Cavani nella sua prima conferenza parla della sua ex squadta: a Napoli 3 anni spettacolari, una città magnifica in cui voglio ritornare

PARIGI
20:00 del 17/07/2013
Scritto da Carmine

All'aeroporto di Parigi l'accoglienza non è stata simile a quella di Mario Gomez alla Fiorentina. Sono state poche le persone che hanno atteso l'arrivo nella capitale francese di Edinson Cavani. Del resto era capitato qualcosa di simile anche a Lavezzi quando lasciò il Napoli proprio per il Psg. Anzi, in quell'occasione l'argentino fu paradossalmente accolto da alcuni tifosi partenopei che volevano approfittarne per vedere l'ultima volta da vicino quel campione che aveva acceso l'entusiasmo della piazza napoletana.

Dopo la firma del contratto con la sua nuova squadra, il Matador si è diretto in sala stampa in compagnia del presidente Nasser Al-Khelaifi e si è presentato ai suoi nuovi tifosi: "Sono contento di essere qui e di far parte di questo progetto - ha dichiarato l'uruguaggio - . Ringrazio i miei agenti, Leonardo e tutti coloro che hanno fatto sì che mi trasferissi al Psg. Devo ringraziare anche la gente di Napoli. Avevo bisogno di approdare in una grande squadra come questa, si può vincere tanto. Questo è un progetto ricco ed ambizioso. Il Psg è tra le migliori squadre al mondo in questo momento. Sono uno che vuole sempre giocare. Sono arrivato in un team che già lo scorso anno ha vinto il campionato ma si può sempre migliorare. Il Psg può vincere la Champions League ed io cercherò di dare il mio contributo affinché ciò avvenga".

Il Matador parla anche di Ibrahimovic: "Credo che possiamo giocare e vincere insieme, per me è un onore giocare al fianco di un campione come Zlatan. Spero di comporre una grande coppia d'attacco insieme a lui".
Sul suo ingaggio importante: "Per me conta soprattutto la fiducia di società ed allenatore, i soldi vengono dopo. Il presidente ha creduto in me e questo non può che rendermi felice".

Il Matador conosce già alcuni giocatori del Psg: "Ho giocato insieme a Lavezzi nel Napoli e con Pastore al Palermo. Conosco anche Lugano e questo è importante per me. E' bello ritrovare tutti loro, mi daranno una mano per facilitare il mio ambientamento".

Cavani commenta anche l'alta concorrenza per il titolo di capocannoniere della Ligue 1 e parla del campionato francese: "Non sarà facile diventare il migliore attaccante della Francia. Sarà una bella lotta ma noi vogliamo fare tanti gol e vincere. Conosco il campionato francese ma conosco soprattutto la squadra che lo ha vinto. E' questo ciò che conta".

L'uruguaiano affronta, poi, il tema Napoli, la città e la squadra nella quale si è consacrato: "Al Napoli ho trascorso tre anni stupendi, un calciatore, però, si pone degli obiettivi che vuole sempre superare. Il progetto del Psg mi piace ma voglio dire al popolo napoletano che porterò sempre nel cuore la città ed i colori azzurri. Amo Napoli ed avrò sempre voglia di tornare lì, alla squadra auguro di vincere tanto ma adesso sono al Psg e devo dare tutto per la mia nuova squadra".
Chissà se queste parole serviranno ad "addolcire" i tifosi partenopei, o almeno quella parte di essi che non ha accettato il suo addio.

A fine luglio al San Paolo ci sarà l'amichevole proprio tra i parigini e gli azzurri e quella sarà già una buona occasione per valutare la reazione dei tifosi azzurri sia con lui che con Lavezzi. In ogni modo Cavani fa ormai parte del passato della squadra di De Laurentiis e del presente del Psg. Il Matador ha espresso la volontà di giocare con Ibra, chissà se verrà accontentato. Sicuramente il prossimo anno in Ligue 1 a contendersi il titolo di capocannoniere ci saranno due attaccanti come Cavani e Falcao, tra i più forti al mondo, pronti a darsi battaglia a suon di reti.


Articolo letto: 1706 volte
Categorie: Calcio


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Marco

20/07/2013 17:35:13
Ok la la voglia di Cavani era senz'altro di vincere trofei, ma sicuramente secondo me ne avrebbe avuto la possibilità anche nel Napoli. Ormai dobbiamo farcene una ragione che i migliori giocatori maturano in Italia per poi trasferirsi in questi grandi club stranieri, dove almeno percepiscono il doppio rispetto a quello che avrebbero guadagnato in Italia. Oltre alla voglia di trofei c'è anche molta voglia di denaro...
0

Carmine

20/07/2013 15:56:24
Cavani è un grandissimo acquisto per il Psg. Io sono convinto che farà benissimo anche lì. Nell'ultimo periodo si è fatto distrarre troppo anche da vicende che non riguardano strettamente il calcio giocato ma sul terreno di gioco saprà dimostrare il suo immenso talento. Ha alle spalle giocatori importanti e sarà chiamata a vincere il titolo di capocannoniere al cospetto di Falcao, altro grande acquisto della Ligue 1 ma da parte del Monaco
0

Albertone

20/07/2013 09:53:46
Cavani a Parigi troverà un mondo diverso da quello di Napoli, dove era l'idolo assoluto non solo di una curva ma di una città intera. A Parigi troverà un ambiente dove l'unica parola d'ordine sarà vincere, dove la tensione potrebbe salire alle stelle e dove sarà chiamato per forza a ripetersi. Ci riuscirà?
0

daniele

19/07/2013 16:33:34
Che peccato non rivedere cavani al napoli ed in serie A. Il campionato italia non può competere con gli altri, economicamente siamo su pianeti differenti rispetto a Premier, Ligue 1, Bundesliga e Liga. L'unica speranza che ci è rimasta è legata all'applicazione del fair-play finanziario: solo così si potranno abbassare i costi di questo sport che ormai sono sproporzionati, a dir poco...
0

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook