VANTAGGI DELL’AUTORADIO - Secondo un’indagine condotta da GfK, in media in Italia quasi 35 milioni di persone ascoltano la radio.

Milano
19:00 del 07/01/2017
Scritto da Samuele

VANTAGGI DELL’AUTORADIO -Secondo un’indagine condotta da GfK, in media in Italia quasi 35 milioni di persone ascoltano la radio. Significa che ogni giorno circa i due terzi della popolazione accende la sua stazione preferita o fa la spola tra le frequenze mentre è a casa, in auto, in palestra o sul posto di lavoro andando a caccia di notizie, buona musica, una voce ormai familiare o soltanto qualche attimo di evasione.

VANTAGGI DELL’AUTORADIO -Con un suo mercato  di primo equipaggiamento, uno di after market con tanto di installatori specializzati e anche  un terzo, quello dell’usato e del “rubato”.

VANTAGGI DELL’AUTORADIO -Perché l’oggetto attirava come e più di un navigatore di oggi. Lasciarla in bella vista  significava esporsi al rischio di furti e danni.

Era un oggetto da esibire , dava un tono di completezza e arricchiva  la plancia ma era anche un invito per i malintenzionati. Alcune Case automobilistiche – una delle prime fu  l’Autobianchi con la A112 – arrivarono a disegnare la plancia con un vano per l’autoradio protetto da uno sportellino coperto che quando non in uso la nascondeva alla vista.

Autoradio Milano: i migliori negozi di autoradio nel capoluogo lombardo con la possibilità di conoscere i prodotti in offerta e scoprire eventuali promozioni grazie a Aziende Italiane!

Poi nacquero le estraibili, con tanto di maniglia per il trasporto che se volevi ti portavi al cinema o a casa quando lasciavi l’auto in strada o in luoghi incustoditi.

Ingombranti e pesanti, il più delle volte venivano frettolosamente nascoste sotto un sedile vanificando un po’ lo scopo del poterla rimuovere. L’evoluzione successiva fu quella del frontalino tascabile che semplificava molto la rimozione e il trasporto

Preistoria?
Mica tanto, le prime autoradio estraibili risalgono agli anni ‘70, il frontalino estraibile fu realizzato per la prima volta in Italia nel 1980.

Venduta con l’auto, come optional o nella linea accessori l’autoradio portava ai Concessionari un ulteriore piccolo margine e la possibilità di far lavorare la propria officina.

Rivenditori, elettrauto e installatori specializzati completavano il panorama di un mercato che si sviluppava a grandi passi.

La Blaupunkt da sola a tutto il 1959 aveva prodotto un milione di autoradio. A fine 1971 la produzione complessiva  raggiunse i 10 milioni .

La diffusione dellautoradio in Europa ebbe inizio  negli anni ’50, grazie anche all’evoluzione tecnica che ne migliorava le prestazioni.

Prima, un mondo diverso: i modelli commercializzati negli altri ’30 erano ingombranti, soggetti a disturbi elettrici di ogni genere e comunque assai poco diffusi.

Blaupunkt, Philips, Phonola, Autovox, CGE già producevano alcuni modelli ma in termini di numeri la diffusione era pressoché inesistente.

Solo negli  Stati Uniti si può parlare di una diffusione dell’autoradio prima della seconda guerra mondiale: nel 1931 le autoradio vendute erano state  108,000 e in pochi anni  in numeri erano cresciuti in modo esponenziale.

Con gli anni  cambiava anche la funzione dell’autoradio, che non era solo più tale: nel 1963 la Philips iniziava a commercializzare le autoradio con lettore di cassette, arrivarono poi gli autoreverse (Becker), e negli anni ’80 i primi lettori  CD .

Oggi “l’autoradio“ in quanto tale non esiste più .
Non a caso oggi i tecnici la chiamano sorgente” che include funzioni avanzate non di solo ascolto: telefono, riproduzione, MP3 ed MP4, hard disk, connessioni web e telecamere.

Ci  tenevi compagnia nei  lunghi viaggi e nelle code, magari facendoci innervosire un po’ quando perdevi il segnale o quando entravamo in galleria. Adesso MP3 e MP4 ci portano la musica, connessioni, sms e telefono ci tengono aggiornati e impegnati – anche troppo – mentre viaggiamo.

Ci resta il  piacere di ascoltare un programma  che ci piace, senza distrarci mentre stiamo guidando.

Meno male che ci sei!


Articolo letto: 88 volte
Categorie: , Guide, Motori


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook