Negli ultimi anni le vicende del calcio si sono intrecciate spesso con quelle delle organizzazioni criminali

Avellino
20:00 del 27/07/2013
Scritto da Carmine

Il calcio quasi all'unanimità viene accreditato e riconosciuto come lo sport più bello del mondo. Con il passare degli anni, gli italiani si sono appassionati sempre di più al mondo del pallone, relegandogli un'importanza ancora maggiore di quella che dovrebbe avere. Spesso e volentieri, infatti, ci si dimentica che in fondo il calcio è, e rimane un gioco. Il problema nasce, però, quando attorno ad esso nascono e si sviluppano interessi economici elevatissimi. Non sono pochi quelli che, oggigiorno, rimpiangono il calcio di un tempo, considerato molto più genuino e intriso di valori fondamentali come la lealtà e la correttezza. Dirigere oggi una società di calcio è come avere nelle proprie Mani un'azienda, lo ricnoscono gli stessi proprietari dei club, soprattutto i presidenti delle squadre più in auge. Purtroppo, però, negli ultimi anni gli interessi del pallone si sono, spesso, intrecciati a quelli delle cosche mafiose e, più in generale, di tutte le organizzazioni criminali.

Un primo tasto da toccare è quello relativo al calcioscommesse. Un primo scandalo del genere interessò l'Italia già agli inizi degli anni '80 ma era qualcosa di profondamente diverso da quanto è accaduto qualche anno fa e, forse, continua ad accadere. Oggi quando si pilotano i risultati non lo si fa più semplicemente per esigenze di classifica delle squadre coinvolte ma si agisce soprattutto per moltiplicare i propri guadagni attraverso la puntata di somme importanti di denaro su gare truccate e, dunque, dall'esito scontato. In questo modo, nel giro di novanta minuti, si riescono ad ottenere incassi da capogiro. Dietro tutto questo sistema non può che esserci, ovviamente, la mano dei clan che sanno sempre di quali intermediari accerchiarsi e sanno sempre con quali metodi riuscire a raggiungere i loro obiettivi.

Un altro aspetto riguarda l'intenzione, manifestata a più riprese da alcune organizzazioni criminali, di acquisire le quote di società importanti, addirittura di primo livello. La Roma e la Lazio, società quotate in Borsa, hanno suscitato le attenzioni e le avance di persone senza scrupoli pronti a ripulire nel calcio gli ingenti derivati dalle attività criminali. Per fortuna, in entrambi i casi il peggio è stato evitato ma non sempre è accaduto così. Soprattutto nei piccoli paesi di provincia, possedere una squadra di calcio vuol dire dimostrare a tutti il proprio potere, è un modo per rendere ancora più forte il legame con il proprio territorio. Occupare un ruolo di prestigio in una società di calcio vuol dire, però, anche entrare a contatto con il mondo della Politica e delle istituzioni. Da tutto ciò si capisce, dunque, quanto siano pericolosi gli affari legati al calcio. Il problema, soprattutto in Italia, è di carattere sia normativo che etico. Dal punto di vista normativo, abbiamo visto che la Giustizia Sportiva ha tempi che non corrispondono a quelli dei campionati e, spesso, si arriva a decisioni affrettate che finiscono solamente per tamponare la ferita senza sanarla del tutto. Dal punto di vista etico, invece, c'è da dire che in Italia ai calciatori viene perdonato tutto o quasi. Anche quando essi incappano in una squalifica o in sanzioni pesanti, basta un gol per dimenticare tutto. C'è bisogno, quindi, di una rifondazione competente e di un regolamento maggiormente severo per far sì che il calcio diventi lo sport amato e apprezzato non per i suoi interessi ma per le emozioni e la passione che solo questo sport sa trasmettere.


Articolo letto: 1992 volte
Categorie: Calcio, Sociale


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook