Bellissima, sex-symbol della città di Parma e sorprendentemente coi… piedi per terra: ecco come si presenta una ragazza qualunque che in poco tempo è diventata fra le più desiderate del mondo dello spettacolo

Parma
21:18 del 14/04/2014
Scritto da Albertone

Se pensate che l’idea della “studentessa universitaria” sia quella resa celebre da Simone Cristicchi in uno dei suoi brani più celebri, allora vi sbagliate di grosso. Ed è bene che la vostra idea cambia immediatamente direzione. Chiara Faccioli “triste e solitaria” non lo è mai, forse nemmeno quando vorrebbe. Da qualche mese vive sulla cresta dell’onda, perennemente in copertina, sempre più attirata e ammirata dal mondo dello spettacolo. Eppure, un po’ a sorpresa, alla faccia della giovane età viaggia tremendamente coi piedi per terra.
Ragazza da copertina, si diceva. Fotomodella per hobby e ormai per professione, valletta in tv dove ha iniziato a compiere i primi passi davanti alla telecamera. Impossibile non osservarla, un unico segno particolare: bellissima. Eppure Chiara, che vive nella tranquilla Parma e le sue giornate le trascorre prevalentemente sui libri, arriva da una famiglia di umili origini, cresciuta in un quartiere popolari coi nonni paterni, un caratterino mica da ridere fin da quando era bambina.
Caratteristiche che nel tempo non perderà. Un po’ vamp e un po’ ragazza della porta accanto. Semplicemente perfetta e semplicemente acqua e sapone in base alle occasioni. “Ma da piccola ero una peste! Mi piaceva primeggiare, giocare coi maschietti tanto quanto con le altre bambine. Ero sicuramente più maschiaccio di oggi: correvo da tutte le parti, facevo gare in bicicletta e in monopattino, giocavo con la playstation e addirittura facevo Incontri di wrestling con gli altri bambini. Sognavo di andare negli Stati Uniti e diventare una delle “Divas” della WWE”. Sembra impossibile ma è così. E quando qualche sconosciuto entrava in casa, la timidezza la induceva a nascondersi sotto il divano di casa. Eppure una vena di talento artistico già c’era. “Con la mia amica del cuore facevo spettacoli di canto e balletti in casa, giocavamo a fare le presentatrici e ci esibivamo di fronte ai famigliari”. Poi arriva il periodo dell’adolescenza. La crisi bussa alle porte.

A 16 anni la recessione la costringe a mantenersi autonomamente. È già ora di crescere, alla faccia della spensieratezza dei teenagers. Ed è a questo punto che la sua bellezza diventa un’arma da sfruttare. Nel 2010 ecco la prima sfilata, a 16 anni vince il primo titolo a Miss Italia, l’anno successivo si qualifica finalista regionale per l’Emilia Romagna. In passerella trionfa in "Miss Motors Cinema", "Miss Motors Bike" e "Un volto per Parma Giorno&Notte", collabora con i marchi Kaisedo, Gianni Castaldini, Errèa, Martinez Diamanti, Kawasaki, Yahama e Ducati, F.C. Parma.
La carriera prosegue ad ampi passi, recita in un lungometraggio, partecipa ad una puntata del programma "Bar Sport", in onda su Tv Parma di cui diventerà nel 2014 ospite fissa. La fotografia rimane la sua fissa e la sua passione, un amore nato anni fa che le garantisce soddisfazione, piacere e qualche guadagno. “Eppure io ero un brutto anatroccolo: insicura, timida, anche un po’… secchiona! Con le prime fasce iniziai ad acquisire sicurezza e le soddisfazioni arrivarono anche da altri campi, come la fotografia. Oggi ho 20 anni e il mio lavoro comprende shooting e animazione, sono felice dei risultati e delle soddisfazioni che ho ottenuto fino ad ora e spero che continuino.  E’ come se fosse stato questo mondo a scegliermi, con una serie di opportunità che mi si sono presentate. Sono orgogliosa della donna che sono diventata, di essere riuscita a lasciarmi alle spalle la bambina timida ed insicura che ero”. [foto3]
Ma la Chiara extra-telecamere rimane sempre quella terra-terra di alcuni anni fa. Semplice, simpatica a pelle. “Sono una ragazza concreta, con la testa sulle spalle. Sono, prima di tutto, una studentessa con grandi ambizioni che riguardano una carriera anche al di fuori del mondo dello spettacolo. Mi piace viaggiare, la musica, la moda, la classe e l’eleganza. Amo gli animali e trascorrere del tempo con le amiche. Sono estremamente grata nei confronti di chi mi sostiene, i cosiddetti “fans”. Il successo di una persona, soprattutto in questo campo, è merito di chi ci apprezza. E’ vero che in certi casi ci vuole pazienza e spesso lo stress si fa sentire, ma non sopporto la gente (più o meno affermata) che tratta male i suoi sostenitori”.
Parole sante. Dette da chi, naturalmente, considera la bellezza un elemento fondamentale soprattutto per se stessa. “Sono vanitosa, lo ammetto, come del resto la maggior parte delle donne che lavorano nel mondo dello spettacolo! In questo settore è normale essere anche un po’ egocentriche. Esteticamente nel complesso mi piaccio, fin da bambina il mio canone di bellezza femminile è sempre stato quello della ragazza bionda con gli occhi azzurri. E’ una cosa innata! Posso dire di essere abbastanza soddisfatta del mio aspetto. Sono una sostenitrice della femminilità incarnata dalle curve, che non mi mancano. Anche se qualcosa che vorrei cambiare di me, come tutte le donne, c’è sicuramente”. Alla faccia delle taglie 36, ama il cibo e detesta le diete. “Fortunatamente riesco a mangiare quel che voglio e quanto voglio! Mi mantengo in forma ballando, è un modo per scaricare le energie e sfogarmi. In passato ho lavorato anche come ballerina, i ritmi erano intensi e si rivelò meglio di una palestra!”. Agli occhi degli uomini, naturalmente, impossibile passare inosservati. “Sono consapevole di colpire gli uomini, che mi vedono come una Barbie. Una Barbie con cui però non si può giocare! Nell’involucro di una bambola c’è una ragazza intelligente, determinata e dal carattere forte. A primo impatto inevitabilmente attiro l’ attenzione, so di essere appariscente. I miei colori non sono i tipici colori della ragazza italiana, c’è chi mi chiede se sono americana, chi mi chiede se sono svedese… Penso di essere un tipo particolare e di piacere anche per questo”.
In tanti la corteggiano, la ammirano, vorrebbero conquistarla. La visibilità produce anche questo. E che si fa allora? L’ennesima risposta di Chiara che spiazza la concorrenza. “Il successo per me è il vedere le proprie ambizioni realizzate, i risultati ottenuti nonostante chi non credeva nelle tue capacità, la soddisfazione di aver deluso le aspettative di chi voleva vederti fallire. Odio la presunzione, sono agli esordi in questo mondo. Mi sono accorta di essere conosciuta perché spesso il mio nome è sulla bocca di persone che nemmeno conosco. Essere un personaggio pubblico significa essere una persona normale costantemente sottoposta ai giudizi della gente, alle critiche e all’invidia di chi non ti conosce, alle voci che girano e ai pregiudizi”.
La vita privata, inevitabilmente, cambia, “le persone non vedono l’ora di  poter parlare delle tue cose personali. Perdi una parte della tua libertà. Hai l’obbligo di soddisfare sempre le aspettative della gente. Se qualche anno fa ci rimanevo molto male, ora non me ne importa nulla. Mi interessano le opinioni delle persone a cui tengo. Essere conosciuta mi ha dato più opportunità, soprattutto a livello lavorativo e per questo sono grata. Non mi lamento, appartenere a questo mondo è una scelta: si accettano i pro e i contro”. 


Articolo letto: 5392 volte
Categorie: Gossip, Moda


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

chiara - faccioli - parma - foto -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook