Carabinieri in borghese e spacciatori che abboccano | L’analisi di Italiano Sveglia

Padova
11:04 del 18/01/2015
Scritto da Gerardo

I carabinieri e, in generale, le autorità locali dovrebbero fare questi controlli molto più spesso, soprattutto nel weekend. IL PRIMO ARRESTO. I carabinieri, in serata, hanno effettuato un servizio ad hoc, data la massiccia presenza di tossicodipendenti nella zona. Tre le persone finite in manette. Nel primo caso di tratta di un marocchino di 31 anni, che ha avvicinato un militare mostrandogli una pallina di cocaina. Inevitabile l'arresto in flagranza di reato.

IL SECONDO ARRESTO. In un secondo momento, gli uomini dell'Arma hanno notato un tunisino che, probabilmente sprovvisto di droga, ha telefonato ad un altro connazionale. Quest'ultimo lo ha raggiunto in bicicletta, cedendogli una bustina di cocaina in cambio di 50 euro. Poco dopo, il tunisino ha tentato di rivendere quella stessa droga, sempre ad un carabiniere, per 70 euro. Anche in questo caso sono scattate le manette.

IL TERZO ARRESTO. I militari si sono quindi lanciati all'inseguimento dell'uomo che gli aveva portato la cocaina. Dopo averlo rincorso, c'è stata una colluttazione, in seguito alla quale, uno dei carabinieri ha riportato una ferita alla caviglia. Alla fine, anche il secondo tunisino è stato arrestato. Per lui all'accusa di spaccio, si aggiunge quella di resistenza a pubblico ufficiale.


Articolo letto: 550 volte
Categorie: Cronaca


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

News Padova -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook