Americani e orientali la pensano in maniera più simile di quel che si potrebbe pensare quando si tratta di riflettere sul lusso. E, di conseguenza, anche i loro acquisti non si differenziano molto…

Milano
11:54 del 08/08/2014
Scritto da Albertone

Così lontani e così simili. Chi l’avrebbe mai detto che Usa e Cina potessero assomigliarsi in qualcosa. Eppure, è così. Alla faccia della cultura economica e Politica, c’è un fil rouge che unisce Oriente e Occidente: il lusso. Pecunia non olet, ma soprattutto non cambia da un Paese all’altro. E siccome il mondo sta in piedi grazie al movimento di denaro assicurato dalle due superpotenze di cui in oggetto, per una volta il dato potrà anche sorprendere. L’indagine è relativa al 2013, ma è evidente che da dicembre ad oggi poco sia cambiato. Insomma, sovrapponendo i due Paesi, si sono scoperte un mare di affinità. Ad essere presi in considerazione sono stati un campione di circa mille residenti delle aree metropolitane di Shanghai e New York, di età compresa tra i 25 e i 54 anni.

L’interpretazione dei dati si sofferma sui comportamenti degli acquirenti dei beni di lusso residenti a Shanghai. I risultati presi in esame dagli analisti in parte confermano e in parte smentiscono alcuni ‘luoghi comuni’ utilizzati per descrivere le abitudini dei consumatori cinesi e la loro passione per l’abbigliamento e gli accessori di lusso. Già, perché il marchio fa la differenza anche nel lontano Oriente, alla faccia dei proclami del semi-regime e della statalizzazione, alla faccia della crociata anti-Usa che a parole viene portata avanti da tutti. Compresi quelli che poi corrono in boutique per assicurarsi il gioiello di marca.

I consumatori cinesi intervistati confermano il loro amore per i beni di lusso, spendendo cifre molto più alte rispetto agli intervistati nella città di New York. C’è chi se lo può permettere, perché metà popolazione vive oltre la situazione di inciviltà. Questo vale sia per chi ha un reddito equivalente al corrispettivo gruppo di intervistati americani sia per quelli con un reddito inferiore. Emerge anche che i cinesi spendono in generale molto di più dei consumatori occidentali, Europei inclusi. Negli scorsi 12 mesi, rispetto agli utenti residenti a New York, consumatori Shanghainesi hanno speso più di una volta e mezzo per l’abbigliamento di lusso (1.5x) e per le scarpe (1.4x), e oltre il doppio (2.3x) per acquistare borse firmate. Se interrogati sui brand che vengono loro in mente in tema di lusso, per gli abitanti di Shanghai la prima risposta è Louis Vuitton, seguito da Chanel e da Gucci. Nella top 3 dei Newyorkesi: Gucci, il più citato spontaneamente, seguito da Coach e da Louis Vuitton al terzo posto.

Altra caratteristica, di cui gode anche l’Italia: i cinesi preferiscono acquistare i prodotti di lusso all’estero, e gli Shanghainesi non fanno eccezione: in Cina i prezzi sono più alti e questo fattore penalizza gli acquisti. E infatti solo il 30% dei cinesi, meno della metà (79%) dei newyorkesi, dichiara di non aver mai fatto acquisti di moda all’estero. Ci sono forti similitudini tra Shanghai e NYC anche nella scelta delle fonti di informazione pre-acquisto: sul podio per gli abitanti di entrambe le città troviamo la navigazione sul web (il sito del brand resta la fonte preferita per circa l’80% dei consumatori), le comunicazioni inviate via email dai brand e il punto vendita, utilizzato come punto di riferimento per raccogliere informazioni su un prodotto o servizio.


Articolo letto: 1001 volte
Categorie: Cronaca, Esteri


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

lusso - brand - marchi - usa - cina -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook