Nel mezzo del cammin del calciomercato – cominciato il primo luglio, si conclude il primo settembre alle undici di sera – sarebbe esercizio precario e aleatorio emettere giudizi.

Torino
08:45 del 31/07/2015
Scritto da Gerardo

Nel mezzo del cammin del calciomercato – cominciato il primo luglio, si conclude il primo settembre alle undici di sera – sarebbe esercizio precario e aleatorio emettere giudizi. Il giro di boa della stagione estiva di acquisti e cessioni necessita piuttosto un riepilogo della situazione. Aboliti i voti sul mercato, l’ordine da seguire diventa quindi quello dei bookmakers, che proprio in queste ore hanno aperto le scommesse sulla squadra vincente dello scudetto per la stagione 2015-16. Davanti a tutti i campioni d’Italia dellaJuventus, pagati una volta e mezzo la posta iniziale. Poi la Romaa sette e il Napoli a otto. Quindi le milanesi, con Inter e Milanche farebbero vincere dieci volte tanto quanto scommesso, e appena dietro la Lazio. Ovviamente in caso di clamorosi colpi (di scena) di mercato nell’ultimo mese le quote potrebbero alzarsi o abbassarsi in Maniera sensibile, ma questa è già una prima indicazione di un certo peso: i bookmaker sbagliano assai raramente.

Per i bookmaker Juve favorita, ma ad Allegri mancano ancora due pedine
Partenza con la Juventus quindi, la cui strategia è stata assai chiara,rifondare la squadra che ha sfiorato il triplete per non incorrere nei peccati di rilassamento e appagamento. Se la scelta è stata lungimirante o meno lo scopriremo presto, per ora i bianconeri hanno ceduto tre protagonisti assoluti delle ultime stagioni come Vidal (37 milioni), Tevez (6,5) e Pirlo (0), piùOgbonna (12) e Berardi (10), sostituendoli con Dybala (32),Mandzuckic (19), Zaza (18) e Khedira (0). Più il difensoreRugani (5) già preso lo scorso anno. Squadra (parzialmente) svecchiata e (possibilmente) di nuovo affamata quindi, ma adAllegri mancano almeno due giocatori di raccordo tra centrocampo e attacco. Sognando IscoOscar e Goetze, più vicini per Marotta e Paratici possono essere DraxlerOzil e Cuadrado.

Roma, c’è solo un sogno nel cassetto: Dzeko
La Roma invece, al contrario degli ultimi anni, è ancora piuttostoimmobile. Colma di eccedenze da piazzare – DoumbiaDestro,GervinhoCole – finora Sabatini ha riscattato Nainggolan (18) eIbarbo (5 per il prestito, con un riscatto che può salire a 21) e riscattato e poi ceduto Bertolacci. E dopo aver preso per Garcia un portiere come Szczesny (0, in prestito) e due esterni come Iago Falque (1, in prestito) e Salah, che ha già fatto le visite mediche in attesa di essere liberato dal contenzioso tra Fiorentina e Chelsea, punta forte sul centravanti. Un solo nome: Dzeko.

Napoli, flop per Astori e Vrsaljko e a rischio Callejon, Mertens Higuain
Il Napoli al nuovo tecnico Sarri ha regalato il fidato registaValdifiori (5,5), il mediano Allan (11,5) e il ritorno di Reina (2) in porta, ma il resto del mercato – a cominciare dai tentativi non andati a buon fine per i difensori Astori e Vrsaljko – è complicato dagli assurdi contratti che impongono anche la gestione societaria dei diritti d’immagine: un capriccio di De Laurentiis che secondo il Sole 24 Ore non porta nemmeno un gran guadagno. Ora bisognerà anche capire se, senza Champions, resteranno CallejonMertense soprattutto Higuain, altrimenti si rischia il ridimensionamento.

L’Inter non molla su Persic, il Milan spera in Romagnoli, Witsel e Ibra
Chi invece costretta a inseguire ha già cambiato molto è l’Inter di Mancini. Arrivati Kondogbia (30), Murillo (8), Miranda (3, prestito) e Jovetic (non ancora ufficiale), per puntare a Persic, a un terzino (Siqueira?) e un altro centrocampista (Melo?) bisogna prima vendere: su tutti Shaqiri, poi almeno uno tra Medel eGuarin. Ha cambiato poco ma speso molto il Milan con Bacca(30), Bertolacci (20), Adriano (8) e Jose Mauri (0). PartitiRami (3,5) e El Shaarawy (2 di prestito che potrebbero diventare 15) servono almeno un difensore (c’è l’offerta monstre alla Roma di 25 mln per Romagnoli), un centrocampista (Witsel?) e un attaccante (Ibrahimovic?).

La Lazio punta sui giovani, Fiorentina in stallo
La Lazio ha puntato su un bel pacchetto di giovani a basso costo (MorrisonHoedtPatric e Kishna) mentre la Fiorentina del nuovo tecnico Sousa, ceduti Savic (25) e Gomez (0) ha preso il mediano Mario Suarez (15) e si è distinta per gli intricati casi diSalah (con cui sostiene esserci una scrittura privata, che il giocatore nega) e Milinkovic-Savic (rispedito a casa perché “non convinto del progetto” dopo le visite mediche).

Buoni acquisti per Torino, Chievo, Samp e Verona
Tra gli altri colpi, da segnalare Baselli (4,5) e Zappacosta (5,5) per il Torino che ha ceduto bene Darmian (18), gli arrivi diM’Poku (0, prestito) al Chievo, Pazzini (0) al Verona eFernando (8) alla Samp, che ha ceduto all’estero Obiang (6,5) eOkaka (3). Questo quanto successo nel primo mese di mercato. In attesa di un agosto dove le grandi proveranno a cogliere la proverbiale ciliegia da mettere sulla torta, e le piccole potranno finalmente fare le loro squadre, approfittando delle giacenze e degli avanzi delle grandi: ricordando che chi pesca bene in queste ceste dei saldi può anche svoltare la stagione.


Articolo letto: 937 volte
Categorie: Calcio


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Calcio - Calciomercato - Juve - Attaccante - Roma -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook