Cassazione: insulti su Facebook? Rischi il carcere. Facebook è paragonabile ad un qualsiasi sito web quindi chi insulta e offende sul noto social network rischia il carcere

Firenze
09:50 del 24/05/2015
Scritto da Gerardo

Facebook è paragonabile ad un qualsiasi sito web quindi chi insulta e offende sul noto social network rischia il carcere. Lo ha stabilito una sentenza della Corte di Cassazione chiamata a dirimere una controversia legale tra due ex coniugi. La vicenda infatti parte proprio da una denuncia per diffamazione presentata da uno dei coniugi nei confronti dell'altro dopo la separazione. L'altro infatti aveva iniziato a postare sul suo account facebook commenti offensivi diretti all'ex moglie facendo scattare la causa. Il procedimento giudiziario per diffamazione aggravata in prima seduta era stato incardinato davanti al giudice di pace e dunque in sede civile, ma questi ha dichiarato la sua incompetenza ritenendo la diffamazione su Facebook aggravata dal mezzo della pubblicità e quindi di competenza del tribunale. Quest'ultimo era stato di parere opposto facendo nascere un contenzioso. Gli atti infine sono stati trasmessi alla Corte Suprema per la risoluzione del conflitto. La Cassazione quindi ha dato ragione la Giudice di pace sancendo che la diffamazione su Facebook deve essere considerata aggravata dal mezzo della pubblicità e che pertanto la pena da applicare può essere il carcere.


Articolo letto: 668 volte
Categorie: Internet, Nuove Leggi


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Cassazione - Facebook - Social Network - Internet -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook