Smentito il luogo comune secondo cui bere tanto calcio permette di rinforzare la propria ossatura: in realtà il pericolo imminente è quello di molteplici fratture

Milano
08:48 del 03/11/2014
Scritto da Albertone

Se pensate che bevendo molto latte avrete ossa più robuste grazie alla quantità di calcio presente nel vostro organismo, sappiate che siete decisamente fuori strada. Non è questo il modo giusto per proteggere il vostro corpo e per far sì che possiate ritenervi con una corporatura al riparo da qualunque rischio. Insomma: è bastato uno studio arrivato dalla rivista svedese Bmj e frutto delle sperimentazioni in laboratorio per smentire uno dei luoghi comuni tramandati di generazione in generazione.

Cosa ci hanno sempre detto i nostri nonni? Che bere tanto latte e mangiare un po' di formaggio permetteva di mantenersi sani e con le ossa robuste. E siccome a noi italiani viene facile credere a qualunque cosa ci venga detta e ci fidiamo del passaparola, ben ci sta! Poi ci stupiamo se veniamo presi in giro dal mondo intero: per forza, abbocchiamo a qualunque frase ci venga detta, senza preoccuparci di verificare la fonte! Ma avete capito che siete un popolo di boccaloni? Vi fidate ancora di quello che vi dicono i politici, anche se sono anni che vi fregano i soldi da sotto il naso! Ma per forza: molto meglio mettersi in pantofole davanti alla tv piuttosto che darsi da fare e provare a riscontrare la realtà.

Siamo, anzi siete, dei creduloni! Almeno questo luogo comune del latte volete capirlo che non sta nè in cielo e nè in terra? Insomma, era come pensare di curarsi le ferite mettendo mezza patata: buffonate alle quali avete creduto per decenni! E se l'Italia è finita così, è perchè milioni di persone ragionano in questo modo. Se gli dite qualcosa, qualunque cosa, quelle ci credono e lo prendono per oro colato! Ma quando inizieranno a svegliarsi un po' gli italiani? Per fortuna che in Svezia c'è ancora qualcuno che vuol vedere coi propri occhi a tutto ciò che gli viene detto. E poi ci stupiamo se la loro economia va a mille e la nostra invece compie passi da gambero ogni giorno?

Lo studio condotto da un gruppo di ricercatori dell’Università svedese di Uppsala, rivela che contrariamente a quanto sempre raccomandato dai nutrizionisti, che esortano ad assumere calcio per mantenere le ossa forti, il latte espone chi ne beve ingenti quantità a maggiori rischi di fratture. E come hanno fatto a giungere a questa conclusione? Semplice: sfruttando il metodo scientifico! Non le parole ma i fatti! Quelli che noi italiani non abbiamo mai preteso dai nostri governanti, figurarsi se qualcuno è andato a pretenderlo dai nonni o dai genitori! Per giungere a queste conclusioni, il team di specialisti svedesi ha preso in esame 61.000 donne e 45.000 uomini per 20 anni, scoprendo che non vi era alcuna riduzione delle fratture per coloro che hanno consumato latte nella loro vita.

Al contrario, le donne che hanno consumato l'alimento si sono rivelate soggette a una maggiore probabilità di subire una frattura. Quanti ne hanno bevuto tre bicchieri o più al giorno (680ml), inoltre, avevano il doppio delle probabilità di morire presto rispetto a chi ne ha consumato meno di uno. Secondo quanto emerge dallo studio, a generare questo tipo di conseguenze sarebbe l'elevato contenuto di lattosio del latte, che andrebbe ad accentuare i fenomeni di infiammazione e stress ossidativo, rendendo più probabile il rischio di mortalità e fratture.


Articolo letto: 1125 volte
Categorie: Salute


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

latte - ossa - calcio - fratture -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook