Come richiedere il prestito d’onore? Vorresti realizzare il tuo sogno nel cassetto, ovvero avviare un’attività tutta tua, ma non sai come fare? Una soluzione c’è: richiedere il prestito d’onore.

Bologna
07:30 del 13/02/2016
Scritto da Gregorio

Come richiedere il prestito d’onore

Vorresti realizzare il tuo sogno nel cassetto, ovvero avviare un’attività tutta tua, ma non sai come fare? Una soluzione c’è: richiedere il prestito d’onore.

Come richiedere il prestito d’onore

Il prestito d’onore (legge 608/96) è uno strumento attraverso il quale lo Stato fornisce agevolazioni finanziarie (a chi intende investire in attività imprenditoriali) senza chiedere garanzie: una parte di capitale viene concesso a fondo perduto, ovvero che non deve essere restituita, ed un’altra da restituire a tasso agevolato.

Come richiedere il prestito d’onore

Il servizio, gestito da Invitalia (Agenzia nazionale per l’attrazione d’investimenti e lo sviluppo d’impresa SpA) prevede l’erogazione di finanziamenti per tre tipi di iniziative: lavoro autonomo, microimpresa e franchising.

Come richiedere il prestito d’onore

Istruzioni su come richiedere il prestito d’onore

  • Per richiedere il prestito d’onore, innanzitutto, è necessario possedere determinatirequisiti personali, quali: avere raggiunto la maggiore età; la non occupazione per almeno sei mesi precedenti alla presentazione della domanda; essere residenti nel territorio in cui sono presenti gravi problemi occupazionali
  • Il prestito per il lavoro autonomo, ovvero indirizzato a chi vuole costituire una ditta individuale, non può superare i 25.823 Euro. Il progetto può riguardare esclusivamente i seguenti settori: produzione di beni; fornitura di servizi; commercio. Gli investimenti ammissibili sono: attrezzature, impianti, macchinari e allacciamenti; beni immateriali ad utilità pluriennale; ristrutturazione di immobili (10% degli investimenti ammissibili)
  • Per creare una microimpresa l’investimento totale non può superare i 129.114 Euro. Le iniziative agevolate possono riguardare: produzione di beni; fornitura di servizi. Gli investimenti ammissibili sono: attrezzature, impianti, macchinari e allacciamenti; beni immateriali ad utilità pluriennale; ristrutturazione di immobili (10% degli investimenti ammissibili)
  • Il prestito d’onore può essere richiesto anche se si desidera aprire un’attività di franchising, ma ricordatevi di verificare che il franchisor sia convenzionato con Invitalia. L’investimento totale non può superare i 100.000 Euro. Le iniziative agevolate riguardano esclusivamente le commercializzazione di beni e la fornitura di servizi. Gli investimenti ammissibili relativi al franchising sono i seguenti: attrezzature, impianti , macchinari e allacciamenti; beni immateriali ad utilità pluriennale e quote di affiliazione; ristrutturazione di immobili (10% degli investimenti ammissibili)

Come richiedere il prestito d’onore

La domanda per il prestito d’ onore va redatta secondo le modalità previste dal sito di Invitalia o dal bando regionale. Vi ricordo che i moduli sono direttamente scaricabile dal sito di Invitalia, dopo aver effettuato la registrazione.


Articolo letto: 580 volte
Categorie: Guide, Lavoro


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook