Pratica accantonata per fare ilsesso orale, la masturbazione maschile nasconde in sé una carica di sensualità e di desiderio

Roma
15:30 del 20/05/2016
Scritto da Luca

Pratica accantonata per fare ilsesso orale, la masturbazione maschile nasconde in sé una carica di sensualità e di desiderio. Molte però non sanno stimolare a dovere il proprio partner, anche perché pensano che sia un po’ come fare pesi per gli avambracci, a dirla tutta.

Invece, come suggeriscono i saggi dell’Oriente, è una vera arte che richiede dedizione e maestria, in modo da liberare tutta la potenza sessuale e aprire le porte del piacere. Ecco, dal punto di vista pratico, cosa fare per procurare piacere assoluto attraverso la masturbazione.

Prima di tutto, ungere per bene la parte con dell’olio afrodisiaco o olio da massaggio,dapprima cospargendo le proprie mani e poi i genitali, in modo che tutta la parte sia lubrificata a dovere.

Per spalmare l’olio, usare le mani in maniera alternata prima la destra e poi la sinistra, spargendo l’olio dal basso verso l’alto, cioè dall’ano fino allo scroto e al pene. Non c’è pericolo se si abbonda troppo con l’olio, anzi, meglio: si massaggerà la parte più a lungo. Usando la mano, abbassare con estrema delicatezza la pelle del prepuzio verso il basso, muovendosi lungo l’asse del pene in erezione (anche se dovesse essere ancora a riposo: sarà questione di minuti che cambi aspetto!).

Col pollice e l’indice della mano, formare un anello intorno al glande e iniziare a ruotare delicatamente in senso orario. Col pollice dell’altra mano, invece, bisogna stimolare ripetutamente il glande. Entrambi i movimenti devono essere ripetuti più volte. Quando si ritiene opportuno, e, se è il caso, aiutandosi con un po’ di olio, eseguire sul pene 10 movimenti verso l’alto e 10 movimenti verso il basso, alternando la mano destra e sinistraEseguire la stessa operazione per 9 volte, alternando le mani, ma ogni due cicli di massaggi è bene fermarsi per qualche momento, in modo da lasciarlo in trepida attesa, magari per baciarlo e per stimolarlo in altre zone erogene.Arrivati all’ultimo movimento, infatti, lui arriverà alla conclusione più attesa.

Il dopo è importantissimo e a discrezione della partner. Carezze, coccole, abbracci, oppure ancora stimolazioni, oppure in procinto di fare sesso orale. Sicuramente lui sarà molto soddisfatto e rassicurato del fatto che la partner voglia dargli piacere!


Articolo letto: 1016 volte
Categorie: Sesso


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook