Il ciambellone è il classico dolce della nonna che con la sua consistenza soffice e morbida riesce a mettere d'accordo tutti, grandi e piccini.

Udine
10:00 del 04/11/2017
Scritto da Carla

Il ciambellone è il classico dolce della nonna che con la sua consistenza soffice e morbida riesce a mettere d'accordo tutti, grandi e piccini. Se avete poco tempo a disposizione e volete preparare un dolce genuino da tuffare nel latte a colazione o da accompagnare ad una tazza di tè a merenda, vi propongo una ricetta semplicissima e garantita: mai mangiato un ciambellone più buono e morbido! Gli ingredienti si contano sulle dita di una mano, sono quelli che abbiamo tutti in casa: farina, burro, uova, latte e zucchero. Un po' di lievito per dolci, una spolverata di zucchero a velo e la magia è pronta.
Ingredienti per uno stampo di 23 cm di diametro

Farina 00 500 g Zucchero 300 g Burro a temperatura ambiente 250 g Latte intero a temperatura ambiente 250 g Uova (circa 5 medie) a temperatura ambiente 275 g Uvetta 75 g Arancia candita 50 g Arance (la scorza e il succo) 1 Scorza di limone 1 Baccello di vaniglia 1 Lievito in polvere per dolci 16 g

PER LO STAMPO E LE UVETTE AMMORBIDITE

Burro q.b. Farina 00 q.b.

PER GUARNIRE

Zucchero a velo q.b.

Preparazione

Ciambellone della nonna

Per preparare il ciambellone della nonna cominciate assicurandovi che gli ingredienti da frigo siano a temperatura ambiente altrimenti si slegheranno tra loro. Grattugiate la scorza di limone e arancia e tenete da parte (1), poi dividete a metà l’arancia, spremete (2) e filtrate il succo in un recipiente. Quindi sciacquate l'uvetta e mettetela in ammollo con succo d'arancia (3).

Ciambellone della nonna

Nel frattempo setacciate la farina e il lievito in una ciotola (4) e mescolate (5). Prima di proseguire, imburrate e infarinate uno stampo da ciambella del diametro di 23 cm e alto 9 cm e accendete il forno. Ora che avete tutto pronto passate alla preparazione: in una ciotola versate il burro morbido, unite le scorze degli agrumi (6),

Ciambellone della nonna

i semi della bacca di vaniglia (7) e montate con le fruste versando lo zucchero un po’ alla volta (8-9).

Ciambellone della nonna

Dopo circa 5 minuti potete unire le uova versandole una alla volta (10), continuando a far andare le fruste. Lasciate montare ancora qualche minuto, fino a quando l'impasto non sarà spumoso e omogeneo (11). Infine aggiungete farina e lievito un po’ alla volta aiutandovi con un cucchiaio (12). Tenete sempre le fruste in funzione

Ciambellone della nonna

e stemperate versando il latte a filo (13). Spegnete e togliete le fruste. Scolate l’uvetta (14) e spolverizzate con un po’ di farina (15).

Ciambellone della nonna

Eliminate la farina in eccesso e unite l'uvetta alle scorze d’arancia candita (16). Ora versate 1/3 di impasto nello stampo e poi distribuite metà delle uvette e delle scorze candite (17). Ripetete ancora con 1/3 di impasto (18) e la restante parte di uvetta e scorze.

Ciambellone della nonna

Infine ricoprite con il restante 1/3 di impasto. Livellate la superficie (19) e il dolce è pronto per essere infornato. Cuocete in forno statico, già caldo a 180°, per circa 60 minuti: fate la prova stecchino a fine cottura. Una volta cotto, lasciate raffreddare completamente il ciambellone della nonna (20) prima di sformare e spolverizzare, a vostro piacimento, con lo zucchero a velo (21)!

Conservazione

Il ciambellone della nonna si conserva per 2-3 giorni sotto una campana di vetro in un luogo fresco. Se si preferisce si può congelare, meglio se già a fette.

Non è possibile conservare l’impasto da crudo, perciò una volta pronto andrà cotto subito.

Consiglio

Potete personalizzare il vostro ciambellone della nonna e renderlo ogni volta diverso: per esempio, invece delle scorze d’arancia, provate ad utilizzare dello zenzero candito. Oppure, invece della scorza d’agrumi, utilizzate delle gocce di cioccolato o spezzettate una barretta grossolanamente per un effetto più rustico. Infine potete dare un tocco di brio aggiungendo 2 cucchiai di cointreau o limoncello al succo per reidratare le uvette.


Articolo letto: 303 volte
Categorie: , Cucina


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook