Domani l’ex premier entrerà per la prima volta nella clinica Sacra Famiglia di Cesano Boscone per “scontare” la sua condanna ai servizi sociali: ma che sorpresa ha in serbo per quei malati?

Milano
17:00 del 08/05/2014
Scritto da Albertone

Silvio Berlusconi ha in mente una sorpresa. Quale? Segreto. Almeno fino a doMani mattina, quando l’ex premier entrerà per la prima volta nella clinica Sacra Famiglia di Cesano Boscone, specializzata nel ricovero di persone malate da Alzheimer. I giudici gli hanno imposto di trascorrere lì quattro ore a settimana da ripetersi nei mesi a venire, giudicando così risolto il debito con gli italiani per un’evasione fiscale milionaria. Così va il mondo (ovviamente solo in Italia).
Ma Berlusconi non si è perso d’animo. Prima di tutto ha rilasciato qualche dichiarazione di facciata, tanto per dare il contentino a chi gli ha imposto di non sparare troppo sui giudici in questo periodo. “Vivo questa attesa con la certezza che saprò aiutare chi ha bisogno; certo sarà un’esperienza che mi arricchirà. Fare del bene alle persone, in particolare chi ha più bisogno, come mi ha insegnato mia madre è il modo migliore per arricchirsi”.
E fin qui tutti felici e contenti. Ma quando c’è di mezzo Silvio, si sa che l’imprevisto è dietro l’angolo. Ed ecco che Berlusconi ha lanciato il colpo. Ha in mente una “sorpresa”, come va ripetendo da un mese. Una sorpresa? Già, proprio così. E che genere? Impossibile scucirgli qualcosa in più in questi giorni, ma il premier non ha problemi di soldi e di inventiva e potrebbe uscirne con una peggio o meglio di Bertoldo.
Serbo un segreto assoluto a proposito della sorpresa che ho in mente di fare - rilancia Berlusconi - ciò che posso dire è che sto facendo una ricognizione di tutte le ultime cure che sono state inventate per dare modo agli infermi che soffrono di questa grave malattia di fare qualcosa in più di ciò che arrivano a fare adesso”.
Insomma, Berlusconi potrebbe aver trovato una mezza alchimia per aiutare i malati. Ma sarà vero? Di certo c’è che all’interno della struttura non saranno ammesse telecamere, che la ressa dei giornalisti verrà bloccata all’esterno della cancellata e che di mezzo c’è anche la privacy delle persone malate.
E proprio questo è uno dei punti che sta facendo discutere in questi giorni. C’è preoccupazione per come quella “sorpresa” tanto sbandierata che i dirigenti della struttura hanno già dimostrato di non apprezzare.
Gabriella Salvini Porro, presidente della onlus Fondazione Alzheimer Italia, si è mostrata indignata sulla possibilità che Berlusconi possa assistere i pazienti: 'Questa è una malattia tremenda che cancella la persona. E in questa vicenda si è banalizzato un problema enorme. Uno dei problemi maggiori dei malati di Alzheimer è la difficoltà a riconoscere le persone. Hanno bisogno di tempo per abituarsi ai volti di chi si prende cura di loro. Certamente non di vedere ogni giorno una persona diversa. O di vederne una per quattro ore alla settimana. Che significato ha una cosa del genere? Nessuno'.
E in base alle prime indiscrezioni, Berlusconi potrà occuparsi al massimo dei pazienti in fase avanzata o terminale che 'non hanno quei problemi di vagabondaggio, disorientamento e amnesia che rendono davvero necessaria un'assistenza particolare. Ma con pazienti di questo tipo l'ex premier non potrà fare altro che stare a guardarli”. Ma il premier la sorpresa ce l’ha comunque in mente e già pronta in tasca. Domani verrà il momento di tirarla fuori


Articolo letto: 2240 volte
Categorie: Politica


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Berlusconi - Alzheimer - cesano boscone -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook