Berlusconi chiama Alfano, la Lega ammorbidisce i toni e Fratelli d'Italia attende solo di essere coinvolto nella nuova alleanza. Ecco il tentativo per sconfiggere Matteo Renzi

Milano
08:34 del 26/07/2014
Scritto da Albertone

Prove tecniche di riconciliazione. Volemose bene è la parola d'ordine all'interno del centrodestra dove fra Silvio Berlusconi e Angelino Alfano pare nuovamente scoppiata la pace. Naturalmente una pace armata, indispensabile se si vuole sperare almeno di impensierire Matteo Renzi e il suo Pd alle prossime elezioni. D'altronde la batosta delle Europee è stata pesante e nessuno nell'opposizione vuole rischiare di ripetere la figuraccia alle prossime Politiche, Regionali o Comunali. La forza della sinistra dopo anni di litigi e frammentazioni è quella di aver inglobato in un unico contenitore - il Partito democratico - tutto l'elettorato che da sempre si ispira ai valori di sinistra.

Dall'altra parte dello schieramento, invece, è successo esattamente il contrario. Silvio Berlusconi ha fallito nella missione di riunire i moderati e fondare un imponente Partito popolare, mandando allo sbaraglio tutti i suoi candidati. Attualmente Forza Italia vale il 16%, la Lega poco più del 6, il Nuovo Centrodestra il 5 e Fratelli d'Italia nemmeno il 4, oltre a qualche decina di migliaia di voti dispersi confluiti nei partiti minoritari dello schieramento o persino al centro. così ovviamente non si può pensare di vincere, tantomeno di governare. Così, Berlusconi ha scelto di compiere il primo passo. Al Cavaliere naturalmente non va giù il fatto di dover svolgere il ruolo di Figlio al prodigo cercando l'esule Angelino Alfano, ma gli azzurri da soli non hanno nessuna possibilità di conquistare la maggioranza del Parlamento continuando a litigare con gli ex alleati.

Così, fra Forza Italia e Nuovo Centrodestra si sta alimentando un fitto dialogo, bloccato però dalle posizioni contrapposte delle due forze politiche nei confronti proprio del premier Renzi. La sensazione è che al Nuovo Centrodestra convenga stare al Governo per avere visibilità e un minimo di riscontro da parte di un elettorato comunque nuovo. Forza Italia invece sta cercando di far breccia - per l'ennesima volta - nel cuore dei ciellini nel tentativo di riportarli alla base. Operazione complicata.

Più semplice invece tornare a tessere i rapporti con la Lega nord, che nella Padania formata da Lombardia, Veneto e Piemonte è tornata ad avere percentuali decisive per vincere alle tornate Amministrative e Regionali. Anche i lumbard, da sempre partito di lotta e di opposizione, sanno bene quali benefici porti lo stare al Governo ed avere le persone giuste nei posti strategici. I rapporti con Berlusconi da anni non sono idilliaci, soprattutto da parte della base che non vorrebbe l’alleanza. Ma i numeri sono numeri, e la matematica anche in Politica non è un’opinione. Ma Berlusconi vuole tornare ad avere rapporti coi i lumbard e al tempo stesso non ha mai smesso di ammiccare a Fratelli d’Italia, dove militano persone come Giorgia Meloni e Ignazio La Russa che col Cavaliere hanno vissuto anni di governo della Nazione. Il peso del partito, nato come meteora, è invece rilevante nello scacchiere e riuscire a comprendere anche la destra più tradizionalista nello schieramento sarebbe già un passo in avanti. A conti fatti, la somma fra Forza Italia, Lega Nord, Nuovo Centrodestra e Fratelli d’Italia ad oggi vale tra il 32 e il 34%, che è già qualcosa per sfidare un Renzi oltre il 40%...


Articolo letto: 875 volte
Categorie: Politica


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Berlusconi - alfano - arcore - centrodestra -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook