Vuole far “dialogare le varie anime progressiste” perché “tante persone chiedono risposte”, da dare soprattutto “a chi non va più a votare o se ci va lo fa per rabbia“.

Roma
06:00 del 13/11/2017
Scritto da Gerardo

Cara sig.ra Boldrini, in Italia molti piccoli proprietari, es. Da tre a 10 unità immobiliari sono ex ceto medio. Dove hanno tali proprietà, loro valore catastale reale e quanto rendono rispetto a costi di gestione + imposte dovrebbe essere il metro di giudizio finale. denunciando tutto la IMU è circa il 50% della IRPEF nazionale. La incidenza di imposte + costi gestione è tra il 55 e il 65% delle entrate lorde x locazione. Spesso tali entrate integrano pensioni/redditi medio o medio/bassi. Va da sé che se le pensioni sono elevate, x non danneggiare il settore immobiliare e favorire una equa distribuzione delle ricchezze sarebbe da penalizzare maggiormente la parte pensionistica introducendo fattori perequativi maggiori. I fondi aggiuntivi dovrebbero tornare sul sistema pensionistico o nel reddito di cittadinanza.


O vogliamo continuare a danneggiare e saccheggiare il settore immobiliare ? che per altro supplisce carenze dello Stato con l'attuale sistema infame degli sfratti esecutivi solo dopo due tre anni dalla sentenza ? Riesce a comprendere quale diffusione abbia la piccola proprietà ? Chi è il vero privilegiato nel sistema Italia rispetto ad omologhi sistemi ? Prima di chiedere IMU aggiuntiva si dovrebbe fare una corretta valutazione dei valori catastali a livello nazionale, ma anche comprendere che tale insistenza comporterà un decadimento violento e ingiustificato dei valori immobiliari x tutti. Ha senso tutto ciò ? Il Patrimonio va tutelato Non saccheggiato !

Vuole far “dialogare le varie anime progressiste” perché “tante persone chiedono risposte”, da dare soprattutto “a chi non va più a votare o se ci va lo fa per rabbia“. Ma al momento “purtroppo non ci sono più le condizioni per un’alleanza con il Pd” che ha ha “tante volte” espresso “indisponibilità”.

Anche perché “non basta fare le alleanze “contro” per non far vincere qualcun altro”. Serve un “programma che parli agli italiani”. E il vocabolario delle proposte di Laura Boldrini, intervenuta all’iniziativa Diversa organizzata da Campo Progressista di Giuliano Pisapia, fresca di investitura da leader fatta proprio dall’ex sindaco di Milano, è distante anni luce dal Jobs Act 2immaginato da Matteo Renzi. C’è bisogno di un “programma che parli agli italiani”, ne “accenda l’entusiasmo” e permetta alle persone di “immaginare che una vita migliore è possibile”.


Articolo letto: 206 volte
Categorie: , Denunce, Politica


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook