DIVENTARE CHEF STELLATI - Cucinare è la vostra passione e vorreste trasformarla in un mestiere?

Napoli
03:00 del 03/10/2019
Scritto da Carmine

DIVENTARE CHEF STELLATI - Cucinare è la vostra passione e vorreste trasformarla in un mestiere? Quella del cuoco è una professione sempre più richiesta, che può trovare sbocco in diversi tipi di attività, spesso ben retribuite: dai ristoranti agli alberghi, passando per le navi da crociera, spesso alla ricerca di nuovi talenti da inserire nella Brigata di cucina. E se l’Italia vi sta un po’ stretta, niente paura: un bravo chef può trovare lavoro in qualsiasi parte del mondo. L’iter da seguire per diventare uno chef di successo richiede molta costanza e determinazione, oltre che una certa dose di inventiva e creatività. Fondamentale è scegliere il giusto percorso formativo.

Gli Istituti Professionali per i Servizi Alberghieri
DIVENTARE CHEF STELLATI - La prima tappa per la formazione di uno chef professionista è l’Istituto Alberghiero, in gergo Ipsar, scegliendo l’indirizzo “cucina”. Per questa scuola sono passati Carlo CraccoBruno BarbieriAntonino CannavacciuoloDavide Oldani e tanti famosi chef italiani. Le Scuole Alberghiere sono diffuse su tutto il territorio nazionale e sfornano ogni anno professionisti molto apprezzati, sia in Italia che all’estero. Possono avere una durata di tre o cinque anni. Al termine dei tre anni si ottiene il diploma di qualifica professionale che già permette di accedere al mondo del lavoro.


Al triennio le materie comuni (italiano, matematica, storia, inglese, scienze, educazione fisica, religione) si riducono a 15 ore e quelle di indirizzo salgono a 17. I corsi presso l'Istituto, oltre a fornire una conoscenza sugli alimenti e le tecniche di cucina, servono soprattutto a creare una cultura personale e tecnica e a consentire la conoscenza di almeno due lingue straniere. Il lavoro vero e proprio si impara affiancando come stagisti o come apprendisti gli chef professionisti in grandi alberghi o strutture ricettive.
Molte delle Scuole Alberghiere italiane sono a numero chiuso ed è necessario superare una rigida selezione all’ingresso.

DIVENTARE CHEF STELLATI - Quindi, come si diventa uno chef Stellato Michelin?

  • Di certo il primo passo è di diventare uno chef! Si può frequentare un corso in una scuola culinaria di buona reputazione, dove imparare le basi ed entrare nel settore lavorando la propria carriera dal basso verso l’alto; da commi3, a commi2, a commi1, lavorando ad ogni diversa stazione della cucina passando da junior chef a senior chef fino a chef di partita. Segue nella scala gerarchica il sous chef e alla fine il capo chef. Un candidato amatoriale dovrà iniziare la carriera dal livello più basso come assistente, generalmente lavando i piatti e facendo i lavori più di base, lavorando la sua carriera verso l’alto fino a poter gestire la cucina.

  • Una volta diventati chef la passione e la creatività avranno il sopravvento. Come accostare e miscelare i sapori, come presentare i piatti, come pulire la cucina, sono tutti fattori che fanno guadagnare punti di fronte ad un ispettore Michelin.

  • Il fattore più importante al quale un ispettore da molto valore è la regolarità. Un ispettore Michelin, infatti, può visitare lo stesso ristorante più volte prima di decidere. Ogni volta che visiterà il ristorante, dovrà quindi avere la stessa esperienza impeccabile.

  • La freschezza e la qualità degli ingredienti sono di primaria importanza per l’ispettore Michelin. Queste accompagnate da tecnica di cottura, presentazione ed armonia dei sapori del piatto fanno decidere il merito designato.

Per qualificarsi alle stelle Michelin, il tuo ristorante deve trovarsi in una locazione coperta dalla mappa Michelin, se questo è il caso, il tuo viaggio inizia da quanto il tuo cibo sa farti riconoscere meglio degli latri, passando per la concorrenza locale, la critica e le riviste di cucina. Quando un campanello suona nell’orecchio di un ispettore Michelin, sarai visitato e quasi sicuramente senza saperlo. Quindi il tuo pensiero principale  deve essere quello di produrre un cibo di altissima qualità, usando gli ingredienti migliori e freschi e costantemente. E se sei fortunato un giorno, potresti ricevere una telefonata che dice: ”Bonjour, questo è (il nome) dalla guida Michelin, la stiamo chiamando per informarla che lei sarà incluso con 1 star nella prossima guida Michelin nella città di……”.


Articolo letto: 217 volte
Categorie: , Cucina


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook