Catania: dipendenti ospedali infuriati con il governo per i tagli indiscriminati agli stipendi.

Catania
12:26 del 11/11/2014
Scritto da Gerardo

Ancora polemiche nella sanità italiana. Questa volta sono gli infermieri catanesi a ribellarsi. “Tagli senza criterio e mentalità aziendalista”. Ecco alcuni commenti di infermieri della città siciliana. Davvero incredibile, il nostro governa taglia dove c’è da investire. Pazzesco.

A seguito, infatti, delle lamentele dei familiari dei pazienti “costretti” a fare le notti nelreparto di Neurologia in Area Critica, il sindacato apre una bagarre e rincara la dose: “Certamente un’infermeria – incalza Coniglio – per due reparti comunicanti non va bene, queste devono essere vicine ai pazienti per sentire e vedere cosa succede in corsia: è la direzione che deve immediatamente risolvere la problematica organizzativa e logistica. Anche alla nostra segreteria giungono lamentele e segnalazioni da parte di pazienti e cittadini sulle lunghe attese”. Il sindacato, inoltre, evidenzia le numerose criticità che insisterebbero nell’ambito ospedaliero al centro della controversia. “Ricordo – aggiunge – ai vertici aziendali che al pronto soccorso del Garibaldi servono urgentemente dieci infermieri e sette medici. L’attuale personale in servizio non riesce ad assistere con qualità e lucidità urgenze: mancano dieci Infermieri: due al triage, due in sala chirurgia, quattro in sala medicina e due all'Obi (osservazione breve intensiva)”.


Articolo letto: 789 volte
Categorie: Cronaca, Sociale


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Cronaca Catania -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook