COME ACCEDERE AL DEEP WEB - Il web nel quale navighiamo ogni giorno, quello visibile, rappresenta solo una minima percentuale dei contenuti reali della rete (si dice il 4%).

Napoli
18:30 del 18/05/2017
Scritto da Gerardo

COME ACCEDERE AL DEEP WEB -Il web nel quale navighiamo ogni giorno, quello visibile, rappresenta solo una minima percentuale dei contenuti reali della rete (si dice il 4%). Sotto la superficie c'è tanto di più: il cosiddetto deep web, un territorio di bit poco esplorato e spesso sotto accusa, perché la sua apparente inaccessibilità ne fa anche il posto dei crimini e dei commerci illegali. Ma che cos'è davvero il deep web (o dark net)? Come vi si accede? E, soprattutto, cosa succede nelle sue segrete stanze?

COME ACCEDERE AL DEEP WEB -Cos'è il deep web
In parole semplici è quella parte di internet inaccessibile ai comuni strumenti che usiamo per navigare e che non può essere indicizzata dai motori di ricerca come Google. Per spiegarlo è utile la metafora dell'iceberg: al di sopra del mare c'è la parte più piccola, il web accessibile. Il grosso dell'iceberg, cioè il deep web, si trova invece sotto la superficie del mare. Infine ci sono le profondità marine, nelle quali si agita il mistero di internet e dove in pochi riescono a immergersi.

Come entrare nel deep web?

In questo caso è piuttosto semplice, perchè non sono richiesti software particolari: basta rivolgersi direttamente ai siti web del deep web, che come abbiamo visto sono anche social network molto popolari, ed iniziare ad interagire o cercare con gli strumenti interni forniti dal sito stesso. Ovviamente bisogna conoscere dall’inizio il portale a cui rivolgersi, e questa informazione può arrivarci dal passaparola come da liste presenti su internet.

COME ACCEDERE AL DEEP WEB -Motori di ricerca per il deep web

Deeperweb.com – Uno dei migliori motori di ricerca alternativi per il deep web.

Duckduckgo.com – Ne parlo qui approfonditamente

Dogpile – motore di ricerca con risultati aggregati

WWW virtual library – Elenco di aziende online multicategorizzato

FindSmarter.com – Altro motore di ricerca aggregato

Archive.org – Visualizza l’archivio cronologico di come erano i siti web, anche quelli scomparsi o molto vecchi.

National Security Archive – Classifica vari documenti ufficiali del governo USA.

adswww.harvard.edu – Cerca documenti accademici in campo fisico o astronomico

Quandl.com – Motore di ricerca per dati grezzi di natura statistica o finanziaria

Catalog.gpo.gov – Cerca pubblicazioni governative (USA) online

Pipl.com – Cerca persone online

COME ACCEDERE AL DEEP WEB -Motori di ricerca per il dark web


Attenzione: per consultare questi motori serve installare ed accedere a TOR.

Torch

Ahmia.fi

disconnect.me

The WWW Virtual Library

Onion URL Repository

notEvil

Yippy

COME ACCEDERE AL DEEP WEB -Come entrare nel dark web?

Per accedere al dark web è possibile farlo in questo modo:

si scarica e si installa TOR

si cercando indirizzi con estensione .ONION, oppure si accede al wiki nascosto che si trova all’indirizzo http://kpvz7ki2v5agwt35.onion/wiki/index.php/Main_Page, che è possibile salvare nei propri bookmark per utilizzo futuro; tale indirizzo, come potrete vedere, è inaccessibile da una connessione ordinaria (non viene risolto), ma tramite TOR si potrà accedere ad esso.

si iniziano a consultare i contenuti del wiki, che è strutturato modello Wikipedia e contiene riferimenti, guide e liste di URL del dark web.

Specifichiamo che, esattamente come avviene su internet “ordinaria”, molti contenuti non sono fruibili da chiunque, e molti non sono legali: per cui è bene fare attenzione a non permettere l’accesso al dark web ai minori.

Sul deep web si trovano essenzialmente servizi “paralleli” praticamente equivalenti a quelli utilizzati su internet: abbiamo ad esempio servizi finanziari basati su BitCoin e PayPal, servizi di natura commerciale, ma anche web hosting e servizi di file hosting. Esistono anche numerosi domini .onion che sono periodicamente messi in vendita, generando così un autentico mercato parallelo a quello delle estensioni che tutti conosciamo. Ci sono anche servizi di email anonimizzanti, chat anonime, social network, repository musicali, ma anche siti per adulti (spesso di natura illegale o decisamente controversa), e-commerce di vendita di droghe e molto altro ancora. Esistono infine una piccola (almeno in apparenza) parte di siti .onion italiani, mentre la maggioranza delle risorse sembra essere in inglese.

Quello che è certo è che, così come avviene in parte del mondo di internet a noi noto, in questa sorta di universo parallelo bisogna fare molta attenzione, tenere sempre un antivirus attivo ed utilizzare versioni di TOR sempre aggiornate. Attenzione, inoltre, che consultando le varie risorse sarà possibile imbattersi in contenuti illegali, violenti o pesantemente pornografici.


Articolo letto: 503 volte
Categorie: , Guide, Internet


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook