Cambio valuta Roma: ci sono paesi, anche vicini a noi, che mantengono la loro moneta nazionale, ed in questi casi chi si reca all’estero deve essere preparato a fronteggiare calcoli mentali continui sul rapporto tra moneta locale e Euro e viceversa, valutazioni su qual’è lo sportello che applica il cambio valuta migliore, calcoli sulla commissione che ciascuno sportello si prende.

Roma
19:30 del 23/01/2017
Scritto da Samuele

Cambio valuta Roma: ci sono paesi, anche vicini a noi, che mantengono la loro moneta nazionale, ed in questi casi chi si reca all’estero deve essere preparato a fronteggiare calcoli mentali continui sul rapporto tra moneta locale e Euro e viceversa, valutazioni su qual’è lo sportello che applica il cambio valuta migliore, calcoli sulla commissione che ciascuno sportello si prende.

Questi calcoli e valutazioni sul cambio valuta possono richiedere molte energie, soprattutto per chi come me ha una mente poco incline alla matematica.

Cambio Valuta Roma: sono necessari se non si vuole finir fregati, finendo per spendere in modo involontario più del budget previsto per il proprio viaggio.

Dove si cambiano la valuta per andare in un paese straniero?

Già, dove? In realtà ci sono molte opzioni, alcune più semplici altre meno, alcune più costose e altre più low-cost. Prima di iniziare però vorrei fare una premessa: normalmente quando scegliamo una meta noi preferiamo le sistemazioni in cui si può pagare con carta di credito in loco. Non sempre è possibile e a volte comporta una piccola spesa in più ma quando utilizziamo i portali di prenotazione prestiamo attenzione anche a questo (di solito è specificato nella scheda della struttura, anche quando si tratta di un appartamento!). La ragione? Beh la semplicità – e la tranquillità – di non dover girare con molti soldi contanti ma solo con una tesserina magnetica. “Per tutto il resto …” C’è una vecchia pubblicità che lo dice, no? 

Ok, detto questo però non sempre è possibile pagare con carta soprattutto in certi paesi dove non è diffusa. Quindi un po’ di soldi si devono cambiare comunque. Quindi?

L’opzione più tradizionale: cambiare i soldi in banca


Cambiare i soldi in banca prima di partire per un paese straniero è di solito l’opzione più classica. Attenzione però perché se la valuta è tra quelle listate è possibile cambiarla in Italia, altrimenti è necessario farlo in una banca del paese di destinazione. Di solito il cambio in Italia è tra quelli più convenienti ma bisogna mettere in conto il tempo per andare fisicamente alla banca a fare l’operazione, magari prenotando in anticipo la valuta. Personalmente mi è capitato solo una volta.

Un’altra alternativa è quella di andare direttamente in una banca del paese che state visitando, cosa questa che a me è capitato di fare solo una volta. Era un paese di cui non conoscevo minimamente la lingua ed è stata un’esperienza: prima in fila per ore con la gente del posto e tentando di farsi capire con l’addetto allo sportello.

Cambiare valuta estera con la carta di credito: attenzione ai circuiti utilizzati!

Tendenzialmente tutte le carte di credito sono abilitare al prelievo di soldi ma fate attenzione perché bisogna avere il PIN della carta. Con questo codice (che di solito ha quattro cifre e si richiede in banca) si può prelevare presso un qualsiasi sportello ATM all’estero, fate attenzione però alle commissioni e al tasso di cambio applicato. Questa è l’opzione che utilizziamo più spesso, anche perché normalmente dove possibile scegliamo la carta di credito anche per i pagamenti delle strutture dove soggiorniamo, così da evitare di avere troppi contanti in particolare durante i viaggi itineranti.

Verificate però prima se il circuito VISA o MASTERCARD (ovvero i circuiti standard) funzionano nel paese di destinazione. In Cina a noi è capitato che questi circuiti non fossero diffusi (era invece diffuso il circuito UNION PAY) e quindi le nostre carte di credito erano praticamente inutili.


E’ sempre meglio partire con un po’ di moneta estera già nel portafoglio. Basta rivolgersi con un piccolo anticipo alla propria banca e questa fornirà denaro straniero con un cambio più favorevole rispetto a quello che potrete trovare nei vari change/exchange bureau. Infatti, capita sempre che quando si arrivi all’estero ci siano delle piccole spese da sostenere immediatamente, come il biglietto del bus, un taxi, una bottiglia d’acqua… e la mancanza di denaro straniero potrebbe ostacolare i nostri acquisti necessari, o addirittura obbligarci a pagare in Euro, perdendoci sul cambio.

Attenti ai pagamenti effettuati tramite carta di credito o POS nei negozi, o ai prelievi di moneta locale dai bancomat stranieri: il cambio valuta che vi verrà applicato sul pagamento o sul prelievo dipende dal tasso di cambio che la banca, a cui POS o bancomat fanno riferimento, impone in quella data. Questo tasso di cambio non si può conoscere a priori, ma naturalmente è sempre a vantaggio della banca.

Informatevi su eventuali costi che la vostra banca vi applica per transazioni su carte di credito effettuate all’estero. Potreste averne delle brutte sorprese quando, già tornati dal vostro viaggio, consulterete il dettaglio delle transazioni.

Soprattutto nei paesi in cui la moneta è più debole rispetto al nostro Euro, evitate di cambiare somme eccessive di denaro: infatti, nel caso non riusciate a spendere tutto l’ammontare finirete per trovarvi in tasca soldi di scarso valore, che con difficoltà riuscirete a ritrasformare in Euro, e se ci riuscirete sarà perdendo una buona percentuale sul cambio.

Tenete in considerazione il punto precedente anche se vi trovate in un paese con moneta più forte dell’Euro: non si hanno comunque vantaggi a conservare nel portafoglio somme di denaro straniere che poi non si saprà come spendere.

Se siete all’estero e state cercando un Change/Exchange bureau dove cambiare gli Euro in valuta locale, non affidatevi al primo che vi si presenta lungo la strada! Impegnatevi un po’ passando da un ufficio all’altro ed informandovi sulle commissioni che applicano. Ricordate che più sono i soldi cambiati, più la commissione applicata tende ad abbassarsi, quindi per esempio, se siete in un gruppo di amici, meglio raccogliere i soldi e fare un’unica operazione! Non dimenticate inoltre che provare a contrattare un po’ è sempre una mossa efficacie!<

EVITATE DI EFFETTUARE IL CAMBIO VALUTA DA GENTE SCONOSCIUTA CHE VI ADESCA LUNGO LE STRADE! A Praga mi è successo di vedere tipi loschi passeggiare e proporre il cambio ai passanti. Sembra superficiale dirlo ma questi individui non sono di certo una garanzia di sicurezza.


Articolo letto: 117 volte
Categorie: , Economia, Guide


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook