Bibite zuccherate killer: ecco quanti morti l’anno. Da tempo gli esperti mettono in allarme sui rischi alla salute causati dalle bevande zuccherate

Roma
08:12 del 02/07/2015
Scritto da Gerardo

Da tempo gli esperti mettono in allarme sui rischi alla salute causati dalle bevande zuccherate: dall'aumento del rischio cancro al diabete, alladepressione. Ora però è uscito uno studio inquietante pubblicato sulla rivista Circulation dell'American Heart Association: sono responsabili ogni anno di 184mila decessi.

Un team internazionale di ricercatori di Harvard, Tufts e Washington e dell'Imperial College di Londra ha valutato 62 lavori scientifici sull'alimentazione che hanno incluso più di 611 mila persone, condotti tra il 1980 e il 2010 in 51 Paesi, riporta Repubblica. Il dato è frutto della somma di 133 mila decessi ogni anno per il diabete45 mila morti permalattie cardiache e 6.450 per tumore.

Le vittime sono giovani: hanno un'età compresa tra 20 e 44 anni. Il Paese più colpito è il Messico, con 404,5 decessi ogni milione di adulti. L'ex sindaco di New York, Michael Bloomberg, consapevole dei rischi per la salute legati a queste bevande aveva deciso di vietarle (quelle sopra al mezzo litro) nei ristoranti, cinema, stadi, teatri e ambulanti. Peccato che la sua battaglia sia stata bocciata dalla Corte d'Appello.


Articolo letto: 1285 volte
Categorie: Salute


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Bibite - Zucchero - Salute - Medicina - Scienza -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook