliere un televisore - Samsung UE40JU6400K

Il Samsung Serie 6 UE40JU6400K è la scelta ideale per chi cerca uno Smart TV con Wi-Fi integrato e supporto 4K che non costi un occhio della testa. Dispone di un processore Quad-Core che rende l’esecuzione delle app molto rapido, supporta il DLNA, il digitale terrestre di nuova generazione e   tecnologie di miglioramento dell’immagine come Wide Colour Enhancer e Picture Quality Index (900Hz). La dotazione di porte non è male: 4 HDMI, 3 USB, 1 Component YPbPr/YCbCr, 1 SCART e 1 uscita audio ottica. Manca solo il supporto 3D.


Articolo letto: 709 volte
Categorie: Guide, Tecnologia


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook