Bolzano: torna in città un albanese per i figli. Ricercato arrestato | L’analisi di Italiano Sveglia

Bolzano
09:48 del 13/01/2015
Scritto da Gerardo

Al cuor non si comanda, ed è la pura verità. Puoi essere anche il peggior latitante sulla faccia della terra, ma se hai moglie e figli in pericolo o da un’altra parte, farai di tutto per raggiungerli e per proteggerli. Ecco l’accaduto di Bolzano.

 Era riuscito ad evitare la cattura fuggendo rapidamente in Albania lasciando in Italia un paio di figli ed altri parenti. Proprio la necessità di rivedere i figli ha tradito l’uomo che, pur sapendo che non avrebbe potuto far ritorno nel nostro Paese, contava sul fatto di non essere individuato pensando di ritornare in Albania dopo qualche giorno. In realtà i controlli delle forze dell’ordine sono stati efficaci e l’uomo, una volta giunto a Bolzano, è stato arrestato dopo poche ore. Ieri mattina l’albanese è comparso davanti al giudice Walter Pelino ma ha preferito non aprire bocca. L’indagato si è avvalso della facoltà di non rispondere così come gli aveva consigliato il suo avvocato. L’obiettivo è quello di prendere visione degli atti del procedimento che risale ad un paio di anni fa.

L’uomo infatti era stato individuato dalle forse dell’ordine come probabile responsabile di una serie di furti messi a segno in Alto Adige ed in particolare nella zona di Bolzano. Si tratta, più precisamente, di sei colpi che l’uomo avrebbe messo a segno nell’arco di circa un mese, tra la fine del 2012 e la fine di gennaio dell’anno successivo. Si tratta di colpi messi a segno soprattutto in negozi di abbigliamento. Proprio a seguito della reiterazione dei reati, fu l’allora giudice delle indagini preliminari Carlo Busato ad accogliere la richiesta della Procura firmando un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. L’albanese in questione capì però in tempo che avrebbe rischiato di finire dietro le sbarre e riuscì a lasciare l’Italia prima che le forze dell’ordine riuscissero ad eseguire l’ordinanza di custodia cautelare. L’arresto è scattato ora ma l’indagato potrebbe tornare presto in libertà posto che rischia una pena inferiore ai 4 anni.


Articolo letto: 1107 volte
Categorie: Cronaca


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Cronaca Bolzano -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook