Si è chiusa un'importante indagine relativa alla corruzione all'interno di un carcere: ecco come i boss comandavano

Padova
18:51 del 21/11/2014
Scritto da Gerardo

Spesso ci vogliono mesi se non anni per riuscire ad intercettare pregiudicati e latitanti pericolosissimi che nel corso della loro carriera criminale si sono macchiati di tantissimi crimini e reati. La gente onesta è contenta quando sa che queste persone vengono assicurate alla giustizia ma spesso non sa che i boss continuano a comandare, anche in carcere.

Nei penitenziari italiani c'è stata in passato e forse c'è ancora una corruzione dilagante. Ad alcuni detenuti viene permesso di vivere come se fossero a casa loro e viene addirittura data loro la possibilità di comunicare con l'esterno. Spesso nemmeno il 41bis riesce a fermare questo scandalo.

Nel carcere Due Palazzi di Padova per anni alcuni boss, esponenti chi della Camorra chi della Sacra Corona Unita, hanno dettato legge grazie anche al consenso di alcuni agenti della polizia penitenziaria corrotti oltre che di avvocati. All'interno delle loro celle arrivava la droga e tutte le loro richieste venivano esaudite. Cinque mesi fa la prima ondata di arresti, ora l'indagine è stata chiusa e parecchie persone saranno sottoposte ad un processo.


Articolo letto: 817 volte
Categorie: Cronaca


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook