Budino di panettone. Quanti dolci vanta la tradizione natalizia in Italia! Tantissimi! Ma quante sono le variazioni che si possono fare senza rendere banale un dolce importante, quasi istituzionale, come il panettone?

Genova
07:20 del 13/12/2015
Scritto da Carla

Budino di panettone

Quanti dolci vanta la tradizione natalizia in Italia! Tantissimi! Ma quante sono le variazioni che si possono fare senza rendere banale un dolce importante, quasi istituzionale, come il panettone? Ci abbiamo pensato a lungo e alla fine la risposta l’abbiamo trovata nel momento in cui abbiamo sfornato un soffice ed invitante budino di panettone. La decorazione a base di panna, cioccolato e ribes ricorda esattamente i magici colori del natale con un tocco di raffinatezza in più per rendere ancora più speciale questo budino di panettone. La tradizione vince sempre, lo sappiamo, ma quest’anno tra i buoni propositi ci abbiamo messo anche la volontà di accogliere le novità in cucina!

Ingredienti per uno stampo da 500 ml

Panettone 200 g Uova i tuorli (circa 2) 36 g Latte intero 300 g Zucchero 90 g Rum bianco 50 g Burro q.b. per lo stampo

PER DECORARE

Panna fresca liquida 200 g Zucchero a velo 25 g Ribes rametto 1 Cioccolato fondente in scaglie q.b.

Preparazione

Budino di panettone

Per preparare il budino di panettone cominciate tagliando il panettone (1) ottenendo dei cubetti di circa un paio di centimetri (2), dopodiché cospargeteli con il rum bianco (3),

Budino di panettone

mescolate con un cucchiaio (4) e coprite con pellicola trasparente facendo riposare in questo modo per 15 minuti, i pezzetti si inzupperanno a sufficienza senza però seccarsi all’aria (5). Nel frattempo passate alla preparazione della crema inglese: in un tegame versate il latte, accendete la fiamma a temperatura media e lasciate che sfiori il bollore, dopodiché spegnete facendo intiepidire per qualche minuto (6).

Budino di panettone

In un recipiente unite lo zucchero con i tuorli (7) e battete per qualche istante con una frusta fino ad ottenere un composto omogeneo (8), versate poi il latte ormai intiepidito per diluire (se preferite aiutatevi con un mestolo per non sporcare il piano d’appoggio) (9).

Budino di panettone

Stemperate con la frusta (10) e versate il composto diluito di nuovo nel tegame di cottura (11). A questo punto dovrete fare attenzione alla cottura, quindi accendete il fornello a fiamma dolce e mescolate continuamente per 3-4 minuti al massimo (12).

Budino di panettone

Per essere effettivamente sicuri sulla cottura utilizzate un termometro da cucina, raggiunti gli 85° la crema è pronta, oltre quella temperatura si rischia che uova e latte si sleghino tra loro compromettendo così la riuscita (13). Potete fare anche la prova cucchiaio: vale a dire assicurarsi che la crema veli il cucchiaio. Per farlo basterà far scorrere il dito sul dorso del cucchiaio (14), le parti dovranno restare separate, quindi quella superiore non colerà verso quella inferiore (15).

Budino di panettone

Dopo aver lasciato intiepidire per qualche minuto la crema inglese versatela sui cubetti di panettone (16) e mescolate con una spatola (17) così da ottenere un composto omogeneo (18).

Budino di panettone

Imburrate uno stampo da budino della capienza di 500 ml (19) e versate la crema con il panettone, se preferite aiutandovi con un mestolo (20). Infine potete cuocere il vostro budino di panettone (21) in forno preriscaldato a 160° in modalità statica per 50 minuti .

Budino di panettone

Quando il dolce sarà pronto, sfornatelo e lasciatelo raffreddare completamente, a temperatura ambiente, prima di staccarlo dallo stampo (22) e sistemarlo sul piatto da portata (23). A questo punto non vi resta che dedicarvi alla decorazione (24).

Budino di panettone

Quindi montate la panna aggiungendo lo zucchero a velo mentre sbattete con le fruste elettriche (25), quando sarà spumosa sistematela in un sac-à-poche e decorate cominciando dal centro per poi passare ai lati facendo dei ciuffetti intorno alla base (26). Ottenete delle scagliette trascinando una lama liscia sulla barretta di cioccolato, inclinando leggermente il coltello in modo da grattare la superficie (27).

Budino di panettone

Versate le scagliette ottenute aiutandovi con un cucchiaio, evitando così che si sciolgano tra le Mani (28) e cospargete tutti i ciuffi di panna. Infine sistemate un rametto di ribes per dare un tocco di colore (29) ed il vostro bellissimo budino di panettone è pronto per essere servito (30).

Conservazione

Potete conservare il budino di panettone in frigorifero coprendo con una campana di vetro. Potete preparare con molte ore d’anticipo il budino senza problemi. Si sconsiglia la cottura in forno ventilato e la congelazione.

Consiglio

Personalizzate il vostro budino di panettone con frutta fresca o secca a vostro piacimento. Se la panna non è abbastanza golosa allora perché non impreziosire il budino con della crema inglese o della ganache al cioccolato? Potete infine arricchire la crema inglese con della scorza d'arancia grattugiata oppure con della cannella in polvere... ma in realtà staranno bene anche insieme!

Curiosità

A proposito degli avanzi di panettone: c'è un'usanza milanese che prevede che le famiglie, dopo le feste di Natale, conservino un panettone per mangiarlo il giorno di San Biagio (3 febbraio), protettore della gola.

Secondo la tradizione, il panettone deve essere mangiato la stessa mattina, a digiuno, in modo da risultare come un benefico balsamo per la gola, e quindi proteggerla.


Articolo letto: 586 volte
Categorie: Cucina


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook