Arrivano le vacanze e aumentano esponenzialmente le prenotazioni verso i voli delle compagnie low cost. Anche a rischio di andare incontro a brutte sorprese. Eccone alcune…

Bergamo
11:00 del 06/07/2013
Scritto da Albertone

Viaggiare da Milano a Londra, in due, può costare 30 euro andata e ritorno. È sufficiente adattarsi all’orario, mattino inoltrato, recarsi ad Orio al Serio anziché a Linate o Malpensa, mettere in previsione un’oretta di mezzi pubblici nella megalopoli britannica per raggiungere l’albergo prenotato. Il gioco sembra possa valere la candela. Un pizzico di fatica ma il risparmio può aggirarsi fra il 400 e il 500%. Soldi che restano nel portafogli, non proprio un elemento secondario visti gli attuali tempi da lupi. C’è un però, come in tutte le cose. La brutta sorpresa si Manifesta poco prima dell’imbarco. Il bagaglio a mano non ne vuol sapere di infilarsi nelle griglie poste accanto agli steward. Questione di un paio di centimetri. Niente da fare, neanche a schiacciare. Ma in quella valigia c’è tutto l’essenziale per una settimana di riposo. La steward resta impassibile: se il bagaglio non entra, va caricato in stiva. La coppia prende atto: farà il sacrificio di attendere lo scarico del volo e il passaggio della valigia sul rullo. Ma il colpo basso sta per arrivare: l’aggravio è di 287 euro. È questo uno degli inconvenienti più spiacevoli che quotidianamente accadono a chi si ritrovi a viaggiare su aerei di linee low cost, dove il prezzo del volo resta contenuto pur a fronte di prezzi carissimi (ai limiti della follia) per ogni servizio aggiuntivo. C’è la bottiglietta d’acqua che costa 3-4 euro, la mini-lattina che costa come una cassa di bottiglie 6x2 litri al supermercato di quartiere, il panino confezionato che pare sfornato da un ristorante di nouvelle cuisine. Per non parlare dei costi aggiuntivi per ulteriori bagagli a mano: il salasso è lì, pronto per colpire il turista in erba. Fregature o rischi del viaggio, il discorso è aperto.

Certo è che a fronte di un calo del 20-30% dei viaggiatori previsto per l’estate 2013, le compagnie low cost assicurano che il volume di affari rimarrà pressoché invariato rispetto alla stagione precedente. Facile allora immaginare che, in un modo o nell’altro, anche le low cost debbano cercare di raggranellare quanto più possibile per ogni singolo passeggero. Non mancano, come descritto, limitazioni sempre più restrittive ai bagagli a mano, fioccano ritardi non rimborsati o partenze/destinazioni fuori portata, non sono escluse possibili aggiunte al prezzo del biglietto nel caso in cui il mercato faccia oscillare in maniera significativa il costo delle materie prime.

Il consumatore, dal canto suo, ha cercato di parare il colpo rituffandosi nelle agenzie, dove spesso viene chiesto aiuto – e pagato il servizio – anche solo per prenotare on line un volo low cost e avere ben chiare le condizioni di viaggio. Paradossi, proprio come quelli che si è trovata dinanzi la coppia in volo per Londra. Mollare il colpo e tornarsene a casa o ingoiare la patata bollente per amor di vacanza? La seconda opzione, come d’altronde fanno quasi tutti i passeggeri messi alle strette. A conti fatti, volare da Milano a Londra a loro è costato il doppio rispetto alle altre compagnie. Naturalmente senza comfort e con annessi disagi del caso.


Articolo letto: 2054 volte
Categorie: Curiosità, Viaggi


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Carmine

08/07/2013 16:06:35
L'Italia negli ultimi anni ha perso il suo appeal anche come meta turistica. Dati recenti dimostrano che quasi tutti prendono in considerazione l'idea di trascorrere le vacanze da noi inizialmente ma poi scartano quest'idea. Evidentemente c'è qualcosa che non va per quanto concerne il sistema turistico. Bisognerebbe forse ripartire proprio dal turismo per rilanciare l'immagine e in parte anche l'economia dell'Italia
0

07/07/2013 02:58:55
Finalmente per chi ama viaggiare qualcosa contro la crisi ma non dovendo rinunciare per forza al divertimento ! ! ! ! Io adoro i viaggi low cost !! Mi aiutano molto anche per lavoro risparmio un sacco di soldi ma non rinuncio a visitare le meraviglie del mondo :)
0

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook