L’ex presidente e ad della Juventus Jean Claude Blanc, l’ad del Milan Adriano Galliani, il presidente del Napoli e della Lazio,Aurelio De Laurentiis e Claudio Lotito. Sono questi alcuni dei big indagati nella nuova maxi inchiesta “Fuorigioco”

Napoli
11:04 del 26/01/2016
Scritto da Alberto

L’ex presidente e ad della Juventus Jean Claude Blanc, l’ad del Milan Adriano Galliani, il presidente del Napoli e della Lazio,Aurelio De Laurentiis e Claudio Lotito. Sono questi alcuni dei big indagati nella nuova maxi inchiesta “Fuorigioco” che travolge il mondo del calcio ai suoi massimi livelli. In tutto gli iscritti nel registro degli indagati sono 64, tra dirigenti, procuratori e giocatori. Che tra il 2009 e il 2013, secondo l’accusa, “si sono resi responsabili in Maniera sistematica di reati tributari, mediante condotte fraudolente finalizzate ad evadere il Fisco”.

Al centro delle indagini – condotte dai pm della procura di Napoli Danilo De Simone, Stefano Capuano e Vincenzo Ranieri, coordinati dal procuratore aggiunto Vincenzo Piscitelli – le presunte violazioni fiscali e penali commesse da società sportive, agenti e calciatori, nell’ambito delle compravendite di calciatori. Tra i nomi di spicco ci sono quelli del procuratore Alessandro Moggi. Tra i calciatori ci sono Lavezzi (il cui contratto è già stato al centro di un’indagine del 2012), Mutu e l’ex Crespo.

Sono complessivamente 35 le società di calcio professionistiche diserie A e B e 101 le persone coinvolte nell’indagine che ha tra le ipotesi di reato (contestati a vario titolo) l’evasione fiscale e lefalse fatturazioni. I militari del nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza hanno messo a segno una serie di sequestri che ammontano a 12 milioni di euro fra immobili, somme di denaro e quote societarie. Sono stati acquisiti documenti dalla Fgci e da 41 società di calcio della serie A, B e Lega Pro. Le fiamme gialle si sono presentate anche a Casa Milan.

Secondo l’ipotesi investigativa “i procuratori provvedevano afatturare in maniera fittizia alle società calcistiche le proprie prestazioni, simulando che l’opera di intermediazione fosse resa nell’interesse esclusivo dei club, mentre di fatto venivano tutelati gli interessi degli atleti assistiti”. Sempre secondo la procura, alcuni agenti stranieri di nazionalità argentina “mediante il ricorso a documentazione fiscale e commerciale fittizia e attraverso l’interposizione di ‘società schermo‘ con sede in paradisi fiscali, delocalizzavano i proventi derivanti” appunto dalle operazioni effettuate con le società coinvolte nell’inchiesta. Per l’accusa i club, imputando l’importo pagato come reddito ai calciatori, omettevano “il pagamento delle ritenute fiscali e previdenziali”.


Articolo letto: 1294 volte
Categorie: Calcio, Denunce


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Calcio - Milan - Berlusconi - Economia - Interessi -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook