Cina: deciso stop ai chioschi barbecue, sono inquinanti, ma dietro provvedimento pro ecologia di chiusura si sospetta persecuzione autorità contro uighuri

SHANGHAI
09:12 del 27/11/2013
Scritto da Luca

Smantellati causa inquinamento a Pechino oltre 500 barbecue illegali all'aperto, i tradizionali ristorantini diffusi nelle citta' cinesi che cucinano per lo più spiedini di carne per le strade. Le autorità hanno avviato la campagna anti-barbecue nell'ambito di un piano più ampio promesso per ridurre lo smog che soffoca la capitale e il Paese. Ma c'é chi sospetta anche una forma di ritorsione contro l'indocile minoranza musulmana degli uighuri: molto presente nel mercato dei chioschi.


Articolo letto: 1379 volte
Categorie: Esteri


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

cina - chioschi - chiusura - inquinamento - smog - barbecue - mercato - uighuri - ritorsione -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook