Come prepararsi per un colloquio di lavoro. A volte dura una vita, si articola in più round, prevede fasi individuali e di gruppo. Altre gira attorno a poche puntuali domande

Milano
13:00 del 19/03/2015
Scritto da Gerardo

A volte dura una vita, si articola in più round, prevede fasi individuali e di gruppo. Altre gira attorno a poche puntuali domande. Secche come il “sì” o il “no” che precedono. Il colloquio è il momento della verità, l’ultimo ostacolo che separa da una scrivania e dalla firma in calce a un contratto. Per giocarselo al meglio non serve solo essere spigliati ma c’è anche molto che si può fare in fase preparatoria. Una volta fissata la fatidica data, infatti, si passa dal fare ricerche di lavoro a fare ricerche sul lavoro. In rete si possono recuperare molte informazioni sia sull’azienda contattata sia sulle persone che ne occupano i posti chiave.

Della prima è importante capire dimensioni, partnership, quote di mercato, prospettive future ma anche immagine e presenza online, dal sito istituzionale agli eventuali canali social. Nessuno obbliga a condividerla in toto, conoscerla però è anche il presupposto per eventuali critiche costruttive. Domande tipo “Quale pensa possa essere il suo contributo?” o “Come imposterebbe questa attività?” avranno a quel punto risposte naturali e pratiche. Comprensibili e attinenti perché inserite nel corretto contesto di riferimento.

Delle persone può essere invece utile inquadrare esperienze precedenti e percorso accademico e professionale. Linkedin è spesso un consulente fidato in questo senso. Avere idea di chi si siederà dall’altra parte della scrivania è il primo passo per evitare gaffe e situazioni inaspettate. Immaginarsi le possibili domande è un altro aspetto da non trascurare. Un occhio alle notizie che riguardano i concorrenti di mercato, un’indagine per capire le criticità del gruppo o gli strumenti interessati dalla posizione in discussione, ma anche il normale passaparola se tra i conoscenti c’è qualcuno che ha lavorato con lo stesso manager o la stessa società, danno spesso una mossa di vantaggio. Se non altro a livello di tranquillità e fiducia, oltre che come indicazioni chiave per rispondere a tono sul “perché è interessato alla nostra compagnia” e “perché ha scelto di candidarsi per questo ruolo”.


Portarsi dietro una copia cartacea del CV inviato può essere un valido elemento per ripassare durante gli attimi che precedono l’incontro. Sottolineare i passaggi chiave ricorda a cosa appigliarsi quando lo stress (as)sale e, in caso la controparte non abbia i fogli sotto mano e decida di prenderli in prestito dal candidato, l’occhio cadrà probabilmente proprio sulle sezioni evidenziate. Un buon assist per partire al contrattacco di fronte ai classici “Mi parli un po’ di lei…”, “Elenchi i suoi pregi e difetti” o “Citi una sfida professionale che è riuscito a risolvere”. È auspicabile anche avere qualche interrogativo da porre. I migliori accordi si concludono quando c’è mutuo interesse tra le parti. La congiuntura economica restringe lo spazio dedicato alle trattative ma così come un’impresa vuole essere sicura di aver trovato la persona giusta, allo stesso modo un candidato vuole la riprova di aver cercato nella direzione corretta. Avere in faretra delle buone domande è sinonimo di interesse, curiosità e preparazione. Doti che un datore di lavoro che non sia miope avrà modo di apprezzare.

A questo punto resta fuori solo la prova generale di fronte allo specchio. Allenarsi nel fare il nodo alla cravatta, impostare un tono di voce chiaro, sfoderare una stretta di mano sicura e affermazioni convinte. Se lo fa anche Obama chi sei tu per tirati indietro?


Articolo letto: 506 volte
Categorie: Guide, Lavoro


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Lavoro - Crisi - Crisi economica - Occupazione -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook