Come fare la pasta fresca, guida. Ci sono sapori senza tempo che nascono da tradizioni di antica memoria, ricette autentiche e pazienti come la pasta fatta in casa.

Venezia
07:49 del 05/01/2016
Scritto da Carla

Come fare la pasta fresca

Ci sono sapori senza tempo che nascono da tradizioni di antica memoria, ricette autentiche e pazienti come la pasta fatta in casa. Con farina, uova e un pizzico di sale, ingredienti semplici e genuini, nasce una grande storia che ha molto da raccontare.

Fare la pasta fresca ci rimanda ai sapori di una volta, a quei buoni sapori della tradizione che si tramandavano di generazione in generazione, da assaporare in tutta la loro interezza. Dalla sfoglia tirata con il mattarello da Mani sapienti ed esperte nascevano tagliolini, tagliatelle, lasagne, ravioli e tortellini. Rivivere questa magia è possibile! Bastano solo gli strumenti giusti e qualche piccolo consiglio per preparare una pasta fresca a regola d'arte!

Come fare la pasta fresca - LA MAGIA DELL'IMPASTO

Lista degli ingredienti: farina, uova e un pizzico di sale

Federico Fellini diceva: "La vita è questione di pasta e di magia", come possiamo dargli torto! Nella pasta fatta in casa c'è infatti un qualcosa di vitale, che esprime la tradizione e la cultura italiana più autentica. La sua storia affonda le radici sul finire del 1300, quando cominciarono a comparire le prime botteghe di pastai. Fu a Napoli, però, che la pasta divenne cibo popolare e fu consacrata a vero e proprio streed food grazie a lui, il classico dei classici: il maccherone. La storia della pasta continua ancora oggi tra varianti regionali e ricette gelosamente custodite, tramandate da saperi ricchi di storia. Per cominciare, ecco i trucchi del mestiere:

Regola generale: usa un uovo ogni 100 g di farina; le uova devono sempre essere freschissime e a temperatura ambiente.

Impasta preferibilmente su di una spianatoia: la rugosità del legno è più indicata rispetto ad una semplice superficie liscia; ricordati di infarinarla per fare in modo che la pasta non si attacchi! Lavora il tuo impasto lontano da fonti di umidità e correnti d'aria, poichè la pasta potrebbe seccarsi: la pasta va lavorata almeno per 10 minuti, sbattendola ogni tanto sulla spianatoia per renderla più elastica e liscia.

Pasta fresca colorata? Basta poco! Aggiungi all'impasto verdure, spezie o erbe aromatiche e il gioco è fatto: per il rosso usa il concentrato di pomodoro, per il viola la barbabietola, spinaci per il verde e zafferano per il giallo

Come fare la pasta fresca - Maccheroni, tagliolini, tagliatelle & co

E' davvero difficile contare tutti i tipi di pasta fresca esistenti! Ogni regionevanta proprie specialità tipiche, ricche dei buoni sapori e della storia locale, in un'infinità di formati, consistenze e abbinamenti. Il segreto sta tutto in una sfoglia buona e sottile, tirata a dovere. Le tagliatelle e i garganellinascono dall'estro delle donne emiliane, i maccheroni alla chitarra da mani abruzzesi, le pappardelle in Toscana, e, ancora, gli scialatielli dalla fantasia napoletana ... ma non solo! Quello della pasta fresca è un mondo ricco e vario: la sfoglia può venire tagliata col coltello o con la rotella, può essere trascinata con le mani, filata a matassa, pizzicata. Per ogni nome una storia, una tradizione, mille varianti.

Come fare la pasta fresca - Un ripieno di gusto

Aprono il menù della tavola delle festività e, inutile dirlo, vanno sempre a ruba: w la pasta ripiena! Come resistere d'altronde? La pasta ripiena racchiude un cuore morbido e succulento tutto da scoprire!  

Per una buona pasta ripiena è fondamentale evitare che la pasta secchi: il consiglio migliore è quello di prepararla con una certa rapidità, così da mantenere la pasta umida sui bordi il più possibile. Presta massima attenzione alla saldatura per evitare che il ripieno fuoriesca in cottura. Assaggia sempre il ripieno prima di procedere alla preparazione, in modo da regolare il bilanciamento dei sapori, e controlla che non sia acquoso.

Una volta terminato, fai attenzione a non sovrapporre i ravioli: l'umidità del ripieno potrebbe farli attaccare. Il modo migliore per gustare i tortellini? In brodo, ovviamente! Per valorizzare gli altri formati puoi optare per il classico burro e salvia, che esaltano il sapore del ripieno senza coprirlo.

Come fare la pasta fresca - Cuocere la pasta fresca richiede tempi più brevi rispetto a quella secca: la durata esatta della cottura dipende da diversi fattori, in primis lo spessore della sfoglia. Per evitare che attacchi in cottura, ti consigliamo di aggiungere un filo di olio d'oliva mentre l'acqua bolle. E le dosi? Noi ti consigliamo di calcolare circa 60-70 g di pasta fresca per ogni commensale ... in fondo, c'è sempre tempo per il bis!


Articolo letto: 1001 volte
Categorie: Cucina


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook