Quando si pensa ad un pesce di mare pregiato viene subito in mente il branzino, con le sue carni sode e il suo sapore così delicato ci apre mille possibilità di abbinamenti per gustarlo in modi sempre nuovi

Bari
11:00 del 28/05/2016
Scritto da Carla

Branzino alla ligure

Quando si pensa ad un pesce di mare pregiato viene subito in mente il branzino, con le sue carni sode e il suo sapore così delicato ci apre mille possibilità di abbinamenti per gustarlo in modi sempre nuovi. Noi qui ne proponiamo uno speciale: il branzino alla ligure, un secondo piatto sfizioso che si ispira ai sapori e ai profumi della soleggiata riviera di Ponente, famosa per le sue bellezze naturali, le sue specialità culinarie e i suoi prodotti tipici, come le olive taggiasche, tanto piccole quanto gustose, da sole bastano a conferire carattere alle pietanze. La nota croccante dei pinoli tostati e il tocco aromatico delle foglioline di timo fresco completano questo semplice ma delizioso piatto. Venite a scoprire quanto è facile e veloce preparare il nostro branzino alla ligure!

Ingredienti

Branzino (spigola) 2 da 100 gr ciascuno Olio di oliva extravergine 30 g Aglio 1 spicchio Olive taggiasche denocciolate 50 g Pinoli 20 g Timo rametti 2 Sale q.b. Pepe q.b.

Preparazione

Branzino alla ligure

Per preparare il filetti di branzino alla ligure, iniziate dalla pulizia del branzino fresco (1), ponete il pesce intero sotto l’acqua corrente e desquamatelo utilizzando l’apposito attrezzo desquamatore (2) o in alternativa usate la lama di un coltello.Dovete strofinare il desquamatore dalla coda lungo tutto il branzino fino a quando non sarà completamente desquamato. Ora adagiate il pesce sul tagliere e incidete il ventre con le forbici (3)

Branzino alla ligure

Rimuovete le viscere all’interno (4) e poi sciacquate il pesce sotto l’acqua corrente per ripulirlo da eventuali residui (5). Ora sfilettate il pesce: eliminate la testa e poi, tenendo il coltello parallelo al piano di lavoro, praticate un taglio profondo lungo la spina dorsale del branzino, rasente la lisca, in questo modo sarà più facile separare il filetto (6).

Branzino alla ligure

Con un coltellino rimuovete le nervature rossastre che si trovano nella parte centrale di ogni filetto (7). Togliete ora delicatamente le lische evidenti del ventre del pesce con un coltello avendo cura di non rompere la carne. Procedete eliminando le restanti lische con un’apposita pinzetta (8). Ora mettete sul fuoco una padella con l’olio e un spicchio di aglio (9),

Branzino alla ligure

lasciate insaporire bene, e al interno della padella adagiate i filetti di branzino con la pelle rivolta verso il basso (10). Cuocete per 2 minuti a fuoco medio, avendo cura di girarli con una spatola a metà cottura, fate questa operazione molto delicatamente per non rompere il branzino. A questo punto versate anche le olive (11), con una pinza da cucina eliminate l’aglio (12).

Branzino alla ligure

Salate pepate e insaporite i filetti di branzino con le foglioline di timo fresco (13). Spegnete il fuoco e a parte in un’altra padella tostate i pinoli per 2-3 minuti a fuoco medio (14). Servite il filetto di branzino alla ligure con le olive e guarnite con i pinoli tostati (15)!

Conservazione

Il branzino alla ligure si conserva in frigorifero per un paio di giorni al massimo.

Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Per aromatizzare il branzino alla ligure potete usare anche della maggiorana, dal sapore fresco e delicato


Articolo letto: 305 volte
Categorie: Cucina


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook