Un ottantenne ha contattato due romene con l'obiettivo di abusare delle figlie minorenni: le due, però, lo hanno derubato

Benevento
12:58 del 31/12/2014
Scritto da Gerardo

Certe vicende ci hanno aiutato a comprendere che ha davvero ragione chi dice che al peggio non c'è mai fine. Ogni giorno veniamo a conoscenza di situazioni assurde, di gente che tenta di approfittare del prossimo in qualunque modo, chi per dare sfogo ai propri istinti sessuali, chi, invece, solamente per avidità di danaro.

Tutto ciò evidenzia in Maniera netta la crisi nella quale è piombata la nostra società. Parliamo di una crisi di valori che un tempo erano alla base di ogni comunità, regole che invece oggi vengono costantemente violate perché ormai tutti pensano di poter fare tutto e di rimanere impuniti.

Ha dell'assurdo ciò che è accaduto a Benevento. Un uomo di 80 anni ha contattato due romene le quali hanno messo a disposizione dell'anziano le due loro figlie minorenni. Le ragazze, una volta giunte nella sua abitazione, hanno approfittato di un momento di distrazione dell'uomo per sottrargli 600 euro. La vicenda si è conclusa con cinque denunce. L'anziano è stato denunciato per tentata violenza sessuale ai danni di minori, le due mamme per sfruttamento della prostituzione e le due ragazzine per il furto commesso nell'abitazione dell'uomo. Nessuno si è fatto mancare nulla.


Articolo letto: 687 volte
Categorie: Cronaca, Sociale


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook