L’ aglio è un alimento comune nelle nostre cucine. E’ presente in tantissimi ricette che fanno parte della dieta mediterranea e noi, quotidianamente ne assumiamo. Ma non è tutto ora quel che luccica e infatti in molti casi… le sue proprietà benefiche non sono compatibili con l’ organismo di alcune persone. Per tale motivo esso può essere CROCE O DELIZIA ed andrebbe evitato con attenzione per non peggiorare patologie e o disturbi. Sappiamo tutto quanto faccia bene al nostro organismo se non vi sono altre patologie. – Come tutti sapremmo: sistema immunitario ha la specifica funzione di proteggerci dalle malattie ed è stato dimostrato che l’aglio è in grado di stimolare la funzione immunitaria. – Inoltre è un potente antiossidante, – Antibatterico Naturale, – Antiparassitario – Lenitivo per punture – E’ ricco di Vitamine A, B, C, E e contiene tanto Potassio, Fosforo, Calcio e Sodio. NONOSTANTE LE SUE PROPRIETA’ BENEFICHE, TUTTAVIA E’ CONSIGLIABILE EVITARNE LA SUA ASSUNZIONE IN CASI PARTICOLARI. ECCO QUALI SONO E PERCHE’. Se già si possiede un’ intestino irritato e facilmente infiammabile o soffrite di mal di stomaco ricorrente, E’ BENE EVITARE CON ATTENZIONE L’ AGLIO! Sia cotto che crudo ma anche se in polvere! Infatti può causare irritazioni alle pareti intestinali. Assunto regolarmente e in eccessive quantità (soprattutto se crudo) può danneggiare le cellule ematiche e provocare forte anemia. Se assumiamo più di uno spicchi di aglio al giorno si possono verificare casi di forte gastrite, nausee e vomito. Insomma, una vera e propria indigestione alimentare. Se il problema persiste, queste patologie possono portare alla formazioni di ulcere intestinali. Evitare l’aglio sia in gravidanza che in allattamento perché fluidifica il sangue riducendo la coagulazione. E sconsigliato in quegli individui che hanno problemi di funzionamento della tiroide. Questo perché ha un’ azione inibitrice nei confronti dello iodio. Il funzionamento della tiroide è davvero fondamentale per l’indivuduo. Proprio per tali ragioni è necessario sottoporsi spesso a controlli periodici approfonditi per indagare meglio. Dato che Per evitare danni ed effetti collaterali in caso di dosaggi sostenuti è preferibile l’assunzione nel corso delle 24 ore per non irritare lo stomaco. In ogni caso è bene scartare l’ anima verde che è presente all’interno dell’ aglio. Essa infatti è alla base della maggior parte dei disturbi e fa si che tale alimento resti indigesto provocando anche cattivo alito. Come in ogni cosa è bene non eccedere con le dosi altrimenti invece di avere un’ effetto benefico si otterranno controindicazioni che a lungo andare comportano seri problemi. Ci vuole sempre un pizzico di responsabilità ma soprattutto di buon senso!

Roma
05:30 del 09/08/2018
Scritto da Gregorio

In quasi 40 anni di studi scientifici, di ricerche e di esperienza come medico e oncologo, ho avuto la possibilità di studiare da vicino, per professione, il difficile e controverso mondo della lotta contro il cancro…Scoprendo ahimè, talvolta, verità scomode e poco conosciute dalla massa”

Questo è quanto si legge sul sito del Dott. Claudio Pagliara: Medico Oncologo dal 1982, autore del libro “La via della guarigione” e consulente tecnico del Tribunale di Brindisi.

Il suo ruolo nella ricerca attiva ed in campo vanta un curriculum davvero lungo che lo visto impegnato anche come presidente dell’ARCA, l’Associazione di Assistenza e di Ricerca sul Cancro, con la quale ha assistito gratuitamente centinaia di pazienti affetti gravi tumori ormai all’ultimo stadio della loro vita.

Claudio Pagliara è stato anche componente del Comitato Scientifico Nazionale della Legambiente, medico volontario in Kenia e medico volontario presso una comunità per tossicodipendenti ma non solo…
Ha istituito, in collaborazione con la Fondazione Europea di Oncologia di Bologna, il Gruppo Oncologico dell’Italia Meridionale ed altri, il Registro Tumori del Comune di San Vito dei Normanni dal 1960 e del Comune di Brindisi dal 1990. 

Nel corso della sua lunga carriera da medico oncologo è stato ospitato in varie trasmissioni televisive di rilevante importanza tra cui: Report su Rai3, Santoro su Rai2 in relazione a casi di tumori dei dipendenti di un petrolchimico e al TG1 medicina sull’importanza del cervello nella cura e nella prevenzione della malattia.
Nelle sue ricerche e lungo il suo percorso professionale si è spesso imbattuto in verità sconcertanti poco conosciute e mai diffuse. Ad esempio il fatto che il Cancro, ad oggi, è la prima causa di morte in assoluto. Pensate infatti che sono il Italia, ogni anno ci sono 360 mila casi di tumori. Dati davvero allarmanti che lasciano sconcerto ma che non trovano diffusione e tanto meno la giusta attenzione.
GUARDA IL VIDEO CHE VI ABBIAMO ALLEGATO, E’ IMPORTANTE CHE TUTTI SAPPIANO

Queste le sue parole:

“Pensa che si stima che addirittura oggi il 4% della popolazione italiana, quasi 2.250.000 persone, viva con una diagnosi di cancro già evidenziata dai medici.
E non è tutto. E questo trend non accenna a diminuire.
Pensa che nel 1877 era diagnosticato un caso di cancro su 50, in media, in Italia.
Nel 1977, 100 anni dopo, siamo passati ad uno su 5.
E oggi, proprio in questi anni, siamo vicini ad 1 su 3.
Facendo il mio lavoro mi sono reso conto di come le persone siano spesso assolutamente inconsapevoli dell’esistenza di questi dati. Eppure questi dati esistono, sono veri, e non possiamo permetterci di ignorarli: perché ne va della nostra salute. In qualche caso della nostra vita o di quella dei nostri cari.“

L’alimentazione in questo caso gioca un ruolo dominante ma troppo spesso sottovalutato.

“Chi dice che la carne fa male, chi dice che la carne fa bene
Chi dice di mangiare vegano, chi dice di mangiare vegetariano
Chi dice di mangiare la frutta, chi dice di mangiare tutto crudo
Insomma: ci sono decine di scuole di pensiero, e tanta, tanta confusione
Ecco perché sono sceso in campo personalmente.
Ho voluto mettere insieme quasi 40 anni di ricerche ed esperienza clinica sul campo nella lotta contro il cancro.
Ma in un modo diverso: ovvero con uno spirito libero da qualunque lobby economica o politica.”

Per ascoltare interamente quello che il dottor Claudio Pagliara sostiene e venire a conoscenza di verità scomode che legano il CANCRO ALL’ALIMENTAZIONE, guarda questo importantissimo Video.

cancro

Dobbiamo comprendere che una cattiva alimentazione comporta problemi che sfociano in gravi patologie. Per questo è necessario comprendere cosa mangiare e cosa evitare.
Guardate il video, dura pochi minuti ma sono interessanti ed è fondamentale che tu sappia e diffonda.
Purtroppo noi siamo alimentati dall’industria alimentare e curati dall’industria farmaceutica..Un giro di lobby e di affari che mira al guadagno e non alla salute vera e propria!

Purtroppo quando una verità è scomoda e porta scompiglio è soggetta a censure e questo è proprio il caso di questo video.

Da: QUI


Articolo letto: 236 volte
Categorie: , Denunce, Salute, Scienze


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook