Castagnole di ricotta, ricetta. Uno dei simboli tipici della festa del Carnevale sono le castagnole, morbide e golose palline tipiche di tante regioni d'Italia da Nord a Sud, con piccole varianti tra una zona e l'altra

Napoli
09:30 del 09/02/2016
Scritto da Carla

Castagnole di ricotta

Uno dei simboli tipici della festa del Carnevale sono le castagnole, morbide e golose palline tipiche di tante regioni d'Italia da Nord a Sud, con piccole varianti tra una zona e l'altra. Sappiamo che molti di voi hanno già pronto tegame e olio per friggere... e anche oggi non deluderemo le vostre aspettative per preparare questa prelibatezza tipica del periodo, ma rivisitata! Una versione un pò diversa delle classiche castagnole, ancora più morbide e gustose: le castagnole di ricotta! Vi conquisteranno al primo morso, grazie alla loro consistenza e al sapore delicato. Siamo sicuri che anche voi non saprete resistere a queste piccole sfere di tenera bontà, quindi Mani in pasta e preparate insieme a noi le castagnole di ricotta!

Ingredienti per 30 castagnole

Farina tipo 00 135 g Farina tipo 00 per infarinare le mani 20 g Ricotta vaccina 240 g Zucchero semolato 60 g Uova una da 55 g Lievito chimico in polvere per dolci 6 g Arance la scorza grattugiata di 1

PER FRIGGERE

Olio di semi di arachide 500 ml

PER COSPARGERE

Zucchero a velo q.b.

Preparazione

Castagnole di ricotta


Per preparare le castagnole di ricotta cominciate lasciando quest’ultima a scolare del siero in eccesso. Per farlo vi basterà sistemare la ricotta in un setaccio e lasciarla sgocciolare 2 ore all’interno di un recipiente (meglio se tenuta in frigo!). Trascorso il tempo setacciatela e versatela in un recipiente (1) unite l'uovo e lo zucchero (2), mescolate energicamente, per amalgamare tutti gli ingredienti. Grattugiate la scorza di un’arancia, precedentemente lavata e asciugata (3)

Castagnole di ricotta

e mescolate ancora. Poi incorporate farina e lievito che avrete setacciato preventivamente (4), aggiungendo un cucchiaio alla volta al composto, così da non formare grumi e mescolate con una spatola. Quando avrete inserito tutta la farina noterete che l’impasto risulterà morbido e appiccicoso (5), quindi per poter formare delle palline di circa 16 grammi l’una, infarinandovi spesso le mani per riuscire a dare la forma (6).

Castagnole di ricotta

Con queste dosi, dovreste ottenere circa 30 castagnole (7). In un tegame versate abbondante olio di semi di arachide e non appena sarà arrivato alla temperatura di 170° (da tenere sotto controllo con un termometro da cucina) immergete poche sfere per volta (8), in questo modo la temperatura non si abbasserà troppo e le castagnole non si inzupperanno d’olio. Dopo 3-4 minuti di cottura, saranno dorate e pronte per essere scolate (9).

Castagnole di ricotta

Mano a mano che le cuocete adagiatele su carta assorbente da cucina (10). A questo punto le vostre castagnole di ricotta sono pronte per essere spolverizzate con lo zucchero a velo (11). E non vi resterà che gustarle (12)!

Conservazione

Potete preparare in anticipo le castagnole di ricotta, basterà sistemarle su un piatto con carta forno e coprirle con pellicola trasparente: conservatele in frigo prima di friggerle! Si consiglia di consumarle subito una volta cotte.

Consiglio

I profumi tipici delle castagnole di ricotta? Oltre all’arancia, potete utilizzare il limone o il mandarino. Mentre per i più golosi 1 cucchiaio di anice o limoncello nell’impasto.

Volete realizzare le castagnole come vuole la tradizione? Potete friggere con lo strutto al posto dell'olio di semi.


Articolo letto: 1288 volte
Categorie: Cucina


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook