Sono numerosi i motivi che possono ridurre l’efficacia di una dieta per cui alcuni, pur a dieta, non riescono a dimagrire.

Cagliari
13:00 del 16/11/2016
Scritto da Carmine

Sono numerosi i motivi che possono ridurre l’efficacia di una dieta per cui alcuni, pur a dieta, non riescono a dimagrire. Il primo motivo per cui alcuni faticano a dimagrire è la mancanza di attività fisica associata alla dieta. L’attività fisica non deve essere intesa solo come sport, ma come stile di vita attivo: ben venga andare in palestra o correre 2-3 volte a settimana ma è utile muoversi anche negli altri giorni ed evitare di passare la giornata seduti – spiega la dottoressa Manuela Pastore, dietista clinico della Direzione Sanitaria dell’Istituto Clinico Humanitas. – Per notare già la differenza tra fare solo la dieta ed essere anche attivi tutti i giorni, è sufficiente inserire nella routine quotidiana piccoli percorsi a piedi o fare le scale. Fondamentale è poi scegliere l’attività sportiva adeguata alle proprie caratteristiche o ai propri limiti e che aiuti anche a dimagrire. Un altro motivo per cui la dieta può far fatica a funzionare è da attribuire ai piccolisgarri ripetuti, che sono quelli di cui ci si rende meno conto: un biscotto in più, il pezzetto di formaggio mentre si cucina, un boccone di pane, il cioccolato dopo cena. Sono tutti piccoli errori che, presi singolarmente non creano problemi, ma sommati e ripetuti giorno dopo giorno possono far la differenza tra una dieta di successo e una che “non funziona”. In questo caso tenere un diario alimentare, cioè segnare ogni giorno tutto ciò che si mangia, può essere d’aiuto nell’individuare, con l’ausilio di un esperto, dove sono i principali errori. Un altro sbaglio è avere un apporto proteico e di carboidrati  insufficiente, cioè mangiarne meno rispetto al fabbisogno giornaliero: quando proteine e i carboidrati sono carenti in modo costante il nostro corpo è meno efficiente e il metabolismo rallenta, rendendo difficile dimagrire. Infine le diete ripetute che instaurano la sindrome dello yo-yo cioè le diete che promuovono un continuo dimagrire e riprendere peso, possono contribuire a modificare la composizione corporea aumentando la massa grassa e diminuendo la massa magra con conseguente rallentamento del metabolismo. È bene tuttavia tenere presente che quando si sta seguendo un percorso dietetico finalizzato alla perdita di peso, a volte è proprio l’organismo stesso a bloccare il dimagrimento a causa di meccanismi ormonali che subentrano al fine di mantenere l’omeostasi cioè l’equilibrio dell’organismo. Si instaura, spesso, il plateau del peso, ovvero una fase di stallo durante la dieta in cui non si perde peso, a cui bisogna rispondere apportando le giuste modifiche alla dieta e all’allenamento.

http://www.humanitasalute.it/


Articolo letto: 238 volte
Categorie: Salute


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook