Come riconoscere l’attendibilità di una fonte | L’analisi di Italiano Sveglia

Piacenza
09:18 del 01/02/2015
Scritto da Gerardo

Quanto sono attendibili le cose che ci dicono in tv e a scuola? Davvero credete ancora ai mass media ufficiali? Ecco un’attenta analisi di Italiano sveglia. Un libro di storia non è una fonte storica, le fonti storiche sono: documenti del passato (annali, atti notarili, diari personali, diari di viaggio, bolle papali, documenti imperiali etc...), documenti letterari (ad es. romanzi del passato), fonti orali (racconti folkloristici, toponomastica del territorio etc...) fonti artistiche (quadri, manoscritti miniati, sculture, architetture etc....).

Le fonti quindi, facendo riferimento ad un avvenimento realmente accaduto e riportandolo sulla materia (libro, manoscritto, papiro...) quindi scrivendolo, possono essere deformate dalla volontà dello scrittore (o dell'artista) ad es. l'autore può modificare a volte la realtà per andare a suo favore o a favore su chi o cosa esso sta scrivendo( o può andare anche contro!!). Il libro di storia può basarsi sullo studio diretto di questo tipo di fonti, ma spesso un libro di storia (per. esempio quello per le superiori) viene scritto facendo riferimento ad un altro libro di storia, quindi non fa un lavoro diretto dalle fonti... Adesso, quanto sono attendibili i diversi libri di storia? Da quali libri questi derivano? Che lavoro sulle fonti è stato fatto da questi storici?

E’ un dato di fatto che sta emergendo grazie al web che i libri delle superiori non sono molto attendibili, in quanto questi devono dare una visione generale della storia che molto spesso esclude degli eventi importanti per dare rilevanza ad altri, magari non tanto fondamentali. Inoltre la storia segue costantemente la Politica del paese in cui viene scritta, quindi anche questo è un fatto di "revisionamento" della realtà in funzione del presente.

Lo storico quindi deve fare un bel lavoro per ricercare la verità storica.... che in ogni modo non potrà mai essere raggiunta al 100%. Per chi studia storia quindi è importante informarsi il più possibile su un avvenimento, calcolando tutti i punti di vista storici e analizzando direttamente le fonti disponibili. Che lavoraccio! Detto questo possiamo dire che molti romanzi del passato contengono fatti storici, esattamente come "I Promessi Sposi" contiene fatti storici (la peste di Milano, l'occupazione spagnola in Italia) e personaggi storicamente esistiti (il Cardinale Borromeo), questo non rende "I Promessi Sposi" un libro storicamente attendibile, nè dimostra in alcun modo che Renzo e Lucia siano esistiti davvero. La Bibbia contiene qualche fatto storico e qualche racconto di fantasia, contiene precetti comportamentali e genealogie poco attendibili (a meno di credere DAVVERO che alcuni uomini siano vissuti 900 e più anni). Quindi la Bibbia non è un testo storico.


Articolo letto: 956 volte
Categorie: Cultura, Curiosità, Guide


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook