Stilata la classifica delle metropoli in cui la vita costa di più al mondo: svetta Singapore, quindi molte città dell’Europa del Nord. Si salva, per una volta, l’Italia: qualcosa di cui essere felici…

Milano
19:14 del 05/03/2014
Scritto da Albertone

Se pensate che sorseggiare un caffè in Piazza San Marco a Venezia sia cosa da ricchi o concedersi un pranzo in Galleria a Milano una possibilità concessa solo alla nobiltà, vi sbagliate di grosso. O, almeno, siete parzialmente fuori strada. In Italia il lusso vero e proprio non esiste. Certo, non mancano le “fregature” e laddove è possibile i commercianti cercano di lucrare senza badare troppo al rispetto del cittadino, ma all’estero va pure peggio. In quanto a tenore di vita e costo del quotidiano, il Belpaese può dirsi quasi al sicuro. C’è chi sta molto peggio, anche se ha degli stipendi che viaggiano a velocità doppia rispetto al nostro.
Una classifica, una delle poche, che può farci sorridere per davvero. La graduatoria è stata stilata dall’Economist Intelligence Unit per il 2014 e svela le metropoli più costose del mondo. Tanti i parametri tenuti in considerazione ed un unico dato incontrovertibile: a Roma, Milano, Venezia, Torino, Genova e via discorrendo, sopravvivere è fattibile. Si sta decisamente peggio a Singapore, dove i trasporti costano il triplo che a New York ed è il luogo più caro dove fare shopping. In sostanza, ovunque si debba andare, il portafogli si apre a fisarmonica e quasi sempre si richiude mezzo vuoto.
Al secondo posto non poteva mancare Parigi, ma qui il fascino della città rinascimentale val bene che piccola “fregatura”. Viaggiare, far shopping, spostarsi sul territorio e mangiare (bene…) costa nella capitale francese come in nessun’altra parte d’Europa. Lo sanno bene i turisti che scelgono questa meta solo per occasioni speciali o per tempi rapidissimi: la classica toccata e fuga a suon di baguettes e ostelli. In Europa più si sale e più lievita anche il costo dovuto.
Il terzo gradino del podio lo conquista Oslo, la capitale della Norveglia fa pagare oro praticamente tutto a fronte di servizi impeccabili. Tutto dev’essere perfetto, e per garantire la perfezione ovviamente occorre una discreta quantità di denaro a disposizione dello Stato. Non poteva mancare in classifica Zurigo, centro economico della Svizzera, al quinto spicca l’Australia con Sidney ed al sesto ecco la prima sorpresa: Caracas. La capitale della Venezuela, nonostante la crisi Politica e culturale in cui versa il Paese, non abbassa il costo della vita e assicura così lo squilibrio fra fasce ricche e povere di popolazione.
Seguono Ginevra e Melbourne, dove i cittadini vivono felici nonostante gli esborsi di denaro che devono distribuire pressoché ovunque. Tokyo, che nel 2013 era al primo posto in graduatoria, scende addirittura in nona posizione proprio davanti a Copenaghen, con la Danimarca che conclude così la top ten meno invidiata del mondo.
Si piazza solo 15esima Londra, più indietro tutte le italiane, anche se Roma all’estero gode di pessima fama e i tour operator consigliano sempre di stare all’occhio. E per risparmiare? Prendete l’aereo e godetevi prezzi bassi: Mumbai e New Delhi, in India, stanno in fondo alla classifica. La vita costa poco, il denaro vale molto. Che idillio…


Articolo letto: 2329 volte
Categorie: Curiosità, Economia


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook