Aula vuota durante la discussione sull’Istituzione di una Commissione d’inchiesta sulla morte di Giulio Regeni.

Roma
05:00 del 03/05/2019
Scritto da Luca

Aula vuota durante la discussione sull’Istituzione di una Commissione d’inchiesta sulla morte di Giulio Regeni.

La politica dovrebbe dare l’esempio, sempre. E invece, ancora una volta, ci ritroviamo ad assistere a una scena pietosa: il vuoto dell’aula parlamentare durante la discussione sull’Istituzione della Commissione d’inchiesta sulla morte di Giulio Regeni.

Tra i deputati presenti: 8 del Pd, 4 del Movimento 5 stelle, 2 per Lega e Liberi e uguali, un solo deputato per Forza Italia e nessun parlamentare per Fratelli d’Italia. Su 630 deputati, soltanto 19 hanno partecipato al dibattito: “colpa” delle ferie?


L’incontro tra Conte e Al Sisi sul caso Giulio Regeni

Solo qualche giorno fa, il 27 aprile, il giornale La Repubblica pubblicava una lettera dei genitori di Giulio Regeni che chiedevano al Presidente del Consiglio di farsi “portavoce della richiesta di Verità e Giustizia sul rapimento del figlio“.

Il ricercatore friulano fu trovato morto e con evidenti segni di tortura il 4 febbraio 2016 nella periferia della capitale egiziana. Ad aprile 2016 il governo italiano aveva provveduto al ritiro dell’ambasciatore, in attesa di chiarimenti sul caso, ma la decisione era stata poi rivista il 14 agosto 2017. Nel frattempo la richiesta di una verità da parte della famiglia di Regeni e il lavoro della Procura di Roma non si sono mai interrotti. Con i pm che hanno dovuto affrontare le resistenze della controparte egiziana e i continui depistaggi per complicare la ricostruzione di quanto successo al ricercatore italiano tra il 25 gennaio e il 4 febbraio del 2016 al Cairo. Dopo l’ennesima spedizione a vuoto dei magistrati italiani, il 29 novembre scorso il presidente della Camera, Roberto Fico, aveva scelto in autonomia di rompere le relazioni diplomatiche con il Parlamento egiziano. Mentre i magistrati romani sono andati avanti con l’inchiesta iscrivendo 5 persone nel registro degli indagati.


Articolo letto: 360 volte
Categorie: , Denunce, Politica


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook