Wembley ospiterà una finale tutta tedesca il 25 maggio, si incontreranno il Bayern Monaco e il Borussia Dortumund

BARCELLONA
10:05 del 02/05/2013
Scritto da Luca

Per la prima volta nella storia della Champions League la finale sarà disputata da due squadre tedesche.
Il Borussia, infatti, conquista la finale eliminando il Real madrid di Mourinho, a cui non basta vincere per 2-0 la semifinale di ritorno, con le reti di Benzema al 38' st e Ramon al 43' st, che fanno tremare i tedechi.
Mentre il Bayern, ha conquistato la finale umiliando di nuovo il Barcellona, vincendo la semifinale di ritorno al Camp Nou per 3-0 con reti di Robben al 4' st, autorete di Piquè al 27' st e Muller al 31 st.

Sabato 25 maggio a Wembley sapremo quale delle due squadre arrivate in finale alzerà al cielo la coppa con le orecchie. Bisogna prendere atto dell'attuale superiorità del calcio tedesco e la condizione ottimale con la quale le due squadre superstiti sono arrivate in questa fase finale della competizione europea.
Probabilmente il Barcellona di qualche mese fa non avrebbe subito quasi impotente la superiorità di una qualsiasi altra squadra, un cappotto così non l'avrebbe preso da nessuno.
Ma è il Bayern Monaco è stato superlativo, ha dimostrato già con la sfida alla Juventus e ancora di più in quella contro il Barcellona di avere 'fame', 'tecnica', 'potenza' e soprattutto 'carattere'.
Dopo aver perso due finali nelle ultime tre edizioni della Champions League contro Inter e Chelsea, non può e non deve lasciarsi sfuggire la consacrazione definitiva che sarebbe un giusto riconoscimento per una società modello che ha lavorato sodo e pianificato ogni dettaglio.
La sorpresa del torneo continentale, è invece il Borussia Dortmund, altrettanto sontuoso, con una grande voglia di vincere, con l'entusiasmo che cresce di pari passo con le affermazioni e i risultati ottenuti, ma sulla carta un pizzico meno attrezzato.
Certo ha sovvertito le previsioni dell'incontro con il Real madrid che molti vedevano nettamente favorito nella sfida e che per poco non riusciva nell'impresa di eliminare la squadra tedesca, disputando un finale di partita veramente avvincente, con i tifosi delusi del risultato finale ma contenti dell'atteggiamento e comportamento complessivo della squadra.

Se qualcuno ancora si chiedesse perché il calcio è lo sport più seguito e imprevedibile, probabilmente non ha visto gli ultimi dieci minuti più recupero della sfida del Bernabeu.
Un concentrato di emozioni, gioia e rabbia, grinta e foga mista a sconsolatezza.
Al Real Madrid non è riuscita la remuntada clamorosa dall'1-4 dell'andata, ma gli uomini di Mourinho ci sono andati più che vicini.
Tutto lasciava pensare a una tranquilla festa per il Borussia Dortmund, anche perchè prima del gol di Benzema, le occasioni più clamorose erano capitate a Lewandowski e Gundogan.
A Mourinho e al Real Madrid invece non è bastato l'impegno, la enorme voglia e l'orgoglio mostrato dai giocatori per cercare di sovvertire il risultato edopo aver più volte rischiato il tracollo in diverse circostanze.
Al Camp Nou, invece, non c'è stata praticamente partita. Il Barcellona di Tito Villanova, nonostante la 'remuntada' conclamata, non ha fatto neanche il solletico al Bayern, sceso in campo senza paura, forte del largo vantaggio accumulato all'Allianz Arena una settimana fa.
Resistenza nel primo tempo e assalto nel secondo. Tutto con una facilità e una naturalezza disarmanti.

L'era spagnola cede il passo al nuovo che avanza.
A Wembley, teatro della finale di Champions del prossimo 25 maggio, ci sarà dunque il Borussia Dortmund a diciassette anni dall'ultima volta, che affronterà la corazzata bavarese del Bayern Monaco, con un grande tecnico, Jupp Heynckes, che sarà sotituito da Guardiola dal prossimo anno, nonostante negli ultimi 4 anni abbia raggiunto tre finali.
Nel 2011, nella finale di coppa nazionale tedesca, tra il Bayern ed il Borussia si impose quest'ultimo, Klopp spera che questo si verifichi anche nella finale di Champions, ma deve dimostrare la solita compattezza unita a qualità e quantità ma anche alla capacità di soffrire e reggere l'onda d'urto dei cugini del Bayern Monaco.


Articolo letto: 2070 volte
Categorie: Calcio


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Champions League - Bayern - Borussia - semifinale - Klopp - Heynckes -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook