Questa guida servirà a tutti coloro che vogliono aprire un bed and breakfast. Ecco alcune utili informazioni

Parma
12:55 del 06/12/2015
Scritto da Gerardo

Come aprire un bed and breakfast - Desiderio di cambiamento, voglia di mettersi in gioco e di arrotondare lo stipendio (o, in certi casi, di inventarsene uno). Eccolo, il plotone dei bed and breakfast, arrivato anche in Italia a quota 25mila strutture, e oltre. Secondo l’ultima rilevazione dell’Istat, infatti, sono almeno 40mila le persone impiegate nel settore con un giro d’affari da 128 milioni di euro. Dopotutto, quella per i bed and breakfast, un tempo modalità di soggiorno tipicamente British, è diventata sempre più diffusa anche nel Bel Paese, intesa come tipologia di viaggio low-cost ma anche come fonte di guadagno per giovani (e meno giovani) alle prese con l’aridità del mondo del lavoro. E allora, come faccio ad aprire un B&B?

Come aprire un bed and breakfast - Da qui, partiranno tutti gli adempimenti necessari alla creazione d’impresa, con l’obiettivo (almeno teorico) di semplificare il rapporto tra cittadino e PA. Attraverso lo sportello o il sito internet, infatti, sarà possibile ritirare la modulistica necessaria per presentare la Segnalazione certificata di inizio attività (ergo, la SCIA), ovvero l’autocertificazione che sostituisce ogni atto di autorizzazione, licenza, concessione non costitutiva, permesso o nulla osta per l’esercizio di un’attività imprenditoriale, commerciale o artigianale.

Come aprire un bed and breakfast - Il gestore, in pratica, dovrà essere residente nel B&B o nelle immediate vicinanze, così che gli ospiti possano sempre contare sulla sua presenza. Inoltre, bisogna verificare l’agibilità dell’immobile e la sua rispondenza ai requisiti urbanistico – igienico sanitari e di sicurezza prescritti per le abitazioni (superficie minima, servizi igienici, pulizia) etc. Secondo punto, la burocrazia, in questo caso, declinata in ambito regionale. L’attività del bed and breakfast, infatti, disciplinata giuridicamente con la Legge quadro 29 marzo 2001, n. 135 (Riforma della legislazione nazionale del turismo), rimette la regolamentazione di tutti i servizi ricettivi all’autonomia legislativa delle Regioni.


Articolo letto: 417 volte
Categorie:


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

bed and breakfast -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook