Attenzione: i farmaci per l’asma possono bloccare la crescita del bambino. I farmaci corticosteroidi che vengono somministrati ai bambini con asma attraverso gli inalatori sono un efficace ‘scudo’ per la malattia respiratoria, ma potrebbero avere effetti negativi sulla loro crescita

Firenze
13:10 del 30/05/2015
Scritto da Gerardo

I farmaci corticosteroidi che vengono somministrati ai bambini con asma attraverso gli inalatori sono un efficace ‘scudo’ per la malattia respiratoria, ma potrebbero avere effetti negativi sulla loro crescita. Lo suggeriscono due nuove revisioni sistematiche pubblicate su ‘The Cochrane Library’.

Gli autori hanno rilevato che la crescita di questi baby-pazienti può essere ‘frenata’ nel primo anno di trattamento, anche se questo effetto viene ridotto al minimo dall’uso di dosi più basse. I corticosteroidi per via inalatoria sono prescritti come trattamenti di prima linea per adulti e bambini con asma persistente. Sono i farmaci più efficaci per il controllo di questa malattia respiratoria e riducono i decessi per asma, le visite in ospedale e il numero e la gravità delle riacutizzazioni, migliorando la qualità della vita dei malati. Eppure, il loro potenziale effetto sulla crescita dei bambini è fonte di preoccupazione per genitori e medici. La prima revisione sistematica si è focalizzata su 25 studi che hanno coinvolto un totale di 8.471 bambini e ragazzi fino a 18 anni con asma lieve e moderata persistente. Questi studi hanno dimostrato che nei bimbi in cura con i medicinali i tassi di crescita sono ridotti rispetto a placebo o a chi viene trattato con farmaci non steroidei.

Il tasso medio di crescita che gli autori hanno potuto calcolare, prendendo in considerazione le ricerche più complete, è risultato di circa 6-9 cm all’anno nei gruppi di controllo, ridotto di circa 0,5 cm nei gruppi di trattamento. “I lavori che abbiamo recensito suggeriscono che i bambini trattati giornalmente con corticosteroidi per via inalatoria possono crescere di circa mezzo centimetro in meno durante il primo anno di trattamento,” dice Linjie Zhang, dell’Università Federale di Rio Grande, in Brasile. “Ma questo effetto è meno pronunciato negli anni successivi, non è cumulativo, e sembra minore rispetto ai noti vantaggi dei farmaci per il controllo dell’asma”. Nella seconda revisione, gli stessi autori hanno esaminato i dati di 22 studi in cui i bambini sono stati trattati con dosi basse o medie di corticosteroidi per via inalatoria. Solo 3 studi hanno seguito 728 bambini per un anno o più. In questi lavori, utilizzando basse dosi di corticosteroidi per via inalatoria, circa una al giorno, si è avuto un miglioramento della crescita di un quarto di centimetro a un anno. I ricercatori evidenziano dunque che la riduzione della crescita varia tra gli studi e suggeriscono approfondimenti a lungo termine e di confronto su diverse dosi di farmaci, soprattutto nei bambini con asma più grave che necessitano di alte dosi di corticosteroidi per via inalatoria.


Articolo letto: 532 volte
Categorie: Salute


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Farmaci - Salute - Scienza - Medicina -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook