Ci piace sempre andare alla scoperta di nuove proprietà intellettuali, il più delle volte foriere di idee innovative e spunti interessanti. 

Torino
11:00 del 10/02/2017
Scritto da Luca

Ci piace sempre andare alla scoperta di nuove proprietà intellettuali, il più delle volte foriere di idee innovative e spunti interessanti. Focus Home Interactive negli ultimi anni ha prodotto un grandissimo quantitativo di titoli completamente originali, facendo ruotare tutta la struttura ludico narrativa attorno alle scelte del giocatore, plasmando storie particolarmente coinvolgenti ed emozionanti. Quando, solo qualche settimana fa, è stato annunciato il ritorno di Call of Cthulhu, gli ingranaggi della nostra mente hanno iniziato a girare vorticosamente, facendoci immaginare una trasposizione ancora più oscura e realistica dell'universo ideato dal maestro H.P. Lovecraft. Da giocatori di ruolo quali siamo il mondo di Call of Cthulhu ha sempre avuto una forte presa, soprattutto grazie alle storie ivi raccontate che avevano come protagonisti personaggi qualsiasi, che si trovavano ad avere a che fare con un mondo sovrannaturale pronto a squarciare la realtà in qualsiasi istante. Di storie, anche grazie ai giochi di ruolo cartacei degli anni '80 e alle decine di libri pubblicati, se ne sono viste a dozzine ma ancora nessuno aveva tentato la trasposizione nel mercato videoludico più moderno, una scelta matura vista l'esplosione dei giochi a tema horror/investigativo. A Parigi abbiamo avuto modo di assistere alla prima presentazione del gioco in modo da farci una vaga idea su quello che ci aspetterà quanto il titolo targato Cyanide arriverà poi sugli scaffali dei negozi a fine anno.


Il ruolo che andremo a ricoprire è quello dell’investigatore Edward Pierce, alle prese con un mistero che, a partire dal verbale della polizia, presenta davvero troppe incongruenze per essere archiviato con una tale leggerezza: un incendio apparentemente accidentale, nato tra le stanze del maniero Hawkins, ha difatti causato la morte dell’intera famiglia.

La sezione mostrata durante la presentazione, aveva inizio proprio nel momento in cui il protagonista giungeva al maniero, per poi proseguire con le prime indagini. La dinamica che ci è parsa evidente fin da subito è quella esplorativa. Durante l’avventura avrà primaria importanza visitare i luoghi della mappa; le informazioni ottenute diventeranno poi necessarie per sbloccare opzioni di dialogo alternative utili a semplificare o accelerare la progressione della trama oppure ottenere ulteriori informazioni. L'esplorazione è chiaramente importantissima perchè tramite i dialoghi si svilupperà larga parte del gioco. 
Ciascuna delle possibili scelte prevede una differente padronanza di una delle quattro abilità persuasive, più ne faremo uso, più guadagneremo esperienza in quel campo e con essa aumenteremo la percentuale di successo. Nel caso in cui una soluzione fallisca, ci saranno sempre alternative valide per permetterci di proseguire nella storia. 

Tutti i possibili sviluppi della storia

L’aspetto più interessante dell’esplorazione risiede proprio nelle possibili diramazioni della radice dell’albero narrativo, dipendenti da molteplici fattori. A quelli prima citati se ne aggiunge uno in particolare che articola ancora di più le dinamiche investigative. Una volta in possesso degli indizi per sviluppare un’ipotesi per il prosieguo delle indagini, dovremo scegliere quali di questi effettivamente considerare. A seconda di quelli scelti giungeremo a conclusioni differenti che ci porteranno più o meno avanti nella storia, in situazioni più o meno agevoli da risolvere. Una scelta degli indizi superficiale e mal calibrata potrebbe portarci ad affrontare una sezione particolarmente complessa più avanti.


Il gioco però non ha soltanto una natura investigativa, ma anche una psicologica che prende ampio spunto dalle tinte evocative dipinte dall'opera di Lovecraft. Durante l’avventura saremo accompagnati da un’incessante lotta tra la sanità mentale e la follia, perchè scavare nel mistero che ha avvolto il maniero Hawkins sarà un vero e proprio viaggio nel paranormale e nell’ignoto. 

Uno degli elementi distintivi della prosa di Lovecraft è la capacità di rendere labile la separazione dei due mondi, labile quanto la tela di un quadro, e nel gioco questo aspetto non sarà pertinente soltanto all’atmosfera, ma sarà tangibile fin da subito nel gameplay. A dimostrazione di ciò è stata mostrata una fase un po’ più avanzata del gioco, in cui abbiamo potuto vedere in che modo potesse svilupparsi il contatto fra noi e uno dei tanti mostri che troveremo in partita.

Per sopravvivere dovremo allontanarci da tutto ciò che può pregiudicare il nostro stato mentale, non soltanto incubi e mostri, ma anche la claustrofobia incombente per la permanenza prolungata in un armadio durante la fuga, oppure l’assenza di luce nelle varie stanze, e tanto altro. Stare al sicuro fa recuperare punti preziosi alla barra della salute mentale, finire in una delle precedenti situazioni ce li fa perdere. Per darvi un paragone concreto, possiamo considerare il gameplay di Amnesia come quello più simile nonostante il minor numero di elementi da tenere in considerazione.

Tecnicamente il gioco ha mostrato la capacità dell’engine di girare già a degli ottimi livelli di resa grafica, nonostante la piattaforma fosse quella PC, che ben sappiamo essere parecchio superiore alle console di questa generazione in termini di potenza. Ci saremmo aspettati un futuro approdo alla realtà virtuale, date le meccaniche che sembrano proprio cucite addosso a questo tipo di esperienza, ma gli sviluppatori ci hanno confermato di preferir terminare il loro prodotto prima di buttarsi in ulteriore lavoro.


Articolo letto: 183 volte
Categorie: , Videogames


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook