Fu arrestato per uno scandalo legato alle tangenti, ora dovrebbe insegnare agli studenti all'università ma gli studenti dicono di no

Venezia
19:00 del 24/11/2014
Scritto da Gerardo

Nella vita capita a tutti di sbagliare, ci mancherebbe. Sta di fatto che per i propri sbagli si deve pagare e si deve prima dimostrare di aver capito la lezione. Una seconda chance può anche essere concessa ma bisogna conquistarsela, non è giusto avere tutto e subito mentre c'è gente che deve lottare anche per il più piccolo dei diritti.

A Venezia si è parlato per mesi dell scandalo Mose che ha portato all'arresto, tra gli altri, del sindaco Giorgio Orsoni accusato di aver violato la norma in materia di finanziamenti ai partiti. Sembra, infatti, che al sindaco siano finiti 560mila euro per la campagna elettorale. Fu questo uno dei tanti eccellenti arresti in merito al Mose, progetto ancora in fase di realizzazione finalizzato a difendere Venezia dalle acque alte.

A distanza di mesi si torna a parlare di Orsoni che potrebbe occupare all'università di Venezia la cattedra di diritto commerciale del turismo. Gli studenti si ribellano e questa scelta, convinti che Orsoni non abbia i requisiti etici e che un ruolo del genere andrebbe assegnato ad una persona che rappresenti un esempio non soltanto a livello accademico. Come dargli torto.


Articolo letto: 686 volte
Categorie: Cronaca, Sociale


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook