Tantra: questa parola a molti di voi farà sicuramente venire in mente le presunte, lunghissime prestazioni sessuali che, qualche anno fa, Sting millantava di portare a termine.

Genova
17:00 del 20/09/2018
Scritto da Gregorio

Tantra: questa parola a molti di voi farà sicuramente venire in mente le presunte, lunghissime prestazioni sessuali che, qualche anno fa, Sting millantava di portare a termine. Verità o leggenda? Questo - purtroppo - non ci è dato saperlo, ma oggi siamo qua per provare a fare un po' di chiarezza su ciò che si cela dietro a questa antichissima disciplina orientale che aiuta ad entrare in armonia con il cosmo intero e a potenziare le proprie capacità sessuali

ln realtà il tantra non ha a che fare solo con il sesso: è infatti un insieme di dottrine e pratiche indiane, attraverso le quali è possibile imparare a riscoprire la propria energia, per vivere pienamente l'amore e, di conseguenza, anche la sessualità. Insomma, le pratiche tantriche possono giovare a molti aspetti della propria esistenza, ma in questa circostanza cercheremo di focalizzarci su quelli legati alla vita sessuale.

Come imparare a praticare il sesso tantrico

Nelle discipline tantriche vengono applicati i principi della meditazione al sesso. Difficile quindi improvvisare: si tratta di dottrine che richiedono uno studio e una pratica costanti. Ad ogni modo, per cominciare a farsi un'idea sull'argomento, questi sono alcuni dei testi più importanti che potete consultare:

  • Tantra e sessualità, come conoscerlo e come praticarlo, di Isabella Buzzi

  • Tantra, spiritualità ed armonia sessuale, di Franca Sacchi

  • Tantra, la via dell'estasi sessuale, di Elmar Zadra e Michaela Zadra

Per chi desidera intraprendere un percorso pratico sotto una guida in carne ed ossa, esistono dei corsi. Ci si può quindi affidare a dei counselor che - attraverso la disciplina tantrica - vi accompagneranno nella scoperta della vostra sessualità.

Secondo Elmar e Michaela Zadra, che possono vantare un'esperienza ventennale nel training del sesso tantrico, è possibile imparare nell'arco di circa due anni. Ma attenzione, perché quello che vi aspetta non è solamente un percorso alla ricerca del piacere, ma un cammino che porterà a galla tutta una serie di emozioni inconsce, che potrebbero risultare spiazzanti e, in alcuni casi, anche dolorose. Ma non lasciatevi intimorire, l'esito non sarà così esplosivo come per Carrie&Co!

Quali sono gli aspetti più importanti nel sesso tantrico?

Praticare il sesso tantrico vuol dire imparare a muoversi insieme al partner, o comunque riuscire a trovare un proprio ritmo che si adatti e sintonizzi a quello dell'altro.

Si tratta di qualcosa che all'inizio di una relazione viene spontaneo fare, ma che purtroppo, con il passare del tempo, rischiamo di tralasciare.

Nella ricerca di un ritmo comune, la respirazione è un elemento essenziale: imparare ad attuarla in modo corretto può portare straordinari benefici sia al corpo che alla mente, permettendoci di entrare più facilmente in contatto con le nostre sensazioni fisiche e con quelle del nostro compagno o della nostra compagna.

Esistono inoltre degli esercizi che, attraverso la respirazione, aiutano a sbloccare il bacino. Basta stendersi con la schiena a terra e le gambe piegate. A questo punto, alzate il bacino inspirando, e lasciatevi cadere espirando rumorosamente. Lo stesso movimento replicatelo in successione.

Il medesimo esercizio è possibile, in un secondo momento, ripeterlo in coppia. L'uomo dovrà stendersi a terra, e la donna mettersi sopra di lui. Inspirazione ed espirazione saranno coordinate

Sesso tantrico e posizioni

Alla fatidica domanda se esistono delle posizioni privilegiate nel sesso tantrico, la risposta è sì. 

Ad esempio, la posizione della forbice permette ai due di stare vicini ma di potersi anche allontanare quando l'energia diventa troppo alta. Ed è molto utile, o come si suol dire, a favore di donna, poiché agevola la sollecitazione del punto G e dunque l'orgasmo.

Un'altra posizione ideale, che aiuta anche la meditazione, prevede che l'uomo si sieda a terra e che la donna gli si metta a sua volta seduta sopra, avvolgendolo con le gambe. In questo modo, trovandosi l'uno di fronte all'altro, i due potranno avvicinare le rispettive fronti, toccando così il cosiddetto terzo occhio. Il nostro corpo infatti, secondo le dottrine orientali possiede diversi punti energetici detti chakraIl terzo occhio è uno dei più importanti perché è quello legato all'intuito e ci permette di guardarci dentro.

Un'ultima, ma importante considerazione al riguardo, è quella di provare ad evitare di affrettare a tutti i costi l'orgasmo. Un atteggiamento del genere non giova alla ricerca del piacere, ma lo focalizza in un momento che rappresenta solo una minima partedell'esperienza sessuale. La conoscenza dei rispettivi corpi, l'intimità e la complicità all'interno di una coppia sono elementi che veicolano il raggiungimento del culmine del piacere, ma che si possono perfezionare solamente con il tempo.

Insomma, se decidete di addentrarvi in questa disciplina, vi aspetterà sicuramente un percorso lungo - magari a tratti difficile - ma che potrebbe svelarvi dei lati nascosti della vostra percezione delle cose o, perché no, addirittura cambiarvi la vita

Da: QUI

 


Articolo letto: 245 volte
Categorie: , Sesso


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook