Brasile: 75% brasiliani per proteste Prezzo e qualita' servizi pubblici primo motivo malcontento

BRASILIA
10:58 del 24/06/2013
Scritto da Gerardo

Il 75% dei brasiliani è d'accordo col movimento di protesta che sta agitando il Paese da due settimane, secondo il primo sondaggio dall'inizio della crisi e pubblicato ieri sera dalla rivista Epoca. Il prezzo e la qualità dei servizi pubblici è il motivo del sostegno alle proteste (77%), seguito dal disappunto nei confronti della classe Politica (47%) e l'alto livello di corruzione che flagella il Brasile.

Le conseguenze dello scontro di ieri durante la partita Italia-Brasile, finita 4-2 per gli americo-latini, sono venticinque feriti, tra cui cinque poliziotti e 22 arresti . Questo il bilancio delle prime ore della violenta protesta effettuata dai cittadini brasiliani contro la classe politica e i prezzi dei servizi pubblici locali. A Belo Horizonte, infatti, sono scesi in piazza più di 70 000 persone per gridare la loro condizione sociale, il loro momento congiunturale che li vede in una profonda crisi.

C'è da dire che il Brasile, essendo un paese Brics, ovvero un paese in via di sviluppo, attende risultati dai dati dell'economia internazionale, che li vede tra una ventina di anni una delle superpotenze mondiali economico-finanziarie. L'acronimo Brics sta ad indicare una situazione di un paese di particolare vantaggio, che per risorse economiche, ma soprattutto ambientali e del sottosuolo, che potrebbe portarlo ad essere trainante dell'economia del globo terrestre. Altri esempi possono essere Cina, India, Sudafrica e Russia. Durante, però, la serata di ieri, i Manifestanti hanno violentemente saccheggiato negozi ed esercizi economici, danneggiato banche e negozi di auto di lusso; hanno lanciato petardi e fumogeni contro le forze dell'ordine che successivamente , esasperati, hanno caricato la falla causando lievi feriti.

La Confederations Cup, che dovrebbe essere un momento di festa internazionale, una vetrina per i calciatori (vedi Neymar) per mettersi in mostra, nonchè una vera e propria preparazione ai mondiali che si terranno stesso in Brasile nel 2014, sta suscitando malumori e malcontenti in quasi tutta la popolazione brasiliana, che vede in questa manifestazione una propaganda dei poteri forti, nonchè il sostenimento di altissimi costi per la pubblica amministrazione del paese.

Il malcontento verso la classe politica è un sentimento ormai condiviso da tutto il mondo, specialmente anche in Italia, dove il Movimento Cinque Stelle si è fatto fautore di questo movimento di protesta, organizzando vari Vaffa-day, nonchè riuscendo ad avere numerosi seggi in Parlamento. C'è da dire che, però, le due economie dei paesi sono totalmente distinte: il Brasile, infatti, è un paese che convive con le frange opposte da secoli, ovvero estrema ricchezza ed estrema povertà insieme. L'italia, invece, è un paese dove una gran parte fatica ad arrivare a fine mese, e quindi di soddisfare i bisogni della propria famiglia, mentre la restante parte (e forse anche la maggior parte) riesce in malomodo a sopravvivere, per cui lo scendere in piazza lo vede come una minaccia alla loro condizione sociale. Ed è proprio quella frangia del Brasile (che si attesta intorno al 65 % della popolazione) che appoggia questi movimenti estremisti, che approfittano delle manifestazioni a carattere internazionale per dare sfogo al loro mal di vivere, e alla loro depressione sociale. In maniera analoga eventi simili sono accaduti anche in passato (vedi la partita Italia-Serbia con l'ultranazionalista Ivan Bogdanov che incitava i propri connazionali ad approfittare dell'evento per ribadire la loro posizione politica)


Articolo letto: 1542 volte
Categorie: Esteri


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Carmine

24/06/2013 14:12:52
Il Brasile è considerato un paese in via di sviluppo però, in effetti, sembra esserci troppa differenza tra chi questa crescita la sta avvertendo e chi, invece, continua a vivere nella miseria e nella sofferenza. Oltre alla Confederations Cup e al Mondiale, il Brasile organizzerà anche le prossime Olimpiadi quindi nei prossimi anni gli occhi del mondo saranno puntati non poco su questo paese.
0

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook