Ma questo sistema di pagamento funziona veramente, c’è gente che si fida e utilizza davvero la moneta virtuale? Pare proprio di sì. Addirittura comprare un appartamento o una villa, mattoni veri in cambio di Bitcoin è possibile

Bologna
20:37 del 18/12/2013
Scritto da Luca

Bitcoin è una moneta elettronica creata nel 2009 da tale Satoshi Nakamoto e con lo stesso nome si chiama anche il progetto software open source sviluppato per l'uso di questa moneta. E’ una delle prime implementazioni del concetto chiamato cryptomoneta, che fu per la prima volta descritto nel 1998 da Wei Dai nella mailing list cypherpunks.

Questa Moneta virtuale è una moneta peer-to-peer, cioè da pari a pari, quindi, le transazioni commerciali avvengono esclusivamente tra i due computer, o tra i due nodi di rete, coinvolti nella transazione. Peer-to-peer significa che non c'è un'autorità centrale che distribuisce nuova moneta o tracci le transazioni. Queste operazioni sono gestite collettivamente dal network

Ma come funziona in pratica questo sistema di pagamento? Bitcoin utilizza la crittografia a chiave pubblica. Un gettone contiene la chiave pubblica del proprietario. Quando viene trasferito dall'utente A all'utente B, A aggiunge la chiave pubblica di B al gettone, e viene poi firmato usando la chiave privata di A. B ora possiede il gettone è potrà trasferirlo ancora. Ad A viene impedito di trasferire il gettone speso ad altri utenti perché il network mantiene una lista pubblica di tutti i trasferimenti. Prima di ogni trasferimento viene controllata la validità del gettone.

Ma questo avveniristico sistema di pagamento ha preso piede, funziona veramente, c’è gente che si fida e utilizza davvero la moneta virtuale? Pare proprio di sì.

Addirittura comprare un appartamento o una villa, mattoni veri in cambio di Bitcoin. E’ di questi giorni la notizia secondo la quale il proprietario di un'abitazione nella prestigiosa Southampton, New York, tramite il sito dell’immobiliare Brown, chiede 799.000 dollari (veri) o, in alternativa, l'equivalente in Bitcoin per il suo immobile in stile ranch con quattro camere da letto

Sarebbe una delle prime case messe in vendita mettendo alla prova la valuta digitale, introdotta come detto  nel 2009. Checché se ne dica la moneta ha avuto una grande fluttuazione negli ultimi 12 mesi, passando dai 13 dollari del gennaio scorso, fino addirittura ai 1.200 di un mese fa circa per poi cominciare una parabola discendente fino a pochi giorni fa a 715 dollari.

A fare perdere una certa attrazione ai Bitcoin è stata la comunicazione della decisione della banca centrale cinese di proibire agli istituti finanziari di accettare depositi da parte di entità legate alle Bitcoin, oltre ai dubbi sollevati dall’autorità bancaria europea (EBA) che avrebbe ipotizzato l’utilizzo delle monete virtuali in attività delittuose o ancora peggio nel riciclaggio di denaro.

Ciò nonostante si può osservare come un numero sempre più crescente di aziende accettino Bitcoin. Persino il miliardario Richard Branson a fine novembre ha dato il via ai pagamenti in Bitcoin per viaggiare nello spazio a bordo della sua Virgin Galactic.

Staremo a vedere cosa succederà e se veramente tale moneta sfonderà in tutti i settori, in concorrenza con le monete legali o se verrà incatenata anch’essa in qualche modo nel sistema bancario.


Articolo letto: 2184 volte
Categorie: Curiosità, Economia


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook