Negli ultimi anni si è notevolmente diffusa la moda del robot aspirapolvere, elettrodomestico ormai presente in tutte le nostre case, o quasi, che ci hanno reso la vita molto più facile aiutandoci nelle tanto odiate pulizie domestiche.

Roma
17:00 del 21/05/2016
Scritto da Carmine

Negli ultimi anni si è notevolmente diffusa la moda del robot aspirapolvere, elettrodomestico ormai presente in tutte le nostre case, o quasi, che ci hanno reso la vita molto più facile aiutandoci nelle tanto odiate pulizie domestiche. La sua fama è stata resa possibile anche grazie alle numerose offerte sempre più frequentemente inserite negli spazi televisivi e nei volantini cartacei dei tanti negozi e megastore. Scegliere il robot fatto apposta per noi può sembrare un'operazione difficile, se non altro per la grande varietà di marche e tipologie disponibili, modelli e colori più disparati e a volte nettamente differenti tra loro, ma grazie a questa guida scoprirete come scegliere quello adatto a voi e come destreggiarvi fra le offerte in circolazione.

Attualmente svariate case di produzione offrono un proprio prodotto di robotica per le pulizie domestiche, dai marchi più conosciuti come Lg, Samsung e Hoover, a marchi meno specializzati come Majestic, Artide e Vileda. Naturalmente la prima cosa che balza agli occhi è la differenza di prezzo tra queste case produttrici, ma bisogna valutare se questo costo abbia un giusto rapporto con la qualità del prodotto, se è giustificato o meno dalle caratteristiche e dalle funzioni che ha il nostro robot, perché non sempre un alto prezzo viene giustificato da un buon prodotto.


I fattori da considerare come parametri per la nostra valutazione al momento dell'acquisto sono sicuramente tre: primo fra tutti occorre considerare l'ampiezza della superficie che il vostro robot dovrà coprire, e quindi se vorrete utilizzarlo per pulire una sola stanza avrà meno pretese di una macchina destinata a un intero appartamento; poi bisogna analizzare il sistema di pulizia ad una, due o tre spazzole ed infine i tempi di autonomia del prodotto e la durata della ricarica delle sue batterie. Il sistema di funzionamento di questo prodotto, in categorie medio-alte, è molto simile tra i vari modelli in circolazione: il robot viene avviato manualmente, oppure stabilendo un determinato orario programmabile sui modelli più costosi, quindi inizia il suo lavoro e grazie a sensori perimetrali e telecamere evita di cadere per le scale, andare contro un muro o un mobile oppure di colpire involontariamente qualcuno. Al termine del suo ciclo di pulizie infine rientra nella sua base e si ricarica automaticamente.

Senza soffermarsi troppo sulla miriade di modelli disponibili oggi sul mercato, possiamo comparare due dei migliori e più conosciuti per capire le differenze sostanziali ed orientarci verso una scelta per noi più indicata: Roomba dell' IRobot o Navibot della Samsung? Il primo è dotato di un sistema meccanico di spazzole doppie che ruotano inversamente l'una dall'altra e dotate di un sistema anti-blocco per tappeti. Possiede inoltre sensori che riconoscono lo sporco insistendo sull'area in cui è maggiormente concentrato, e un sistema di aspirazione a doppio filtro. Addirittura vi è un modello che è anche dotato di un sistema di pulizia a filo parete, di sei sensori di vuoto e del sistema brevettato Lighthouse che lo guida da una stanza all'altra. Inoltre i suoi ricambi sono facili da reperire. Mettendolo a paragone questa macchina con un robot Samsung si nota subito la qualità inferiore della singola spazzola sottostante che molti modelli hanno in dotazione, poiché ne monta due frontali a differenza della singola presente sul Roomba, il che si traduce in una minor qualità della pulizia dell'ambiente, condotta in modo più superficiale e sommario. Inoltre lavora molto più velocemente del Roomba e le batterie dei Samsung sono per lo più Ni-Mh, mentre il Roomba utilizza batteria al Litio. Elemento comune tra i due è costituito solo dall'altezza, inferiore ai 10 cm, che permette loro di pulire anche sotto i mobili.


Non sopravvalutate queste macchine però: i robot aspirapolvere non renderanno la vostra casa uno specchio facendo ciò che dovreste fare voi, ma saranno un valido aiuto per chi non ha tempo di passare troppo spesso scopa o aspirapolvere. Il vostro compito essenziale sarà quello di rendere l'ambiente vivibile e sgombro, quindi togliere ciò che possa essere un ostacolo insormontabile o comunque ingombrante. In conclusione credo che sia preferibile spendere un pochino di più ed acquistare un prodotto di buon livello, tralasciandone il design accattivante o meno, e considerare sempre la buona riuscita delle spazzole, lo spazio perimetrale da coprire e la durata dell'autonomia del nostro piccolo aiutante.

Non dimenticare mai:

Vedere il modello in azione in qualche negozio se possibile

Valutare le caratteristiche in relazione al prezzo e alle vostre necessità

Una volta individuato il modello, cercare offerte sul web


Articolo letto: 469 volte
Categorie: Guide, Tecnologia


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook