L'invenzione in Inghilterra è già divenuta realtà e per la città è possibile vedere il primo pullman al mondo alimentato da escrementi umani e scarti alimentari

Roma
09:41 del 27/11/2014
Scritto da Albertone

Il futuro è qui. Se volete vederlo davanti agli occhi, prendete un aereo e scendete a Bristol, la città più popolosa del Sud Ovest dell'Inghilterra, situata sul fiume Avon dove segna tradizionalmente la frontiera tra le contee del Gloucestershire e del Somerset. Quando ci arriverete, ricordatevi di alzare lo sguardo e cercare un pullman. Sembra un gesto normale, invece la rivoluzione sta proprio lì.

A Bristol sta viaggiando il primo autobus al mondo alimentato da escrementi uMani e scarti alimentari. Insomma, mentre il mondo automobilistico ancora dibatte sui costi del metano, mentre i cittadini più attenti al portafoglio hanno scelto di convertirsi al gpl, c'è una Nazione intera che ha deciso di sperimentare qualcosa di assolutamente eccezionale. Era pensabile un propulsore per pullman alimentato da escrementi umani e scarti alimentari? Possibile che "cacche" e lische di pesce possano portarci da una parte all'altra della città, senza neppure sentire odori strani? Sì, la scienza è arrivata a progettare e realizzare anche questo. E' proprio vero che noi italiani siamo fermi all'anteguerra.

Per fortuna c'è ancora qualcuno che - in giro per il mondo - fa viaggiare i neuroni al posto nostro. Ma lo volete capire che il costo della benzina al giorno d'oggi grava su tutto? Lo avete capito che quando comprate un cartoccio di latte al supermercato lo pagate fior di soldi perchè il costo del carburante del camion che lo ha portato dalla fattoria al supermercato lo dobbiamo pagare ancora noi? E così per ogni prodotto e servizio! Quel maledetto 1,5 euro al litro pesa sulle nostre tasche come nemmeno ce lo immaginiamo! E non è pensabile che autobus che viaggino senza spesa per carburante possano costare anche di meno? E' questa la direzione che dobbiamo intraprendere. Anzi, che dovremmo intraprendere, perchè il nostro Governo di tutto questo se ne frega!

I nostri politici pensano a rubare, altro che agli autobus pubblici! E le case automobilistiche, anzichè investire sulla ricerca, sfruttano quello che già sanno cambiando un pizzico la carrozzeria! Tutto questo va a nostro discapito, ma noi non lo capiamo! Quel pullman è una rivoluzione... che in Italia dovremmo copiare! La carrozzeria del veicolo, tra l’altro, è caratterizzata da una strana raffigurazione, molto suggestiva. Sul ”poo-bus”, ribattezzato immediatamente così dalla stampa britannica vi sono rappresentati delle persone sedute sul gabinetto.

La Bath Bus Company, società che ha lanciato il servizio, precisa che le persone raffigurate sulla fiancata del bus servono per ricordare l’origine del combustibile, praticamente infinito. Siete come sempre già pronti a parlare di cattivo gusto solo perché la rappresentazione non è policitally correct? Per forza… in Inghilterra non siamo in Italia, là ogni cosa è chiamata col proprio nome! Guai ad usare falsi moralismi, quello è un Paese che con orgoglio vuole correre da solo! Smettiamola di pararci dietro la tradizione, è ora di cambiare e di innovare!


Articolo letto: 1263 volte
Categorie: Cronaca, Motori


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

bus - biobus - carburante - scarti -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook