La data dell’inaugurazione doveva essere il 18 maggio e ai cittadini doveva essere offerta in omaggio una canna. Ma il conto alla rovescia sta per scadere e nulla si muove ancora in Piazza IV Novembre…

Milano
09:06 del 07/05/2014
Scritto da Albertone

Sì, forse… anzi no. Chi ci sperava, chi pensava che questa fosse la volta buona, dovrà probabilmente ricredersi. Il conto alla rovescia sta per scadere ma per il primo Cannabis Social Club in quel di Milano bisognerà probabilmente aspettare. Il 18 maggio in Piazza IV Novembre, a due passi dalla stazione centrale, doveva alzarsi la serranda e aprirsi un mondo, più che un semplice negozio.
Per il momento i preparativi sembrano ancorati ai nastri di partenza. E per i tanti milanesi (e non) che sognavano di fumarsi la prima canna in santa pace, l’appuntamento è rimandato nel tempo o rinviato nei giorni a venire in qualche altro paese del mondo. Niente canne “libere” nel capoluogo italiano della finanza? Presto per dirlo.
La notizia ha fatto il giro del mondo, è arrivata in Olanda e in Gran Bretagna, e ci sono comitive di ragazzi pronti ad arrivare a Milano nella mattinata del 18 maggio per celebrare il gran giorno della “liberalizzazione” anche nel Belpaese. Arriveranno in pullman, in treno, alcuni persino in aereo. Loro non credono nella “bufala” e pensano invece al low profile dell’associazione che per evitare di finire nel tritacarne dei media ha scelto di Annunciare l’apertura e starsene poi rintanata da sguardi indiscreti per poter lavorare in tutta tranquillità.
La notizia del Cannabis social club gestito dall’associazione Cannabis and peace ha conquistato le prime pagine dei quotidiani italiani ed esteri e sta facendo parlare tutta Milano. Quel che sarà il 18 maggio è ancora presto per dirlo. C’è chi giura che è stata tutta un’operazione pubblicitaria per scuotere il Governo Renzi in merito alla liberalizzazione della marijuana e chi invece assicura che qualche effetto a sorpresa non mancherà.
Se poi ci sarà erba da fumare, magari offerta gratuitamente come si era detto in un primo momento, non è dato sapere. I prezzi di cui si parlava erano comunque estremamente accessibili e in linea con quelli applicati anche oltre frontiera: si parlava di circa 7€ al grammo per la marijuana e 9€ per l’hashish. Impossibile dire se sia stata tutta un’invenzione, anche perché in Italia esiste già un altro Cannabis social Club in Puglia, in Provincia di Lecce.
Trattasi di un Club per soli soci “terapeutici”, ovvero persone che fumano erba per ragioni di Salute. All’estero non mancano quelli “ludici”, tipologia che in Italia è al momento non possibile. Ma a Milano potrebbe mettere le basi un Club “terapeutico”.
In questo caso i requisiti per accedere sono semplici: essere maggiorenni (nella maggior parte avere più di 18 anni), essere consumatori di cannabis ed essere in possesso di una tessera di socio, per i soci terapeutici l’età minima sarà di 14 anni. A differenza dei coffee shop olandesi, i club di fumatori di marijuana sono associazioni senza scopo di lucro. Praticamente, delle cooperative, dove tutti i fruitori sono anche soci. Nel Nord Italia non c’è, in Italia ne è presente solo uno. Sai mai che il 18 maggio si alzano davvero i battenti e all’interno si scopre qualcosa di nuovo…


Articolo letto: 3585 volte
Categorie: Curiosità


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

cannabis - marijuana - milano - club -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook