Come reagisce un uomo ad un due di picche? Ecco perché ci sono tanti uomini che crollano psicologicamente per un rifiuto

Reggio Calabria
08:05 del 23/02/2015
Scritto da Gerardo

Come reagisce un uomo ad un rifiuto di una donna? Diciamo che quella femminile è una specie piuttosto variegata, nel senso che non tutte ragionano alla stessa Maniera e mostrano gli stessi "segni" di fronte a un corteggiamento. Ci sono donne che preferiscono semplicemente lo sguardo fugace e sensuale, furtivo ed erotico, per poi magari scoprirsi finte-timide di fronte al motivatissimo abbordaggio del maschio: "ma per chi mi hai preso? sono una brava ragazza io!" (tradotto, ma solo in questo caso: ti prego ti prego continua a girellarmi attorno che se cedo subito sembro una facile!); altre ancora, più disinibite accompagnano allo sguardo erotico una erotica reazione: spesso nell'oscurità intermittente delle luci sulla pista da ballo, sono capaci di prenderti per mano e condurti dove vogliono loro.

Ma torniamo all’argomento principale della nostra riflessione odierna: il maschio, questo sconosciuto, come reagisce di fronte al rifiuto? In genere possono esserci due tipi di reazioni: strafottenza totale o sensibilità tradita. Della prima categoria fanno parte quelli talmente abituati a provarci che un rifiuto in più uno in meno non fa alcuna differenza; quelli abituati a riuscirci; quelli abbastanza fighi da riprovarci la volta seguente col doppio delle speranze.

La reazione più comune di questo maschio-tipo sarà fregarsene completamente del rifiuto patito, sghignazzarci sopra con gli amici continuando a ripetere "ma che mi frega" o "tanto era bruttissima" o nei casi più intelligenti fare una smorfia, inarcare il ciglio senza dire parola, e ricominciare la ricerca. Della seconda categoria fanno parte, ahimè, i maschi più sensibili, e spesso più dolci. Quelli portati ad idealizzare la donna, lanciati verso la ricerca della ragazza ideale, "della propria vita", che concepiscono in maniera deformata e molto approssimativa il concetto di "storia" o di "avventura".

Costoro, anche se apparentemente sembreranno accettare la cosa sdrammatizzando con gli amici, resteranno feriti nell'intimo, tenendo bene a mente l'episodio, la ragazza, le parole usate..e mettendoci qualche giorno e più per metabolizzare la "sconfitta". I più sensibili finiranno per avere scarsa autostima di sè stessi, rimproverandosi le scarse qualità possedute, le parole fiacche utilizzate, la scarsa convinzione. I più orgogliosi e infantili tra costoro, pur fingendo di non averne risentito toglieranno persino il saluto alla ragazza facendo i musoni ad ogni sua apparizione. Infine, i più fragili finiranno per divinizzare la ragazza in questione trattandola come una pulzella da dolce stil novo, e pur non ricambiati in alcun modo non smetteranno mai di perdere le speranze usandole gentilezze estreme ed insensate e rischiando nei casi più disperati la ben nota "sindrome da zerbino.."

FONTE: DONNA CERCA UOMO


Articolo letto: 2562 volte
Categorie: Sesso


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook